L’m-commerce è una nuova tendenza di mercato che comprende qualsiasi attività commerciale realizzata mediante dispositivi mobili

L’m-commerce (mobile commerce) e il suo impatto sulla logistica

04 aprile 2022

L'm-commerce, acronimo di mobile commerce, è il tipo di commercio elettronico che utilizza dispositivi quali smartphone o tablet per la compravendita di prodotti e servizi, sia mediante una specifica app o dal browser del proprio dispositivo.

La popolarità degli smartphone e l’omnicanalità hanno incentivato il ruolo dei dispositivi mobili negli acquisti online. Gli smartphone sono onnipresenti e al giorno d'oggi vengono impiegati per effettuare tutti i tipi di gestioni. Di conseguenza, avere un negozio online non è più sufficiente. Le aziende che vogliono rimanere competitive devono offrire un'esperienza di acquisto ottimale progettata per gli smartphone e la logistica deve esserne all’altezza. 

Cos’è l’m-commerce?

L’m-commerce può essere definito come qualsiasi attività commerciale (acquisto o vendita) effettuata da un dispositivo mobile. In altre parole, il mobile commerce ingloba le attività e le transazioni d’acquisto effettuate tramite dispositivi mobili e reti wireless. Il mobile commerce può prodursi tra aziende (m-commerce B2B), aziende e clienti finali (m-commerce B2C) o tra consumatori finali (m-commerce C2C).

L’m-commerce include qualsiasi acquisto realizzato attraverso un dispositivo mobile
L’m-commerce include qualsiasi acquisto realizzato attraverso un dispositivo mobile

I principali canali di vendita m-commerce sono: web ottimizzate per smartphone (e che possono funzionare in piattaforme come Prestashop, Shopify…), marketplace e web di terzi che siano già perfettamente integrate nell’ecosistema mobile (eBay, Amazon…) e applicazioni web per smartphone proprie dei negozi

Le campagne di marketing per m-commerce, dal canto loro, sono rivolte agli utenti che acquistano con i loro smartphone e, quindi, vengono lanciate attraverso questo canale. Ad esempio, mediante SMS o pubblicità segmentata che l'utente vede solo quando si connette con un dispositivo mobile.

La popolarità degli smartphone in tutti i settori e il consolidamento del 5G aprono le porte a una maggiore presenza del mobile commerce nelle vendite e-commerce. Uno studio di Insider Intelligence rileva che entro il 2024, due statunitensi su tre utilizzeranno un dispositivo mobile per effettuare acquisti online. 

M-commerce vs e-commerce

La principale differenza tra il mobile commerce e l’e-commerce è il dispositivo dal quale si effettua l’acquisto online: nell’m-commerce la vendita si produce attraverso uno smartphone o un tablet, e ciò semplifica ad esempio la geolocalizzazione degli utenti.

L’uso di un dispositivo mobile consente inoltre azioni di comunicazione più dirette con il cliente finale, come notifiche push sotto forma di avvisi o consigli sui prodotti in base alla cronologia delle ricerche di ciascun cliente.

La preparazione degli ordini è un ciclo operativo chiave nella logistica mobile commerce
La preparazione degli ordini è un ciclo operativo chiave nella logistica mobile commerce

L’m-commerce ha favorito un altro trend di mercato: oggi i clienti chiedono un’esperienza omnichannel che gli permetta di comprare i prodotti con uno smartphone, ma poterli ritirare in un negozio fisico. Questi nuovi standard commerciali complicano i cicli logistici, perché si moltiplicano le destinazioni di invio (last mile fino al cliente finale e mezzo miglio per centri micro-fulfillment o dark stores).

Le sfide logistiche dell’m-commerce e come risolverle

L’uso di smartphone e tablet come dispositivi di acquisto aumenta le opportunità (e le difficoltà) nella gestione logistica. Le sfide logistiche del mobile commerce sono strettamente legate a quelle dell'ascesa del commercio elettronico: 

  • Ottimizzare i tempi di consegna.
  • Organizzare in modo efficiente il processo di spedizione.
  • Diminuire gli errori nella preparazione degli ordini. 
  • • Integrare i punti vendita online con lo stock del negozio. 

La gestione manuale della merce non è più sufficiente per organizzare la logistica di aziende con transazioni m-commerce. L'implementazione di un software che automatizzi il controllo dello stock e organizzi il funzionamento di uno o più magazzini dell'impresa (modello multimagazzino) diventa quindi una necessità.

 

Un software di gestione magazzino (WMS) come Easy WMS offre un modulo specifico per affrontare le sfide del mobile commerce: Marketplaces & Ecommerce Platforms Integration. Si tratta di un programma che sincronizza il catalogo digitale con i differenti punti vendita online (app, piattaforme e-commerce o marketplace) con lo stock fisico del magazzino. Questa funzione avanzata evita che gli utenti possano effettuare ordini di articoli attualmente esauriti. Questo vantaggio viene sfruttato ad esempio dall’azienda e-commerce Global Freaks, che aggiorna automaticamente lo stock della sua pagina web su PrestaShop, EBay o Amazon tenendo conto delle scorte reali del magazzino.

Esempi di m-commerce: soluzioni logistiche per il magazzino

Mecalux ha equipaggiato molti magazzini per aziende con strategie di mobile commerce. Un esempio è la soluzione completa installata nel nuovo magazzino del negozio di moda online Espace des Marques a La Boissière-des-Landes (Francia). 

Questa struttura logistica combina scaffalature con passerelle e sistemi di trasportato per contenitori con il software di gestione magazzino Easy WMS di Mecalux e il modulo per la Gestione di Spedizioni Multi-Corriere: “Da quando abbiamo inaugurato questi due magazzini, abbiamo raddoppiato la nostra attività sul web”, afferma Vincent Beaufreton, Responsabile dello Sviluppo dell’azienda. 

Un altro caso di successo è la progettazione e la realizzazione da parte di Mecalux di diversi magazzini per uno dei principali leader nella commercializzazione di articoli sportivi come ad esempio Decathlon. L'azienda ha aperto tre centri logistici nelle città italiane di Brandizzo, Basiano e Castel San Pietro Terme, che garantiscono un servizio logistico efficiente in un contesto di vendita m-commerce

A queste nuove installazioni, bisogna sommare quelle che Mecalux aveva già implementato per Decathlon in Paesi come Polonia, Francia, Germania, Regno Unito, Stati Uniti o Brasile. Proprio le nuove installazioni a Barueri (San Paolo) favoriscono la crescita sia delle vendite fisiche che di quelle online di Decathlon nel Paese: “Il nuovo centro di distribuzione ha potenziato l’espansione di Decathlon in Brasile, sia inaugurando più punti vendita in tutto il Paese, sia incrementando il numero di ordini online. Con le soluzioni di stoccaggio di Mecalux abbiamo migliorato la produttività diminuendo i movimenti degli operatori nel magazzino”, dichiara Thiago do Nascimento, Responsabile della Logistica di Decathlon Brasile. 

M-commerce: l’omnicanalità entra nel magazzino

Il mobile commerce rappresenta un ulteriore passo avanti nella rivoluzione causata dal rafforzamento dell'e-commerce nei magazzini tradizionali. Al giorno d'oggi, per essere competitivi, non basta più avere solo una pagina web, ma è opportuno assicurare che l’esperienza di acquisto attraverso uno smartphone sia ottima e che la successiva gestione della logistica sia soddisfacente.

I clienti richiedono la tracciabilità degli invii e tempi di consegna brevi verso più destinazioni. Per far fronte a queste complessità è necessario digitalizzare l'organizzazione della propria struttura con un programma logistico come un software di gestione magazzino. Mecalux ha ottimizzato i processi logistici di oltre 1.000 installazioni in 36 Paesi con il software Easy WMS. Se sei interessato a ridurre al minimo gli errori nelle tue operazioni logistiche, non esitare a contattarci. Un nostro esperto ti consiglierà la soluzione migliore per la tua azienda.