La movimentazione dei carichi dal centro di produzione al magazzino fa parte delle operazioni di logistica interna

Intralogistica: 4 trend per ottimizzare la logistica interna

23 gennaio 2020

Con il termine intralogistica ci si riferisce all'organizzazione dei flussi di materiali e informazioni che si verificano all’interno dei confini dell'azienda. Con questo termine si identificano quindi i processi di logistica interna, come ad esempio la movimentazione di merci, la gestione del magazzino e dello stock.

Vediamo più dettagliatamente in cosa consistono:

  • Movimentazione interna di materiali: comprende tutti i trasferimenti di carichi che avvengono all'interno del perimetro aziendale, anche quando si tratta di trasferire la merce tra i diversi impianti di produzione dell'azienda e i rispettivi magazzini, come avviene nel caso delle imprese manifatturiere.
  • Gestione delle scorte e dei flussi di dati: tutti i movimenti fisici delle merci devono essere registrati in un sistema informatico al fine di controllare le fluttuazioni delle scorte, di localizzare i materiali con facilità e di gestire il rifornimento. Questo compito viene generalmente svolto da diversi software sviluppati per gestire al meglio le scorte. I moderni sistemi informatici sono in grado di monitorare i flussi sia in fase di acquisizione (in entrata) sia in fase di fatturazione (in uscita).
  • Gestione del magazzino: comprende tutte le operazioni che avvengono all'interno delle strutture di stoccaggio: preparazione degli ordini, gestione dell'ubicazione del prodotto, ricezione e spedizione della merce, tra gli altri processi.

All’intralogistica si contrappone la logistica esterna, che si occupa del trasporto dei prodotti verso la loro destinazione finale. Dall’efficienza della logistica interna dipenderà il successo di un’azienda. Vediamo quindi alcune soluzioni intralogistiche per ottimizzare il magazzino esaminando i casi reali di aziende che hanno implementato strategie innovative.

Obiettivo efficienza: intralogistica 4.0

Il moltiplicarsi dei flussi e l'aumento dell'interconnettività hanno dato origine al concetto di logistica 4.0, nato parallelamente alla nascita della cosiddetta industria 4.0. La digital transformation e il suo rapporto con sistemi sempre più intelligenti, hanno avuto un impatto significativo sull'organizzazione dell’intralogistica delle aziende, che cercano di ridurre al massimo i costi operativi.

Vediamo alcune strategie e strumenti utili per passare da una logistica interna tradizionale a una evoluta.

1. Pianificazione strategica e integrazione 4.0

Pianificare la logistica interna è una sfida di precisione in cui è necessario sincronizzare le operazioni di produzione e stoccaggio. Ciò comporta l'integrazione del lavoro dei diversi dipartimenti che hanno un ruolo rilevante nella gestione della logistica interna: acquisti, marketing, stoccaggio, produzione per citare i più importanti.

Per quanto riguarda i flussi informativi, è bene farli convergere in moduli (software) sviluppati ad hoc così da poter gestire i dati in maniera specifica. Ad esempio, il modulo del WMS disegnato per la produzione offre interessanti funzionalità per la gestione di materiali grezzi e semilavorati, a cui si somma il controllo - via database del WMS (e in combinazione con il sistema ERP) - dei prodotti finiti. La presenza di moduli dedicati fornisce una maggiore integrazione di tutti i processi e contribuisce a migliorare l’intralogistica di un’azienda.

A parte il necessario adeguamento dei sistemi software, per una logistica interna 4.0 è auspicabile intervenire anche sul layout di magazzino e sui sistemi di stoccaggio al di massimizzare la capacità del magazzino. Un approccio lean è sicuramente indicato al fine di risultare competitivi.

I trasloelevatori per pallet accelerano la movimentazione interna dei carichi, fattore chiave per migliorare l’efficienza intralogistica
I trasloelevatori per pallet accelerano la movimentazione interna dei carichi, fattore chiave per migliorare l’efficienza intralogistica

2. Automazione industriale e movimentazione

Il trasferimento dei carichi rappresenta una grande fetta dei costi logistici. I flussi di materiali oggi vengono gestiti in maniera completamente diversa rispetto al passato. Ciò si deve all’arrivo dei sistemi automatici quali i trasloelevatori e trasportatori.

L'automazione risultati eccellenti soprattutto nei magazzini in cui si registra un elevato volume di operazioni ripetitive. La movimentazione di carichi pesanti e pallet viene potenziata grazie a questi sistemi; al contempo il lavoro degli operatori può essere indirizzato verso task più importanti.

Nel caso delle imprese produttrici, i magazzini annessi alla produzione devono assorbire i flussi provenienti dalla fabbrica. Spesso si tratta di grandi volumi, pertanto queste installazioni devono garantire la continuità dei processi produttivi. È in questi casi che i sistemi automatici giocano un ruolo cruciale a livello intralogistico.

Va sottolineata l’importanza di queste soluzioni di stoccaggio per la logistica e-commerce di numerose imprese. Nel commercio elettronico l’intralogistica deve essere veloce ed è essenziale trasferire pacchi e scatole di dimensioni e peso inferiori da una parte all’altra del magazzino nel minor tempo possibile.

3. Robotizzare il pick & pack

Nei magazzini robotizzati, macchine e operatori si dividono i compiti: quelli più ripetitivi e pesanti vengono automatizzati, mentre per le task più complesse ci si affida ai dipendenti. Gli operatori sono l'epicentro della logistica interna: consentono al magazzino di continuare a funzionare a pieno regime.

Pertanto, i progressi nell'intralogistica tengono conto anche della sicurezza e dell'ergonomia del lavoro svolto. Ad esempio, i cobot o i robot collaborativi, come i bracci antropomorfi o le macchine imballatrici, riducono il carico di lavoro fisico degli operatori, specialmente nelle attività di picking e packing. Allo stesso modo, il carico di lavoro degli operatori è controllato e distribuito equamente grazie ai moduli dei software WMS, evitando così sovraccarichi e problemi di produttività legati a un’organizzazione del lavoro poco efficiente.

Installare
Installare "robot" migliora la sicurezza dell'operatore in ambito intralogistico

4. Monitoraggio del magazzino con WMS e IoT

I moderni sistemi di stoccaggio sono dotati di numerosi dispositivi intelligenti. Sono pertanto interconnessi e accelerano i flussi intralogistici. L’implementazione di un software per la gestione del magazzino consente di controllare e registrare ogni movimento che le merci realizzano tra le strutture dell'azienda, assicurandone la tracciabilità. Il software organizza le fasi di ricevimento, deposito, prelievo e spedizione.

La presenza di dispositivi IoT (Internet of things o Internet delle cose) nel magazzino è essenziale per trasferire informazioni dall'ambiente reale all'ambiente digitale. Vediamo alcuni esempi di legame tra dispositivi e sistemi: tablet (Pallet Shuttle), cuffie (Voice Picking), terminali a radiofrequenza o pulsanti luminosi (Pick-to-light). I sistemi interconnessi “smistano” gli ordini agli operatori e ai sistemi automatici (qui avviene una comunicazione diretta tra software di controllo e software WMS) e viceversa.

I software WMS integrano una grande quantità di informazioni utili per la gestione della logistica interna
I software WMS integrano una grande quantità di informazioni utili per la gestione della logistica interna

Soluzioni di intralogistica

La catena di approvvigionamento dipende da fattori interni (controllabili) ed esterni (incontrollabili). Nonostante le nuove tecnologie stiano migliorando la capacità delle imprese di reagire tempestivamente agli imprevisti che si presentano lungo l’intera supply chain (vedere i vantaggi legati ai Big Data nella logistica), la logistica interna resta una delle aree con maggiore potenziale di miglioramento, in quanto le aziende hanno maggiore controllo sui propri processi.

Mecalux vanta più di 50 anni di esperienza nell'ottimizzazione dei processi intralogistici. Il nostro approccio parte dall'analisi della situazione della tua azienda e degli obiettivi che desideri raggiungere, al fine di individuare la soluzione migliore.

Migliora la logistica interna, scegli un partner affidabile, conta su di noi. I nostri esperti esamineranno il tuo magazzino e, se necessario, lo visiteranno per creare un progetto a misura della tua impresa. Nel frattempo, ti invitiamo a consultare alcuni dei nostri numerosi progetti consultando la sezione dedicata ai case study.