I magazzini del futuro saranno automatici

I magazzini del futuro sono già arrivati

17 giugno 2022

I magazzini del futuro sono soggetti ai progressi tecnologici sviluppati e applicati in tutti i settori. La diffusione dei sistemi di stoccaggio automatici e l'impegno nella digitalizzazione della gestione sono due aspetti che segneranno il futuro della logistica.

I magazzini del futuro promuoveranno la digitalizzazione della supply chain, nonché un maggiore coordinamento tra le diverse fasi che la compongono per incrementare la flessibilità e adattarsi alle fluttuazioni della domanda.

Come saranno i magazzini del futuro?

Il futuro dei magazzini passa non solo per la robotizzazione delle operazioni logistiche che avvengono all'interno e all'esterno dell’installazione, ma anche per l'automatizzazione del processo decisionale mediante un software di gestione magazzino, eliminando ogni rischio di errore derivante dalla gestione manuale della merce. Secondo un rapporto presentato dall'MHI Annual Industry Report, l'83% degli intervistati ritiene che la supply chain digitale sarà il modello dominante dell’industria nei prossimi cinque anni. 

L’attuale contesto costringe le aziende a far fronte a un incremento della domanda e dei costi logistici, dovuti in gran parte dal consolidamento dell'e-commerce. Per affrontare le sfide presentate dalla logistica e-commerce, è essenziale che i magazzini del futuro favoriscano l'integrazione di tutti i cicli operativi della supply chain, offrendo in ogni fase una visibilità completa dei processi logistici.

I magazzini del futuro saranno caratterizzati dall’agevolazione dell'iperautomazione. Si tratta di un’evoluzione naturale dell'automazione robotica dei processi che incoraggia l’introduzione dei robot in qualsiasi processo aziendale attraverso l'uso di tecnologie come l'intelligenza artificiale, il machine learning, i big data e la blockchain. Secondo uno studio di MarketsandMarkets, il mercato dell'automazione logistica crescerà all’incirca un 10% all'anno, fino a superare un giro d’affari di 88.000 milioni di dollari nel 2026. 

L'uso delle nuove tecnologie consentirà, inoltre, di sviluppare una logistica basata sull'analisi predittiva, strumento fondamentale per garantire l'efficienza delle installazioni del futuro. L'analisi predittiva utilizza sia dati storici che in tempo reale per prevedere il comportamento, le tendenze e le abitudini nei cicli operativi e nelle prestazioni delle macchine. Per anticipare le necessità e prendere decisioni migliori, sarà essenziale che i magazzini diventino sempre più flessibili. Joakim Kembro, Direttore del Master in Logistics and Supply Chain Management dell’Università di Lund, afferma che: "La nuova generazione di sistemi automatici dotati di intelligenza artificiale sta cambiando le regole del gioco e fornendo soluzioni flessibili che erano impensabili fino a non molto tempo fa".

L'impegno per la sostenibilità e il rispetto dell'ambiente sarà un'altra delle questioni che definirà i magazzini del futuro. Il rapporto “I magazzini del futuro”, elaborato dalla Società di Consulenza Immobiliare JLL, mostra come la domanda di magazzini ecologici, compresi gli edifici con zero emissioni nette di carbonio, incrementerà nei prossimi 5-10 anni. La logistica sostenibile mira a ridurre l'impronta di carbonio, l'inquinamento e i residui in tutte le fasi di un prodotto: dalla sua fabbricazione, fino al suo stoccaggio, alla preparazione degli ordini e all’invio al cliente finale.

L’iperautomazione è una delle principali caratteristiche dei magazzini del futuro
L’iperautomazione è una delle principali caratteristiche dei magazzini del futuro

Tendenze emergenti nei magazzini del futuro

Le tendenze che segneranno il futuro dei magazzini saranno soggette ai cambiamenti sociali, ai progressi tecnologici nella robotica e nei software, nonché alle nuove modalità operative che derivano dalla modernizzazione dei sistemi industriali e aziendali.

La maggior parte della popolazione mondiale vive nelle aree urbane e, secondo i dati delle Nazioni Unite, la tendenza è che entro il 2050 aumenti quasi del 70%. L'urbanizzazione inarrestabile incide direttamente sulla logistica: incrementa ad esempio la domanda e i prezzi dei terreni edificabili per la costruzione di magazzini vicino alle città. Conosciuti come magazzini micro-fulfillment, le micro-piattaforme logistiche situate nelle aree urbane sono una tendenza emergente perché accorciano la distanza con i clienti e velocizzano le consegne degli ordini.

La scarsità di offerta di terreni industriali urbani ha dato impulso alla logistica immobiliare, la parte del settore dedicata all’affitto e alla vendita di magazzini, capannoni e terreni industriali. La Società di consulenza Deloitte segnala che la richiesta di magazzini crescerà di circa 80 milioni di metri quadri entro il 2023. Davanti a questo scenario di insufficienza di terreni logistici, i magazzini del futuro dovranno cercare soluzioni per ottenere la capacità di stoccaggio necessaria in spazi ridotti. La tendenza che queste installazioni seguiranno per ottimizzare gli spazi implicherà affidarsi ai sistemi di stoccaggio intensivi, sfruttare al massimo l'altezza dell'installazione e implementare un software di gestione che garantisca una maggiore efficienza delle ubicazioni nel magazzino. 

L'esternalizzazione dei processi logistici sarà un'altra delle tendenze emergenti nei magazzini del futuro perché gestire in modo efficiente la logistica sarà sempre più complesso e costoso a causa dell'auge del q-commerce, il cui scopo è offrire consegne ultraveloci. Affidare la logistica a un operatore 3PL significa non dover sostenere il costo del terreno, né della struttura dell'edificio né del personale e anche essere specialisti nel soddisfare le richieste dei clienti. Sta prendendo piede anche il concetto di Supply Chain as a Service, noto come SCaaS, che promuove l'esternalizzazione di tutte o di alcune delle funzioni di gestione della supply chain a un fornitore di servizi.

In che modo i magazzini del futuro moltiplicheranno l’efficienza?

La robotizzazione, protagonista dei magazzini del futuro, promuove la produttività e l'efficienza nel magazzino. L'automazione dei processi logistici consiste nell'implementare soluzioni automatiche in uno o più cicli operativi quali, ad esempio: 

  • Ricevimento: per ottenere una movimentazione fluida della merce dalle baie di carico verso le diverse aree di stoccaggio e/o lavoro, nei magazzini del futuro verranno utilizzati sistemi robotizzati per velocizzare i cicli operativi nella zone di ricevimento. Una soluzione potrebbe essere, ad esempio, quella di dotare le baie di sistemi automatici di carico e scarico dei camion
  • Stoccaggio: nelle future installazioni logistiche sarà comune disporre di sistemi di stoccaggio automatico come trasloelevatori per pallet o trasloelevatori per contenitori (Miniload) per velocizzare il prelievo e la collocazione della merce sulle scaffalature. Questi impianti robotizzati garantiscono cicli di lavoro ininterrotti, veloci e sicuri. 
  • Preparazione degli ordini: l'uso di un software di gestione sarà fondamentale per snellire la preparazione degli ordini nei magazzini del futuro. Un WMS consente, tra le altre funzioni, di ottimizzare i percorsi di picking degli operatori, distribuire la merce in base alle esigenze e digitalizzare la gestione delle informazioni. Allo stesso modo, i cobot (robot collaborativi) e i macchinari industriali (come i robot antropomorfi) incrementano le prestazioni nel processo di picking, soprattutto nella preparazione di ordini con prodotti pesanti. 
  • Trasporto: l'utilizzo dell'automazione nei nuovi impianti consentirà di sostituire i mezzi di movimentazione manuali con sistemi di trasporto automatici di ultima generazione. I trasportatori per pallet, gli AGV o i robot mobili sono alcune delle soluzioni di trasporto robotizzato che ottimizzano i flussi di carico tra le diverse aree del magazzino o delle linee di produzione. Nelle installazioni logistiche del futuro anche i droni saranno una forma di trasporto che potrebbe essere protagonista per movimentare la merce dentro e fuori dagli impianti logistici. 
  • Gestione digitale: il controllo dello stock in tempo reale e il coordinamento completo di tutti i processi giocheranno un ruolo essenziale nei magazzini del futuro. Un programma logistico come un software di gestione magazzino coordinerà i diversi processi che avvengono nel magazzino, per quanto complessi possano diventare nel giro di qualche anno. 

I magazzini del futuro saranno basati sulla digitalizzazione di tutti i loro processi, ricercando alti livelli di efficienza e promuovendo sistemi che offrano flessibilità e scalabilità logistica.

I magazzini del futuro gestiranno tutti i cicli operativi mediante l’uso di un software di gestione
I magazzini del futuro gestiranno tutti i cicli operativi mediante l’uso di un software di gestione

Magazzino del futuro pronto per il domani

I principali obiettivi logistici del magazzino del futuro sono gli stessi perseguiti dai magazzini di oggi: migliorare la produttività, abbassare i costi operativi e fornire un servizio di qualità. La crescita esponenziale del commercio elettronico ha reso questi obiettivi sempre più difficili da raggiungere perché il livello di esigenza dei clienti è incrementato, soprattutto in termini di tempi di risposta.

In futuro, la tendenza sarà orientata verso operazioni logistiche più rapide, efficienti e senza errori. Per questo motivo, i magazzini del futuro si affideranno alla digitalizzazione per realizzare una logistica in cui l'analisi predittiva sarà fondamentale per prevedere ciò che potrebbe accadere sulla base dei dati storici.

Mecalux è specializzata nell'ottenere il massimo rendimento dalla logistica aziendale. Se desideri iniziare ad adattare il tuo magazzino al futuro, non esitare a contattarci. Un nostro esperto ti consiglierà la soluzione più adeguata per rendere più efficiente la tua logistica di oggi e preparata per affrontare le sfide di domani.