Utilizziamo cookies propri e di terze parti per offrirle i nostri contenuti in base ai suoi interessi. Continuando a naviagare su questo sito Web, l'utente è consapevole di essere stato informato e di accettare l'installazione e l'utilizzo dei cookies. Per saperne di più, visita la nostra Cookie Policy. Accettare

Carrello commissionatore

Il carrello commissionatore è un’evoluzione del transpallet e dei sollevatori elettrici che viene usato per efficientare le attività di preparazione degli ordini, dal momento che l’operatore accede ai comandi della macchina da un lato e al pallet o al carico dall’altro, snellendo in questo modo le operazioni di picking.

Questo mezzo di lavoro può gestire carichi che si trovano sistemati a diverse altezze. Indipendentemente dall'altezza che possono raggiungere le forche, tutti i modelli presentano le seguenti tre caratteristiche di base:

  1. Il carrello commissionatore è in grado di ospitare l’operatore. L’insieme della macchina è separato dalle forche di carico e in questo spazio si apre una piattaforma di dimensioni ridotte su si posiziona l'operatore.
  2. La configurazione del timone è stata ruotata di 180° rispetto al montaggio dell’elemento sui transpallet tradizionali e sui sollevatori. Questo permette all’operatore di accedere agevolmente ai comandi.
  3. Sono dotati di forche telescopiche comprese tra i 1.600 e i 2.400 mm che consentono la preparazione di due o tre ordini alla volta.

Qui di seguito, un'illustrazione che mostrano due commissionatori che lavorano simulataneamente all'interno delle corsie di un magazzino. A bordo si trovano i carrellisti che stanno realizzando attività di picking direttamente dagli scaffali, senza scendere dal mezzo di sollevamento. Questo aspetto è fondamentale per aumentare l'efficienza delle fasi operative legate alla selezione e al prelievo degli articoli, o alla preparazione degli ordini.

Carrelli commissionatori in un magazzino con scaffalature convenzionali

Tipologie di carrelli commissionatori

Sul mercato esistono tre tipologie di commissionatori che è possibile classificare in base all'altezza di prelievo. 

Commissionatore a terra (primo livello di prelievo)

Lavorano con i carichi posizionati in prossimità del pavimento. Sebbene siano pensati per il picking a terra, quindi per la movimentazione di articoli ubicati nel primo livello di stoccaggio (scaffalatura, a terra ecc.), alcuni modelli dispongono di una piccola piattaforma grazie alle quale l’operatore per accedere ai vani di alloggiamento situati a un’altezza superiore. Questo carrello è in grado di trasportare uno o due pallet, mentre i commissionatori con forche telescopiche possono movimentare da due a tre pallet per volta. 

Commissionatore a terra con piattaforma

Commissionatore a terra con piattaforma per l'operatore.

Commissionatore a terra

Commissionatore a terra.

Commissionatori per bassi livelli (secondo livello di prelievo)

Questi commissionatori in genere rpermettono di realizzare le attività di commisionamento da realizzare a un'altezza di prelievo di massimo 3 m. 

Nel caso in cui gli operatori debbano accedere a un’altezza superiore, esistono due soluzioni: la prima, e più semplice, consiste nel dotare il carrello commissionatore di una piattaforma antiscivolo nella parte superiore del corpo macchina. Inoltre, è necessario installare, tra la piattaforma dell’operatore e quella superiore, un piccolo gradino intermedio che può essere fisso o abbattibile.

Una seconda opzione, più costosa della precedente, consiste nell’inserire un meccanismo di sollevamento elettroidraulico nella piattaforma su cui sale l’operatore, in modo tale che possa sollevarsi senza limiti.

 

Commissionatore livello basso

Commissionatore livello basso.

Commissionatore per medi e alti livelli (terzo livello di prelievo)

Sono costituiti da una struttura che contiene un motore di trazione, una pompa idraulica, una batteria e i dispositivi di controllo. Tale struttura è unita mediante la base a due zanche di appoggio montate su ruote di piccole dimensioni. Alla struttura si unisce anche un castello di sollevamento che consente alla cabina in cui l’operatore sta in piedi, di andare su e giù. 

Alla cabina possono poi essere saldate due forche. In tal caso, l’altezza di sollevamento è limitata a quella raggiungibile dalla base della cabina dell’operatore. Un’altra possibilità consiste nel montare le forche sul carrello di un secondo montante di sollevamento inserito nella cabina, in modo tale che l’operatore possa salire o scendere all’altezza più comoda per poter svolgere il lavoro.

Commissionatore livello medio-alto

Commissionatore livello medio-alto.

Larghezza delle corsie di lavoro e spazi di manovra 

Il carrello commissionatore opera in corridoi di ±1.150 mm quando si inforcano i pallet frontalmente, e in corsie di ±1.500 mm quando si caricano i pallet trasversalmente. L’altezza massima di sollevamento che raggiungono i commissionatori più alti è di 10 o 11 m.

Un’alternativa a questo tipo di macchine è rappresentata dai carrelli trilaterali combinati (per ulteriori informazioni, vedere paragrafo 3.1.7.), che arrivano a un’altezza di sollevamento che può superare i 12 m.

Per saperne di più sugli interspazi, consulta l'articolo sulla larghezza delle corsie del magazzino. Per questioni più specifiche e complesse relative al magazzino, è possibile invece contattare i nostri tecnici.

Altri argomenti in questa categoria