Sistemi Push e Pull applicati alla logistica di produzione

31 agosto 2021

I sistemi push e pull sono i due metodi di produzione più utilizzati ed esercitano un impatto diretto sulla gestione dell’inventario, elemento essenziale del magazzino. Un prodotto deve essere fabbricato in anticipo o nel momento in cui viene comprato? Optare per una o l’altra strategia ha conseguenze importanti, non solo sulla forma di produrre ma anche sull’organizzazione del magazzino e sulla logistica dell’azienda. La scelta di una o dell’altra inciderà direttamente anche sui costi da assumere e sulla redditività dell’azienda.

In questo post analizziamo e spieghiamo i vantaggi, gli svantaggi e le differenze tra il sistema push e il sistema pull, così come l’effetto che hanno sulla logistica industriale (o di produzione) di ogni impresa.

Push e pull: cosa sono e in cosa si differenziano

Push e pull sono sistemi produttivi che si caratterizzano per organizzare la produzione in funzione della domanda e che si differenziano proprio nella scelta del momento in cui iniziare la produzione: prima o dopo che si realizzi l’acquisto del prodotto.

Nel sistema push (a spinta in italiano) il prodotto viene fabbricato in anticipo. Per tanto, questo modello è direttamente relazionato con la previsione della domanda, poiché è indispensabile conoscere previamente e con la massima precisione quali saranno i prodotti richiesti dai clienti, quando e in che quantità.

Al contrario, il sistema pull (a trazione in italiano) adatta la produzione alla domanda effettiva, ciò significa che il prodotto viene realizzato solamente quando viene effettuato l’acquisto, ovvero, nel momento in cui l’azienda riceve la richiesta da parte del cliente, al quale dà una determinata data di consegna. L’adozione di questo metodo, che non contempla lo stock di sicurezza del prodotto finito, è tipica di società specializzate in prodotti realizzati a richiesta o completamente personalizzati. Un esempio calzante è l’industria automobilistica.

La principale differenza tra i sistemi push e pull è nell’inizio del processo di produzione
La principale differenza tra i sistemi push e pull è nell’inizio del processo di produzione

Vantaggi e svantaggi del sistema push

Il vantaggio più rilevante della produzione push è che i costi di produzione per unità di prodotto si abbassano al minimo in quanto la produzione avviene in grandi quantità. Questo si conosce come economia di scala: il fornitore diminuisce le sue spese incrementando il volume di produzione. Per adattarsi a possibili variazioni della domanda è fondamentale che il sistema di produzione sia rapido e flessibile. In questo modo l’azienda avendo una maggiore pianificazione dell’attività potrà realizzare una logistica di approvvigionamento efficace, soddisfacendo la domanda e riducendo al minimo i costi operativi di stoccaggio.

Lo svantaggio principale di questa strategia si riferisce ai rischi associati a possibili errori nel demand planning, come il pericolo di una rottura di stock (la domanda supera le previsioni) o la minaccia dell’overstock (la produzione supera la domanda stimata).

Vantaggi e svantaggi del sistema pull

I maggiori benefici della produzione pull sono l’eliminazione della sovrapproduzione e la diminuzione delle spese di stoccaggio. Per di più, viene limitata la forte dipendenza tra fabbricazione e analisi predittiva, che cerca di anticipare i cambiamenti delle abitudini di consumo. La maggior parte delle aziende che scelgono il modello pull adottano il sistema just-in-time (JIT), che ottimizza i costi derivati dalla gestione ed è strettamente relazionato con la filosofia lean logistics, il cui obiettivo principale è quello di ridurre le spese logistiche eliminando i processi che non apportano un valore reale.

Un altro punto di forza della strategia pull e della produzione a richiesta è la capacità di personalizzare un prodotto secondo il gusto del cliente; il che si converte in un vantaggio competitivo.

Inoltre, la strategia pull viene solitamente applicata quando si preferiscono pratiche logistiche più sostenibili per ridurre l’impatto ambientale nella fabbricazione e nello stoccaggio dei prodotti.

Lo svantaggio più noto del sistema pull è che, in genere, esige un maggior tempo di produzione, che obbliga le imprese ad avvisare i clienti che la consegna del prodotto non sarà immediata. Oltretutto, il costo della fabbricazione per unità aumenta: il prodotto non viene fabbricato in grandi quantità e, quindi, non si sfrutta l’economia di scala.

Il sistema pull promuove l’implementazione di una logistica sostenibile
Il sistema pull promuove l’implementazione di una logistica sostenibile

Adattare la logistica alla strategia push o pull

A livello logistico, la scelta della strategia di produzione push o pull incide su differenti caratteristiche e cicli operativi del magazzino:

  • Capacità di stoccaggio: se si opta per un sistema push sarà necessario disporre di uno spazio di stoccaggio maggiore, considerato che tutto lo stock che si produce per anticipare la domanda dovrà essere alloggiato nel magazzino. Le scaffalature drive-in sono ideali per ottimizzare lo spazio di stoccaggio.
  • Preparazione degli ordini: deve essere veloce ed efficace quando si implementa la strategia pull, affinché si possano rifornire le linee di produzione con la merce necessaria nel momento preciso.
  • Flussi di movimentazione: impiegare sistemi di stoccaggio e mezzi di sollevamento, come sistemi di trasporto per pallet o elettrovie, permette una fluida comunicazione tra la zona di produzione e il magazzino; fattore chiave nel modello pull.
  • Gestione dell’inventario: indipendentemente dalla strategia impiegata, è imprescindibile fare un registro dei movimenti del magazzino e, allo stesso tempo, valutare la quantità di prodotti in stock. Per fare ciò, è altamente consigliato installare un software per gestione magazzino (WMS), oltre a un sistema ERP e a un sistema MRP (Material Requirements Planning).

La logistica di tutta l’azienda è direttamente relazionata con la strategia di produzione adottata. Per questo motivo, è imprescindibile adeguare detta metodologia per avere una supply chain il più efficace possibile.

Esempi di sistema push e pull

La scelta del sistema di produzione è influenzata principalmente dal tipo di prodotto fabbricato e dalla sua domanda.

In genere, il modello push si applica nelle industrie o imprese nelle quali è più facile prevedere la domanda, come quelle vincolate a prodotti con forte stagionalità. Un esempio è Schaal Chocolatier, leader nella produzione di cioccolato di grande qualità che si avvale del sistema di produzione push per anticipare gli incrementi della domanda in determinati periodi dell’anno, in particolare a Pasqua e a Natale. Per disporre di una supply chain efficace Schaal Chocolatier si affida ad un magazzino automatico per pallet, tecnologico e moderno, realizzato da Mecalux.

Il metodo pull è altamente consigliato nelle aziende che commercializzano prodotti con un elevato costo di produzione, che li rende impossibile mantenerli in stock aspettando che si effettui la vendita. Questa strategia è adottata anche con prodotti che offrono un alto grado di personalizzazione con la previsione di avvicinarsi il più possibile alle richieste del cliente. Questo è il caso del fabbricante di mobili Forma 5. Tutta la sua logistica è just-in-time, vale a dire, la zona di produzione è collegata, mediante il software di gestione magazzino Easy WMS di Mecalux, con i 35 magazzini dei suoi fornitori, per poter così ricevere i prodotti semilavorati necessari nel momento opportuno.

Ci sono, settori che si servono di una strategia combinata di gestione push e pull. Nell’industria automobilistica, ad esempio, si fabbricano veicoli con prestazioni di serie (il sistema push), ma anche altri a richiesta, con caratteristiche personalizzate (sistema pull). Il fabbricante di automobili Zbeda Group (Israele) possiede un magazzino automatico per contenitori (progettato e installato da Mecalux) che rifornisce le linee di produzione, sia per la produzione di veicoli a richiesta, sia quando fabbrica auto di serie.

Implementare un WMS come Easy WMS aiuta i sistema pull e push a non commettere errori
Implementare un WMS come Easy WMS aiuta i sistema pull e push a non commettere errori

Strategie adattate alle esigenze della logistica di produzione

Gestire correttamente l’approvvigionamento e controllare con successo la previsione della domanda e il suo effetto sull’inventario sono le sfide logistiche principali per qualsiasi produttore, anche se le caratteristiche specifiche di queste esigenze si vedono delimitate dalla loro strategia di produzione.

Vuoi implementare un sistema push o pull ma credi che la tua intralogistica non sia preparata? Contatta Mecalux, un nostro esperto ti aiuterà a trovare la soluzione migliore in base alle necessità della tua azienda.