Macchine da magazzino: una per ciclo operativo

Macchine da magazzino: di quali ho bisogno per i cicli operativi della mia azienda?

12 gennaio 2022

Le macchine da magazzino sono elementi indispensabili in qualsiasi installazione logistica perché servono per la movimentazione interna della merce, ad esempio, dalle baie di carico alla zona di stoccaggio, o dall’area di produzione fino alle postazioni per picking. 

Le macchine per lo stoccaggio si raggruppano in due grandi gruppi manuali (transpallet, carrelli elevatori, macchine per la preparazione degli ordini...) o automatiche (sistemi di trasporto, elettrovie, trasloelevatori...). 

I differenti tipi di macchine si distinguono in funzione del processo o del ciclo operativo che svolgono:

Macchine da magazzino per carico e scarico nella zona delle baie di carico 

Per effettuare la ricezione e la spedizione della merce nelle baie di carico, di solito, si usano le seguenti macchine da magazzino:

  • Transpallet e stoccatori. Il transpallet è lo strumento di movimentazione più usato e versatile. Disponibile in versione manuale ed elettrica, il transpallet viene utilizzato per il trasporto, poiché lavora solamente al livello del suolo. Lo stoccatore, invece, può sollevare la merce pallettizzata a vari metri di altezza (fino a 12), semplificando, così, il carico e lo scarico dei camion.
  • Carrelli elevatori. I carrelli elevatori sono ideali per il carico e lo scarico dei camion grazie alle forche presenti nella sua parte frontale. La grande differenza rispetto ai transpallet e agli stoccatori è che si muovono più rapidamente, possono lavorare sia all’interno che all’esterno del magazzino e il loro funzionamento si basa sul principio di leva, in quanto possiedono un grande contrappeso sulla parte posteriore.
  • ATLS (Automatic Truck Loading Systems). Sistema di carico e scarico automatico per camion mediante il quale i pallet vengono introdotti e prelevati in modo robotizzato e con un intervento minimo da parte dell’operatore.

Le baie di carico sono il punto di accesso all’installazione logistica, per cui la scelta corretta dell’attrezzatura è indispensabile. 

Lo stoccatore è una delle macchine da magazzino più comuni
Lo stoccatore è una delle macchine da magazzino più comuni

Macchine utilizzate nel magazzino per il deposito e il prelievo delle unità di carico

Vediamo qual è la macchina da magazzino più comune per depositare e prelevare la merce dalle scaffalature:

  • Carrelli elevatori. Esistono differenti tipi di carrelli elevatori che possono essere utilizzati per stoccare ed estrarre la merce dalle scaffalature. I carrelli elevatori retrattili (la macchina da magazzino più usata) possono sollevare il carico oltre i 10 metri. I carrelli elevatori retrattili laterali hanno un sistema grazie al quale le ruote possono ruotare di 90°, in questo modo, si ottengono spostamenti laterali e frontali e risultano perfetti per la movimentazione di profilati e tubi e per lavorare su scaffalature cantilever. Per ultimo, i carrelli trilaterali e bilaterali lavorano in corridoi stretti (tra 1,5 e 1,8 metri) e possono elevare il carico oltre i 14 metri di altezza.
  • Trasloelevatore per pallet e trasloelevatore trilaterale. Mezzo di movimentazione totalmente automatico, guidato da un sistema di controllo (WCS) che trasporta e stocca la merce nelle differenti ubicazioni della scaffalatura. Esistono vari tipi di trasloelevatori in funzione della colonna o delle forche. I trasloelevatori per pallet possono sollevare la merce oltre i 40 metri di altezza. Il trasloelevatore trilaterale è in grado di prelevare e depositare i pallet sulle scaffalature su tre lati grazie alla sua testata trilaterale: una frontale e due laterali. Inoltre, non ha bisogno di un binario guida superiore. 
  • Pallet Shuttle. Si tratta di una navetta che si sposta all’interno del canale di stoccaggio per caricare e scaricare i pallet sulle scaffalature a stoccaggio intensivo. Il sistema Pallet Shuttle, in grado di lavorare all’interno dei canali fino a 40 metri di profondità, si può trovare in versione semiautomatica o automatica. Nella versione semiautomatica l’operatore deve collocare la navetta automatica nel canale corrispondente, mentre nel Pallet Shuttle automatico la introduce un trasloelevatore. 
  • Miniload. I trasloelevatori per contenitori o miniload sono macchine che automatizzano lo stoccaggio e il prelievo dei contenitori dalle scaffalature del magazzino, per ottenere una maggiore velocità e sicurezza nelle attività di stoccaggio. Oltre a migliorare il rendimento dello spazio, questo sistema rispetta il criterio “prodotto verso l’uomo” per la preparazione degli ordini, vale a dire, la merce arriva automaticamente all’operatore. 

Non esiste un carrello elevatore o un trasloelevatore idoneo a tutti i cicli operativi. In genere, quando il flusso di movimentazione è ridotto sono sufficienti una o varie macchine manuali . Se, invece, è richiesto un volume di attività più elevato, ininterrotto e sicuro della merce, l’ideale è puntare su macchine da magazzino automatiche. 

I trasloelevatori sono macchine per il magazzino che stoccano e prelevano la merce dalle scaffalature
I trasloelevatori sono macchine per il magazzino che stoccano e prelevano la merce dalle scaffalature

Macchine da magazzino per il trasporto della merce

Le macchine che si occupano di muovere i carichi da un punto all’altro del magazzino sono: 

  • Carrelli elevatori. Qualsiasi tipo di muletto può servire temporaneamente per trasportare la merce da un punto a un altro. Il più usato, di solito, è il carrello elevatore retrattile perché offre una maggiore velocità negli spostamenti. 
  • Sistemi di trasporto. Sono composti da un insieme di rulliere che sostengono il carico (contenitori o pallet) e lo spingono lungo il circuito. Il sistema è composto da motori elettrici che muovono le unità di carico in modo controllato e sicuro. I trasportatori a rulli funzionano grazie al software di controllo (SCA/WCS), responsabile di eseguire i movimenti e seguire gli ordini indicati dal WMS.
  • Trasportatori aerei a catene. Impiegati, soprattutto, per trasportare capi appesi. Si tratta di un circuito aereo con catene in continuo movimento. Attaccate a queste, vengono collocati differenti supporti che permettono sostenere numerosi prodotti (scatole, abiti appesi, componenti ecc.).
  • Elettrovie. Sistema di trasporto discontinuo formato da navette automatiche azionate da un motore elettrico. Le elettrovie si muovono lungo una rotaia che può essere sia sospesa al soffitto, nel caso delle elettrovie aeree, sia fissata al pavimento, per il modello a terra. 
  • Elevatori per pallet. Conosciuti anche come trasportatori verticali, sono macchine da magazzino che vengono inserite dentro a un circuito di trasportatori per poter elevare un pallet a vari metri di altezza (ad esempio, fino ad un altro piano del magazzino). Con gli elevatori per pallet è possibile accedere a molteplici piani, con un’altezza minima di 5 metri e una massima di 40.
  • Gru a ponte. Sistema di trasporto formato da una o due travi dotate di un motore di traslazione. Queste macchine da magazzino sono perfette per trasportare carichi di grande entità o profilati. 
  • AGV / LGV / AMR. I veicoli AGV sono macchine da magazzino che si muovono autonomamente seguendo un percorso tracciato o programmato in precedenza. Sono possibili due sistemi di guida: filoguidato (AGV) o laserguidato (LGV). A differenza degli AGV, i robot mobili autonomi (AMR) si muovono e lavorano senza percorsi predefiniti, modificando il loro percorso a seconda delle informazioni che ricevono in tempo reale dall’ambiente circostante.  

L’obiettivo di queste macchine è quello di favorire il flusso di materiali nel magazzino, assicurando in ogni momento la massima sicurezza nel trasporto e nella movimentazione dei carichi. 

I trasportatori sono macchinari per il magazzino che muovono le unità di carico in modo controllato e sicuro
I trasportatori sono macchinari per il magazzino che muovono le unità di carico in modo controllato e sicuro

Macchina da magazzino per picking

I costi destinati alla preparazione degli ordini rappresentano una percentuale elevata dei costi totali di un magazzino. Ridurre il suo impatto può assicurare il successo di un’azienda e la scelta delle macchine da magazzino ha molto a che fare:

  • Carrelli commissionatori. I carrelli commissionatori sono un’evoluzione dei transpallet e dei sollevatori elettrici. Sono idonei soprattutto per semplificare il picking su scaffalature manuali, poiché l’operatore può accedere ai controlli della macchina da un lato e al pallet o al carico dall’altro, velocizzando così le manovre di prelievo della merce. 
  • Carrelli manuali per picking. Usati, insieme ai commissionatori, per il trasporto di contenitori o quando il picking viene effettuato con il metodo pick-to-cart. I carrelli per picking vengono consigliati quando i prodotti in stock sono piccoli e facili da trasportare.
  • Sistemi di trasporto. I sistemi di trasporto per contenitori e i sistemi di trasporto per pallet possono essere utilizzati per agevolare la preparazione degli ordini goods-to-person, poiché trasportano la merce fino alle postazioni di picking. Gli operatori rimangono nella loro postazione di lavoro in attesa di ricevere gli articoli necessari. Di conseguenza, sono molto più rapidi nel completare ogni ordine. 
  • Bracci robotici industriali. Aiutano gli operatori a manipolare i carichi pesanti. Questi robot assomigliano a un braccio umano, avendo componenti che effettuano i movimenti di rotazione e traslazione. I bracci robotici industriali hanno potenziato la tecnica pick and place nella preparazione degli ordini. 

Riassumendo, le macchine per i magazzini velocizzano i cicli operativi di preparazione degli ordini, semplificano il lavoro degli operatori e riducendo gli errori. 

I sistemi di trasporto portano la merce alle postazioni di picking
I sistemi di trasporto portano la merce alle postazioni di picking

Scegli la macchina più adatta al tuo magazzino

Esiste una grande varietà di macchine da magazzino; una scelta corretta, quindi, risulta fondamentale per garantire la massima efficienza logistica. Questa decisione dipende da molteplici fattori, tra cui, i principali sono: il layout del magazzino, il flusso logistico richiesto e il tipo di merce con la quale si lavora.

Mecalux è specializzata in soluzioni logistiche personalizzate, progettando e implementando magazzini nei quali convivono macchine da magazzino manuali e automatiche. Non esitare a contattarci, un nostro esperto ti consiglierà la soluzione più adeguata per assicurarti la massima efficienza logistica.