Circuito di rulliere motorizzate installate nell'area dedicata alla preparazione degli ordini

Rulliere: una guida completa sui trasportatori a rulli

26 giugno 2019

Le rulliere o trasportatori a rulli sono sistemi industriali utilizzati per la movimentazione automatica di carichi e merci all'interno dei magazzini, dei centri di distribuzione o negli impianti di produzione.

Le rulliere permettono di risparmiare tempo e aumentare i livelli di efficienza snellendo il trasferimento delle merci, che avviene lungo percorsi prestabiliti, riducendo in questo modo il lavoro degli operatori.

In questo articolo analizziamo le caratteristiche dei trasportatori a rulli, le loro principali applicazioni in magazzino e i vantaggi e svantaggi legati al loro utilizzo.

Cosa sono e come funzionano i trasportatori a rulli?

I trasportatori con rulliere sono sistemi di movimentazione automatica che permettono di trasferire la merce all'interno di un magazzino grazie a una batteria di rulli progettati per sopportare i carichi e muoverli lungo un circuito.

Quando i rulli ruotano mediante l'azione di un motore è elettrico, si parla di "rulliere motorizzate". Si parla invece di "rulli folli" quando le rulliere sfruttano l'inclinazione e la forza di gravità per far scivolare le merci senza ricorrere a un motore.

I componenti principali dei trasportatori sono:

  • Rulli di sostegno: si tratta di cilindri metallici inseriti nella struttura con un asse metallico a distanza regolare tra loro. Svolgono la funzione di tenere l'intera rulliera tesa e impediscono che il peso degli oggetti crei pericolosi punti di flessione. Questo componente può cambiare in altre tipologie di trasportatori industriali (rulli, a nastro o a catena).
  • Telaio e gambe: formano la struttura su cui vengono montati gli altri componenti, determina forma e funzione del nastro trasportatore. Sono fabbricati in diversi tipi di acciaio a seconda del peso che devono sopportare. Questi componenti determinano la traiettoria del circuito.
  • Rulliere curve: sono componenti specifiche che permettono di curvare il percorso dei trasportatori a rulli. Per effettuare una deviazione di traiettoria è possibile utilizzare le tavole rotanti o ricorrere all'integrazione di catene in un determinato segmento della pista (mediante le quali si realizza si devia il percorso del pallet o contenitore).
  • Componenti elettroniche: tutte le installazioni elettriche che permettono il movimento dei carichi lungo il circuito.
  • Componenti di sicurezza: possono essere dispositivi meccanici, sensori o fotocellule. Questi elementi permettono di monitorare costantemente la posizione dei carichi e comunicare le informazioni al software di controllo.

Nei circuiti più complessi, le rulliere motorizzate vengono controllatie direttamente da un sistema informatico che "ordina" i movimenti alle macchine, e che di solito agisce in combinazione con un software gestione magazzino WMS.

Le fotocellule installate nel circuito del trasportatore a rulli consentono di localizzare la merce
Le fotocellule installate nel circuito del trasportatore a rulli consentono di localizzare la merce

I trasportatori a rulli in magazzino: a cosa servono?

1. Entrata e uscita merci

Le rulliere motorizzate vengono spesso impiegate nelle zone di ricevimento e spedizione delle merci per facilitare i flussi inbound e outbound di pallet e contenitori.

  • Entrata merci e scarico dei camion: i processi legati al [[ricevimento merci]] variano a seconda del tipo di attrezzature utilizzate per il trasporto (pallet o casse) e in base all'origine delle merci (da impianti di produzione o da altri centri di distribuzione). I trasportatori in questi casi vengono usati per movimentare i pallet che sono in attesa di essere stoccati o deconsolidati. Quando si lavora con colli piccoli o casse, si possono installare le rulliere in posizione quasi adiacente alla baia di carico in modo tale da far partire il circuito da lì
  • Carico e scarico automatico: queste operazioni possono realizzarsi in maniera completamente automatica. Ne abbiamo parlato in maniera approfondita quando abbiamo spiegato come funziona un magazzino automatico.
  • Spedizione merci e carico dei camion: le rulliere vengono installate in prossimità delle baie di carico per facilitare l'organizzazione e lo smistamento della merce sui camion.

In alcune occasioni, per introdurre carichi pesanti è necessario installare un piattaforma idraulica che solleva i pallet fino a raggiungere l'altezza necessaria. Se il circuito è posizionato a livello terra e si lavora con l'imboccatura a forma di "E", è possibile utilizzare transpallet.

All'inizio del circuito è auspicabile installare delle postazioni di ispezione entrate (PIE) per verificare le condizioni delle merci in entrata (dimensioni, peso, stato del pallet).

Postazione di ispezione entrate adibita al controllo delle merci e dei pallet
Postazione di ispezione entrate adibita al controllo delle merci e dei pallet

2. Collegare diverse zone del magazzino

È possibile progettare i trasportatori a rulli per mettere in comunicazione diverse zone di un magazzino. A tal proposito, le soluzioni sono molteplici. Esistono sistemi meno complessi a livello di installazione, come le rulliere con sistema plug & play di Mecalux, che funzionano senza necessità di un software di controllo e che hanno un solo punto d'origine e di destino.

Ci sono poi trasportatori a rulli studiati per essere integrati in un progetto più ampio di automazione, come quello dei magazzini automatici, impianti in cui la circolazione delle merci si fa più avanzata ed efficiente.

È possibile individuare due ragioni che spingono le imprese a scegliere questi sistemi:

1. Agevolare il trasferimento dei carichi dalle aree di produzione al magazzino e/o tra diversi magazzini.

La progettazione del circuito di rulliere si basa sui flussi di merci, dello spazio disponibile e del layout di magazzino. Le linee di trasportatori possono collegare distanze notevoli, come avviene nel magazzino di Porcelanosa, dove i trasportatori a rulli formano un circuito di un chilometro.

Inoltre, i trasportatori possono lavorare in combinazione con navette, elettrovie e convogliatori aerei per carichi leggeri.

2. Collegare la testata della zona di stoccaggio con le postazioni di picking.

  • Circuiti semplici: normalmente si installano tra blocchi di scaffalature per picking. Gli operatori prelevano i prodotti o gli ordini direttamente dagli scaffali e li depositano sui rulli affinché vengano trasferiti presso l'area spedizioni, come avviene nel magazzino progettato da Mecalux per Idaho State Liquor Division.
  • Circuiti complessi: i trasportatori con rulliere sono necessari per trasferire i carichi estratti in maniera automatica dai trasloelevatori per pallet. Le rulliere poi raggiungono le postazioni da cui gli operatori compongono gli ordini svolgendo diversi tipi di attività (prelievo, imballaggio, confezionamento, etichettatura). Per questioni di sicurezza, il percorso viene protetto con recinzioni industriali.

Nei circuiti più complessi si impiegano anche sorter per casse e contenitori, permettendo in questo modo lo smistamento automatico delle merci in base al destino corrispondente.

3. Magazzini su più piani

Mettere in collegamento i diversi piani di un magazzino, permette alle imprese di migliorare in termini di efficienza. Per farlo si ricorre alle tre soluzioni elencate qui di seguito:

  • Trasportatori verticali: in generale si combinano rulliere con nastri trasportatori. Questa soluzione è ideale nei magazzini dove si riscontra un'alta attività di picking (vedere il caso PAVI-Groupauto).
  • Elevatori di pallet con trasportatori a rulli: molto simili a un ascensore che collega i diversi livelli del magazzino.
  • Trasportatori a spirale: la movimentazione in questo caso è bidirezionale.

Vantaggi e svantaggi dei trasportatori a rulli

Come tutti i sistemi automatici, anche le rulliere presentano una serie di pro e contro che è bene conoscere prima di investire in questi dispositivi.

Pro

  • Grande versatilità nella progettazione. Esistono soluzioni praticamente per ogni caso.
  • Sistema veloce e sicuro. Grazie ai sensori e agli altri componenti di sicurezza, diminuisce il rischio di danneggiamento della merce.
  • Soluzione affidabile in ambito logistico. Sono anni ormai che vengono impiegati all'interno dei magazzini.
  • Grande resistenza e longevità. Le rulliere sono fatte per durare, per cui si tratta di un investimento sicuro e ammortizzabile comodamente nel tempo.

Contro

  • Pulizia. Questi sistemi complicano la pulizia del magazzino.
  • Occupano superficie. Come è ovvio che sia, le rulliere tolgono spazio agli operatori.

Portare l'automazione in magazzino richiede una profonda conoscenza delle fasi operative e delle specifiche di ogni sistema. Non fanno eccezione le rulliere. Se stai pensando di automatizzare le attività di magazzino, contattaci: analizzeremo le tue esigenze e ti proporremo delle soluzioni concrete per migliorare la performance del magazzino.