Robot nella logistica

Robot nella logistica: l’auge dell’automazione nel magazzino

12 luglio 2022

La robotica nella logistica è una tendenza in crescita che si è consolidata negli ultimi anni. La progressiva complessità del magazzino e la richiesta di cicli operativi veloci ed efficienti hanno portato le aziende ad affidarsi a sistemi robotizzati per automatizzare flussi e zone con magazzini automatici

L'ascesa della robotica nella logistica nasce dalla necessità di ridurre i costi e ottimizzare i processi per migliorare la competitività. A differenza dei mezzi tradizionali, i robot nella logistica garantiscono ottime prestazioni 24h/24, 7 giorni su 7, se necessario, nonché la sicurezza della merce, degli operatori e di tutti gli elementi che fanno parte del magazzino. 

Cos’è la robotica nella logistica? 

I robot nella logistica comprendono qualsiasi sistema o macchina autonoma usata per automatizzare i flussi di merce, massimizzare la sicurezza e incrementare la produttività dei cicli operativi nel magazzino.

L'ingresso di nuove tecnologie in uno qualsiasi dei cicli operativi del magazzino come, ad esempio, la ricezione della merce, lo stoccaggio, la gestione dello stock, la preparazione degli ordini e l'invio della merce, ha portato questi robot ad acquisire un ruolo da protagonisti. Queste soluzioni operano in modo completamente autonomo svolgendo funzioni come la movimentazione dei prodotti tra due punti, la preparazione degli ordini o lo stoccaggio dei prodotti sulle scaffalature.

Sono sempre di più le aziende che valutano l'introduzione di robot nelle loro attività logistiche al fine di eliminare il rischio di errori e aumentare la produttività. Lo conferma il recente studio di McKinsey Automation has reached its tipping point for omnichannel warehouses, che stima il tasso di crescita annuale dell'automazione nei magazzini al 23%: entro il 2030 il fatturato di questo settore raggiungerà i 51.000 milioni di dollari. 

Un trasloelevatore Miniload è un robot logistico incaricato di velocizzare la movimentazione dei contenitori
Un trasloelevatore Miniload è un robot logistico incaricato di velocizzare la movimentazione dei contenitori

Quali robot possono essere utilizzati nella logistica?

La robotica nella logistica usa diverse macchine o robot che ottimizzano i processi, diminuiscono i costi logistici e limitano al minimo il rischio di incidenti. A seconda dei cicli operativi, possono essere utilizzati i seguenti robot:

  • Ricevimento ed invio della merce. Le attività di ricezione e spedizione dei prodotti possono essere eseguite da robot logistici come i sistemi automatici di carico e scarico dei camion, che consentono di caricare e prelevare i pallet dai camion in modo automatico e con un minimo intervento dell'operatore. È possibile anche utilizzare i trasportatori automatici, sia per contenitori che per pallet, per velocizzare le attività di ricezione e spedizione, due processi fondamentali per supportare il maggior numero di movimenti giornalieri in magazzino. 
  • Robot di stoccaggio. In questa categoria si distinguono i trasloelevatori, sia per scatole (Miniload) che per pallet, per la loro capacità e agilità nello stoccaggio e nel prelievo della merce dalle scaffalature. Esistono diversi tipi di trasloelevatori: dai monocolonna ai bicolonna, passando per i trasloelevatori trilaterali automatici. Questi robot logistici si muovono per i corridoi di stoccaggio sia in lunghezza che in altezza per collocare ed estrarre automaticamente i pallet o i contenitori dalle scaffalature. Le aziende con un elevato numero di prodotti in entrata e in uscita possono anche optare per un altro esempio molto comune di soluzione automatizzata: il Pallet Shuttle automatico. Si tratta di un sistema di stoccaggio per compattazione in cui una navetta elettrica si muove all'interno dei canali di stoccaggio, velocizzando il carico e lo scarico dei pallet. 
  • Preparazione degli ordini. I magazzini automatici per contenitori sono una soluzione che esemplifica il concetto di logistica robotica nella preparazione degli ordini. Uno stesso sistema di stoccaggio comprende il trasloelevatore Miniload e i trasportatori per contenitori, per cui gli operatori rimangano presso le stazioni di picking rispettando il criterio di “merce all’uomo” (più noto in inglese come goods-to-person). Un'altra opzione utile per semplificare il picking sono i bracci robotici incaricati di eseguire il pick and place, ovvero, estrarre i prodotti da un’ubicazione per ordinarli e posizionarli in un’altra. 
  • Trasporto interno della merce. I robot logistici come i trasportatori per pallet e i trasportatori per contenitori sono una delle soluzioni più efficienti per facilitare la movimentazione dei prodotti in magazzino perché consentono la realizzazione di circuiti molto vari che collegano diverse aree dell'installazione. Un altro sistema di trasporto per mettere in comunicazione differenti zone del magazzino sono le elettrovie. Si tratta di carrelli automatici (alimentati da un motore elettrico) che si muovono lungo un binario elettrificato sospeso al soffitto o fissato al pavimento del magazzino. Infine, per movimentare la merce tra le varie aree di lavoro, le aziende ricorrono anche ai veicoli a guida automatica (AGV) o ai robot mobili (AMR). 
  • Trasporto. I droni sono di recente entrati nel settore della logistica. Grazie alle loro caratteristiche, possono trasportare e consegnare per via aerea gli ordini richiesti dai clienti. Questa soluzione, tuttora in fase di sperimentazione, offrirebbe vantaggi quali: minori costi, consegne degli ordini più rapide rispetto alla tradizionale distribuzione con i camion, decongestionamento del traffico stradale e, di conseguenza, una significativa riduzione dell'inquinamento. Sebbene questo tipo di consegne sarebbero particolarmente utili nelle aree urbane, possiedono anche un grande potenziale per le aree rurali isolate e remote.
Un Pallet Shuttle automatico è un robot che velocizza l’ubicazione e il prelievo dei prodotti sulle scaffalature
Un Pallet Shuttle automatico è un robot che velocizza l’ubicazione e il prelievo dei prodotti sulle scaffalature

Qual è la situazione della robotica nella logistica?

La robotica nella logistica sta per superare le sue aspettative di crescita. Uno studio della Società di Consulenza americana Boston Consulting Group, Robotics outlook 2030: How intelligence and mobility will shape the future, supera le previsioni di McKinsey e calcola che i robot nella logistica raggiungeranno un volume di affari di 80.000 milioni di dollari entro il 2030

La situazione della robotica nella logistica è molto favorevole perché la simbiosi tra robot e individuo moltiplica la produttività nel magazzino. Nei magazzini automatici, i robot industriali affiancano gli operatori nelle attività più pesanti e ripetitive, in modo che questi possano concentrarsi su operazioni di maggior valore aggiunto. Come sottolinea McKinsey nell'analisi Industry 4.0: Reimagining manufacturing operations after COVID-19: "L'automazione dei processi e l'automazione fisica o la robotica possono integrare il lavoro degli operatori". 

I robot non svolgono solo attività pesanti come la movimentazione della merce o il posizionamento e il prelievo dei prodotti, ma anche fasi più complesse come l'evasione o la spedizione degli ordini nell'ultimo miglio logistico. Nella pubblicazione The adoption of self-driving delivery robots in last mile logistics, redatta congiuntamente dalla Nanjing Forestry University (Cina) e dalla Cardiff Business School (Regno Unito), i suoi autori evidenziano: “La richiesta di consegne senza contatto è aumentata notevolmente nel 2020. Varie aziende tecnologiche stanno testando i loro robot autonomi per eseguire operazioni dell'ultimo miglio. Sebbene la consegna di pacchi tramite droni debba ancora superare alcune problematiche, altre alternative di consegne senza contatto, come i veicoli senza conducente, stanno diventando sempre più popolari”.

L'automazione ha come obiettivo quello di aumentare l'efficienza nei cicli logistici e industriali. Come segnala il professor René De Koster, dell'Università Erasmus di Rotterdam, nel suo studio Automated and robotic warehouses: Developments and research opportunities, tra i principali vantaggi dell'automazione si trova l'ottimizzazione dello spazio (un magazzino automatico può essere costruito su una superficie minore), la produttività e il risparmio su altri costi operativi come il riscaldamento e l’illuminazione.

 

Robot nella logistica: benvenuti nel magazzino del futuro

I robot nella logistica sono entrati nel magazzino e nei centri di produzione per integrare le attività degli operatori e ottenere la massima efficienza e produttività in cicli operativi complessi come la preparazione degli ordini, lo stoccaggio e il prelievo di carichi pesanti e la movimentazione della merce nel magazzino.

Queste soluzioni automatiche si stanno progressivamente consolidando grazie alla comparsa di tecnologie come il machine learning, l'Internet delle Cose Industriali (IIoT) o i big data che incrementano le prestazioni dei robot nella logistica ed eliminano il rischio di errori derivanti dalla gestione manuale. Se sei interessato a conoscere i vantaggi che apporta la robotizzazione di tutta o parte della tua installazione, non esitare a contattarci. Un nostro esperto ti consiglierà la migliore soluzione per il tuo magazzino. 

Missconfigured or missplaced portlet, no content found
Dynamic Content: false
Master Name: Banner-Software-Solutions
Template Key: