Smart warehouses are an evolution of automated installations

Magazzini intelligenti: dall’automazione ai big data

30 marzo 2022

I magazzini intelligenti sono centri logistici che utilizzano le tecnologie di ultima generazione per aumentare l’efficienza di alcuni processi, tra cui il ricevimento della merce, la preparazione degli ordini o lo stoccaggio dei prodotti. 

Con un volume complessivo di mercato che, secondo la società di consulenza Logistics IQ, raggiungerà i 27.000 milioni di dollari entro il 2025, questi magazzini sono diventati l’obiettivo di quelle aziende che intendono ottimizzare i loro processi.

In questo articolo, analizziamo quali sono i cosiddetti magazzini intelligenti, quali vantaggi comporta l’implementazione di un centro logistico con queste caratteristiche e quali sono le tecnologie coinvolte. 

Che cos’è un magazzino intelligente? 

Il magazzino intelligente, un’evoluzione del magazzino automatico, è un impianto in cui i processi logistici sono eseguiti principalmente da robot o mezzi di sollevamento automatici gestiti da un software e integrati con tecnologie avanzate come il machine learning, l’intelligenza artificiale, i big data, la realtà aumentata o i sensori collegati dell’IIOT (Industrial Internet Of Things). 

Los almacenes inteligentes cuentan con un software de gestión de almacenes que coordina todos los procesos que tienen lugar en el interior de la instalación
I magazzini intelligenti sono dotati di un software gestionale che coordina tutti i processi all’interno dell’impianto

Questo tipo di centri logistici, inquadrati nel contesto dell’industria 4.0 e delle smart factory, ricorrono quindi alle tecnologie di ultima generazione per ridurre le attività più ripetitive e permettere agli operatori di dedicarsi ai cicli operativi che rappresentano un valore aggiunto per il prodotto. 

Nei magazzini intelligenti, i mezzi di sollevamento tradizionali come i carrelli elevatori sono sostituiti con i trasloelevatori o persino con i droni e i robot, mentre le attività sono organizzate da un software di gestione magazzino (WMS). Il software coordina gli operatori e i mezzi di sollevamento in vari processi, tra cui il ricevimento o la preparazione degli ordini, al fine di ottimizzare le risorse del magazzino. 

Questo tipo di magazzino si sviluppa partendo da quattro tecnologie chiave:

  • Automazione dei magazzini.
  • Software di gestione magazzino (WMS) e altre applicazioni come ERP, WCS o MES
  • Sistemi di identificazione a radiofrequenza (RFID).
  • Tecnologie rivoluzionarie: blockchain, big data, AIoT ecc. 

Vantaggi (e svantaggi) di un magazzino intelligente

Passare da un magazzino tradizionale a un impianto di stoccaggio intelligente comporta importanti vantaggi per la logistica di un’azienda. Vediamo i principali: 

  • Ottimizzazione delle risorse in magazzino. 
  • Incremento della produttività (aumento dei cicli di prelievo e deposito della merce).
  • Disponibilità di un inventario in tempo reale.
  • Efficienza nella preparazione degli ordini (percorsi di picking ottimizzati).
  • Maggiore fluidità nei processi logistici.
  • Maggiore sicurezza per i dipendenti, i sistemi di stoccaggio e la merce.
  • Aumento della capacità di stoccaggio dell’impianto. 
  • KPI logistici aggiornati in tempo reale.
  • Controllo totale dello stato della merce.
  • Previsione della domanda più puntuale.
  • Tracciabilità del prodotto completa e automatizzata.

Tuttavia, per un centro logistico, puntare sulle tecnologie più recenti comporta anche una serie di svantaggi: 

  • Elevato investimento iniziale, dovuto al costo dei sistemi di stoccaggio automatico e all’implementazione del WMS. Non a caso, il ritorno sull’investimento di un progetto con queste caratteristiche oscilla tra i 4 e i 7 anni (a seconda del paese e del settore), mentre il ROI di un WMS non dovrebbe superare i 18 mesi. 
  • Costi di formazione per gli operatori, che dovranno imparare a combinare il proprio lavoro con i mezzi di movimentazione robotizzati. 

In sostanza, le aziende integrano gradualmente soluzioni automatiche per trasformare il proprio centro logistico in un magazzino intelligente. Nonostante lo sforzo iniziale che implicano, questi impianti consentono alle aziende di ridurre i costi logistici grazie al controllo continuo dello stock e alla garanzia della massima produttività.

L’automazione del magazzino

Il tratto distintivo del magazzino intelligente è la sostituzione del lavoro manuale con quello robotizzato. Le soluzioni automatiche integrabili in un magazzino sono numerose: dai trasloelevatori per accelerare l’estrazione e l’ubicazione della merce, fino ai robot collaborativi (cobot) che accelerano i processi di picking. Vediamo i sistemi più importanti: 

  • Sistemi di stoccaggio automatizzato: questa categoria include tutti gli elementi che semplificano l’estrazione e l’introduzione delle unità di carico dalle scaffalature. In particolare, segnaliamo i trasloelevatori per pallet, il Pallet Shuttle, il miniload per contenitori o, persino i veicoli AGV (filoguidati o laser guidati). 
  • Sistemi di trasporto automatizzato: soluzioni automatiche che accelerano il trasferimento dei prodotti da una zona all’altra del magazzino. Ad esempio, i circuiti di trasportatori per contenitori o pallet, il sistema di trasporto automotore (EMS), i droni o i robot autonomi.
  • Soluzioni per la preparazione degli ordini: tutti i sistemi automatizzati che sveltiscono le attività di picking dell’operatore. In questa categoria, rientrano soluzioni che spaziano dal pick-to-light o dal voice-picking fino al braccio robotico o alle stazioni di picking ad alto rendimento.

Software nel magazzino intelligente

L’implementazione di un software logistico è fondamentale per garantire un controllo totale dello stock del magazzino e, soprattutto, per garantire la tracciabilità del prodotto nel suo percorso all’interno dell’impianto, una caratteristica sempre più richiesta dalle aziende. A tale scopo, esistono numerose applicazioni da sincronizzare con l’applicativo ERP dell’azienda per ottimizzare i processi aziendali. Tra le principali, si annoverano:

  • Software di gestione magazzino (WMS): può essere considerato come la mente del magazzino, in grado di coordinare tutti i processi che si svolgono al suo interno, dal ricevimento fino all’ordine di uscita. Senza dilungarsi oltre, Easy WMS, il software proposto da Mecalux, comprende più di 80 funzionalità avanzate che vanno dalla gestione dei percorsi di spedizione fino al cross-docking o al wave picking
  • Software di controllo magazzino (WCS): questa applicazione coordina le attività dei vari mezzi di sollevamento automatici con gli ordini trasmessi dal WMS. Si tratta quindi di un elemento essenziale dei magazzini intelligenti poiché garantisce il corretto funzionamento dell’intero impianto. 
  • Manufacturing Execution System (MES): nei magazzini intelligenti con linee di produzione, questo sistema informatico agevola il sequenziamento delle attività di produzione, l’assegnazione delle attività agli operatori o il controllo della qualità della materia prima utilizzata e del prodotto finale.

Sistemi di identificazione a radiofrequenza (RFID)

Nei magazzini intelligenti, i tag RFID stanno diventando sempre più comuni come sistema di codificazione della merce al posto dei tradizionali codici a barre. Perché?

Il sistema RFID utilizza le onde radio per lo scambio di informazioni; in questo modo, è possibile conoscere l’ubicazione di tutto lo stock senza necessità di leggere le singole etichette. 

Comunque, non è un requisito indispensabile per un impianto intelligente; un magazzino automatico può funzionare perfettamente con codici a barre, come di fatto accade nella maggior parte dei casi.

Tecnologie avanzate: IIoT, big data e blockchain

Una caratteristica fondamentale dei magazzini automatici è l’innovazione, la ricerca e l’implementazione delle nuove tecnologie nell’ambito della logistica dell’azienda. Sebbene emergano sempre nuove conoscenze che riguardano tanto il settore quanto l’intera popolazione, le tendenze che hanno più possibilità di rivoluzionare il magazzino sono le seguenti:

  • AIoT: la combinazione di intelligenza artificiale e IoT, ossia la capacità degli oggetti di interagire senza l’intervento umano. Questa tecnologia favorirà lo sviluppo di magazzini senza operatori come le dark warehouse
  • Big data: le tecniche di miglioramento continuo sono decisive per garantire la competitività di un’azienda. La raccolta e l’analisi delle procedure è fondamentale per comprendere quali hanno margine di miglioramento. Applicazioni come Supply Chain Business Intelligence aiutano il Responsabile logistico ad aumentare il valore dei cicli operativi grazie alla raccolta e all’organizzazione delle informazioni inerenti agli eventi del magazzino. 

Magazzino intelligente: ottimizzazione e produttività per la nuova logistica

I magazzini intelligenti nascono per rendere efficiente la logistica delle aziende permettendo di ridurre i costi e di incrementare i cicli in entrata e in uscita. 

Per questo motivo, sempre più aziende implementano sistemi di stoccaggio automatico e ne digitalizzano i processi, essendo l’unico modo di garantire la produttività e il controllo sulla tracciabilità del prodotto. 

Da oltre 50 anni, Mecalux offre soluzioni personalizzate per ogni esigenza dei clienti. Contattaci, un esperto del nostro team ti consiglierà sul tuo progetto logistico.

Missconfigured or missplaced portlet, no content found
Dynamic Content: false
Master Name: Banner-Software-Solutions
Template Key: