Digital twins can represent processes, machinery, workflows, or entire warehouses

La rivoluzione dell’Internet delle Cose Industriali (IIoT)

22 apr 2022

L'IoT (acronimo inglese di Internet of Things) è già una realtà per le aziende più innovative. L'Internet delle Cose Industriali (IIoT) ingloba la rete di oggetti fisici che impiegano sensori e software per collegarsi alla rete e condividere dati , convertendosi così in dispositivi ‘intelligenti’.

Di fatto, la crescita di questa tecnologia aumenterà notevolmente nei prossimi anni: uno studio della società di consulenza Grand View Research stima l’investimento nell’IIoT in 949.000 milioni di dollari.

In questo articolo ti spieghiamo cosa s’intende per IoT applicato all’industria. Quali vantaggi può avere per un’azienda e, soprattutto, quali sono le tendenze che più interesseranno la logistica 4.0.

Cos’è l’IoT Industriale o IIoT

L’Internet delle Cose Industriali applicato al settore industriale costituirà la prossima grande rivoluzione nelle imprese. Questa tecnologia, che consentirà a diversi oggetti di connettersi tra loro e condividere dati, include un insieme di dispositivi che operano tramite Internet e altre piattaforme analitiche, per elaborare i dati raccolti lungo la supply chain.

A differenza dell’IoT generico, più focalizzato sui vantaggi per i consumatori, l'IIoT facilita l'interconnessione di macchine e dispositivi nei processi logistici e industriali con l'obiettivo di migliorare l'efficienza e le prestazioni dei loro processi.

Con un fatturato globale di oltre 14 trilioni di dollari entro il 2030, secondo uno studio della società di consulenza Accenture, l’IIoT insieme allo sviluppo dell'Industria 4.0 consentirà alle aziende di:

  • Rilevare più facilmente le inefficienze e diminuire gli errori il più possibile.
  • Massimizzare l'efficienza nei processi industriali dell'azienda.
  • Risparmiare tempo e denaro sui costi logistici.

Applicazioni dell’IoT Industriale

Il Consorzio di Internet Industriale (IIC, sigla in inglese), un organismo composto da oltre 200 aziende dedite a promuovere l'impiego dell’Internet of Things in ambito industriale, mette in evidenza le 15 modalità d’uso più comuni che avrà questa tecnologia:

  • Applicazioni di stoccaggio intelligenti.
  • Manutenzione predittiva e remota dei macchinari.
  • Controllo del carico, dei beni e del trasporto.
  • Logistica connessa.
  • Misurazione intelligente di ogni processo logistico.
  • Applicazioni nelle “città intelligenti" (smart cities )
  • Agricoltura intelligente e controllo del bestiame.
  • Sistemi di sicurezza industriale.
  • Ottimizzazione dei consumi energetici.
  • Riscaldamento industriale, ventilazione e aria condizionata.
  • Monitoraggio delle attrezzature di produzione.
  • Asset tracking e logistica intelligente.
  • Monitoraggio di ozono, gas e temperatura in ambienti industriali.
  • Sicurezza e salute dei lavoratori.
  • Gestione delle prestazioni degli asset nel magazzino.

Riassumendo, secondo l'ICC, l'IIoT attraverso il monitoraggio dei processi incrementerà l’efficienza degli impianti di stoccaggio e la sicurezza nei cicli operativi, in particolare in quelli più complessi o che possono rappresentare un rischio sia per la merce che per gli operatori.

Differenze tra IIoT e Industria 4.0

È normale confondere i termini IIoT e industria 4.0. Sebbene entrambi i concetti vadano di pari passo quando si tratta di accrescere la competitività complessiva delle aziende, di seguito riportiamo le caratteristiche di entrambi:

Industria 4.0 IIoT
Digitalizzazione Big data e analitica
Automazione Dispositivi interconnessi
Nuovi materiali Manutenzione predittiva
Tecniche di miglioramento dei processi Sicurezza industriale

La tecnologia è una delle molteplici soluzioni alle sfide presentate dall'Industria 4.0: comprende lo scambio di dati e informazioni tra tutti i dispositivi presenti nel magazzino. Al contrario, l’Industria 4.0 definisce il nuovo paradigma e le nuove sfide che le aziende devono affrontare: miglioramento dei processi, automazione e digitalizzazione per rimanere competitivi in un ambiente così complesso.

Vantaggi dell’IoT Industriale

L'introduzione dell’IoT nell'industria fornirà al settore una serie di vantaggi per raggiungere l'obiettivo di qualsiasi processo logistico: massimizzare la redditività riducendo i costi operativi. Tra i molteplici vantaggi per l'industria sottolineiamo:

  • Maggiore efficienza e produttività del magazzino: l'interconnessione tra persone e macchine semplificherà l'ottimizzazione di ogni processo logistico.
  • Manutenzione predittiva dei macchinari: le macchine saranno dotate di sensori che, senza intervento umano, avviseranno gli operatori del rischio di guasti prima che si verifichino. Grazie a questa funzione, la produttività di ogni ciclo operativo migliorerà.
  • Nuove opportunità di business: monitorare ogni dato prodotto dall'azienda consentirà di anticiparsi alle nuove tendenze del mercato e prevedere quale segmento di affari può essere più interessante per l'azienda.
  • Miglioramento dell'efficienza energetica: l'introduzione dell'Internet delle Cose cambierà il modello di efficienza energetica, poiché i magazzini saranno dotati di sensori che aiuteranno a ottimizzare il consumo energetico.
  • Sicurezza industriale: la connettività è considerata il miglior alleato per la sicurezza nel magazzino. I processi che coinvolgono elementi IIoT saranno dotati di sensori e monitor per prevenire qualsiasi incidente che potrebbe verificarsi nell’installazione.
Uno studio di Gartner auspica che nel 2022 l’85% delle aziende avranno introdotto la robotica nei propri magazzini
Uno studio di Gartner auspica che nel 2022 l’85% delle aziende avranno introdotto la robotica nei propri magazzini

Presente e futuro dell’IoT industriale

L’IoT industriale rappresenterà una rivoluzione della supply chain in tutti gli aspetti: dal trasporto allo stoccaggio passando per le operazioni più complesse come, ad esempio, il controllo qualità.

Tuttavia, le installazioni più innovative stanno già utilizzando tecnologie che dipendono direttamente dall'interconnessione e dallo scambio di informazioni tra le macchine. Ad esempio, l'uso dei digital twinsè una realtà per le aziende con magazzini 4.0. È già possibile creare repliche con alta precisione di un'installazione e dei suoi flussi di lavoro, il che permette di simulare modifiche e miglioramenti in modo digitale, senza alterare la reale struttura del magazzino.

C’è di più: l'automazione del magazzino (la società di consulenza Gartner calcola che l'85% delle aziende farà uso della robotica nelle proprie installazioni entro il 2022), l’introduzione di smart tag (mediante tecnologia NFC) per incrementare l'efficienza nel picking o il miglioramento predittivo dei software di gestione magazzino sono alcune delle principali innovazioni che rivoluzioneranno il settore.

In conclusione, l'Internet delle Cose Industriali offrirà un'ampia gamma di opzioni di miglioramento in tutti i cicli operativi, soprattutto in quelli che oggi risultano particolarmente complessi e ai quali vengono destinate un maggior numero di risorse, come la preparazione degli ordini o la gestione dell’ultimo miglio.

Missconfigured or missplaced portlet, no content found
Dynamic Content: false
Master Name: Banner-Software-Solutions
Template Key: