Con automazione della supply chain s’intende l'introduzione delle nuove tecnologie digitali con l'obiettivo di ottenere processi logistici e produttivi più efficienti e redditizi

L’automazione della supply chain: presente e futuro

03 agosto 2022

L'automazione della supply chain implica l'uso di nuove tecnologie nei processi logistici per migliorare l'efficienza nella produzione, nello stoccaggio, nella distribuzione della merce e molto altro.

Queste tecnologie, insieme ad altre ancora da consolidare come l'Internet delle Cose Industriali (IIoT) o il metaverso formano la supply chain 4.0, che include soluzioni automatiche e digitali al fine di promuovere processi agili, flessibili e produttivi nei magazzini e nei centri di produzione.

Cosa intendiamo per automazione della supply chain?

L'automazione della supply chain consiste nell'applicare nuove tecnologie con l'obiettivo di stabilire processi logistici e produttivi più efficienti e prolifici. Tra le principali tecnologie adoperate per automatizzare la supply chain spiccano l'automazione robotica dei processi (RPA), l'intelligenza artificiale, i digital twin o il machine learning.

Le nuove tecnologie facilitano l'introduzione di soluzioni volte ad ottenere una supply chain digitale e connessa. Nei magazzini e nei centri di produzione 4.0, i programmi di gestione hanno il compito di sincronizzare le mansioni degli operatori e dei macchinari per ottimizzare cicli operativi complessi come la preparazione degli ordini, i resi dei prodotti o l'assemblaggio dei componenti nelle linee di montaggio.

Secondo uno studio della Società di Consulenza nordamericana Accenture Supply chain workforce of the future, le macchine intelligenti offrono un'opportunità unica alla supply chain: “Tecnologie come l'intelligenza artificiale, i digital twin, l'Internet of Things (IoT) e cloud consentono alle aziende di pronosticare e controllare l'impatto di quasi tutte le attività del magazzino. Il risultato? Un nuovo livello di visibilità e velocità che cambia radicalmente il modo in cui le aziende progettano, pianificano, acquistano, producono, somministrano un servizio e recuperano o riciclano i loro beni”, affermano gli autori.

L'automazione della supply chain è supportata da software avanzati come i sistemi di gestione magazzino
L'automazione della supply chain è supportata da software avanzati come i sistemi di gestione magazzino

L'automazione della supply chain prevede l'incorporazione di programmi di gestione avanzati per digitalizzare i processi, nonché soluzioni automatiche per la produzione, lo stoccaggio e il trasporto gestite da un software. Queste applicazioni utilizzano tecnologie di intelligenza artificiale o big data per incrementare la produttività in fasi come la ricezione della merce o la preparazione degli ordini.

Il rapporto di McKinsey Autonomous supply chain planning for consumer goods companies mostra come l'implementazione di soluzioni automatiche che promuovano la pianificazione autonoma possa incrementare le prestazioni e diminuire i costi nelle aziende di beni di consumo: “La pianificazione autonoma della supply chain può supporre un aumento fino al 4%, una riduzione dell’inventario fino al 20% e un abbassamento dei costi della supply chain fino al 10%”.

Vantaggi dell’automazione nella supply chain

L'automazione della supply chain viene associata all'introduzione di soluzioni automatiche in fasi quali la produzione, lo stoccaggio o il trasporto della merce al fine di eliminare i sovraccosti nei diversi cicli operativi. L'implementazione di nuove tecnologie come l'intelligenza artificiale, il machine learning o l'Internet of Things consente:

  • Flussi di merce ininterrotti: le soluzioni automatiche in un magazzino o in un centro di produzione garantiscono un rifornimento costante di merce alle linee di montaggio o all'area di stoccaggio. L'apprendimento automatico favorisce la comparsa di robot mobili autonomi nelle strutture logistiche, la cui missione è distribuire lo stock nei diversi punti del magazzino senza la necessità di seguire percorsi prestabiliti.
  • Eliminazione degli errori: l'installazione di soluzioni automatiche basate su tecnologie come l'intelligenza artificiale o l'RPA limita le probabilità di commettere imprecisioni nella gestione dei processi e nella movimentazione della merce.
  • Precisione nella gestione dell’inventario: l'automazione della supply chain non consiste solo nel dotare l'impianto di soluzioni automatiche, ma anche di programmi digitali che garantiscano il controllo dell’inventario in tempo reale. La digitalizzazione contempla anche la sincronizzazione con il resto dei programmi che partecipano alla supply chain. Un software di gestione magazzino può essere lo strumento ideale per garantire la tracciabilità dei prodotti.
  • Flessibilità di fronte alle interruzioni: l'uso di soluzioni digitali e di sistemi automatizzati incrementa la capacità di reazione di un magazzino o di un centro di produzione difronte alle interruzioni della supply chain (come quella causata dalla pandemia da coronavirus) o aiuta persino a pronosticare aumenti imprevisti della domanda.
Un sistema di trasporto per pallet è una soluzione automatica che garantisce un flusso ininterrotto di merce verso le differenti aree del magazzino
Un sistema di trasporto per pallet è una soluzione automatica che garantisce un flusso ininterrotto di merce verso le differenti aree del magazzino

La supply chain potrebbe essere completamente automatica?

L'automazione della supply chain è già una realtà tangibile in molte aziende ed è una tendenza che marcherà il futuro. Così lo dimostra lo studio di McKinsey Automation has reached its tipping point for omnichannel warehouses, il quale indica che il mercato dell'automazione dei magazzini raggiungerà un valore di 51.000 milioni di dollari entro il 2030, il che suppone una crescita annuale del 23%.

Le nuove tecnologie nella supply chain incrementeranno non solo la produttività dei cicli operativi nei magazzini e nei centri di produzione, ma apriranno anche la strada a una produzione, uno stoccaggio e una distribuzione autonomi. Secondo l'analisi della Società di Consulenza nordamericana Gartner Supply chains will become autonomous faster than you expect, la supply chain passerà dall'automazione all'autonomia nel prossimo decennio: “La maggior parte dei CSCO (Chief Supply Chain Officer) delle organizzazioni che fanno parte della supply chain globale concordano sul fatto che nei prossimi 10 anni le catene di approvvigionamento globali più avanzate trarranno vantaggio dall'iperautomazione, cioè, una combinazione di tecnologie che includono l’automazione robotica dei processi (RPA), il machine learning e molte altre, per diventare sempre più autonome”, afferma Pierfrancesco Manenti, VP Analyst del team di strategia della supply chain di Gartner e autore del rapporto.

 

Tuttavia, il cammino verso una completa automazione della supply chain può essere lungo. L'analisi di Gartner divide lo sviluppo dell'automazione della supply chain in tre periodi di tempo: automazione (fino al 2025), aumento delle funzionalità (fino al 2030) e autonomia (oltre il 2030). La differenza tra le tre fasi sarà segnata dal livello di consolidamento delle tecnologie nella supply chain. Mentre il periodo di automazione sarà caratterizzato dall'Internet of Things (IoT), dall’automazione robotica dei processi (RPA) e dall'intelligenza aumentata, nel 2030 troveremo al centro della scena tecnologie come il machine learning, i digital twin e l'intelligenza artificiale. A partire dal 2030 l'autonomia della supply chain verrà rafforzata dall'intelligenza artificiale e dal perfezionamento umano, che comprende tecnologie che migliorano le capacità fisiche o mentali mediante l'alterazione naturale o artificiale del corpo umano.

Se l'aspirazione delle aziende è quella di ottenere una supply chain completamente automatizzata, la trasformazione tecnologica della catena di approvvigionamento, suggerisce Gartner, dovrebbe essere una priorità assoluta per le organizzazioni: “Sebbene sarà un percorso che durerà 10 anni, si consiglia ai CSCO di iniziare a lavorare subito su questa trasformazione. La tecnologia sta crescendo molto velocemente e non c'è tempo da perdere. I CSCO devono continuare a promuovere una maggiore automazione dei processi attraverso l'RPA, combinandola con tecniche di machine learning per automatizzare anche i processi decisionali più complessi”, afferma Manenti.

Automazione della supply chain: cicli operativi rapidi ed efficienti

L'automazione della supply chain si riferisce all'applicazione di tecnologie come l'apprendimento automatico o l'intelligenza artificiale nel magazzino attraverso soluzioni automatiche e programmi digitali. L'introduzione dei robot automatici elimina gli errori nella gestione dei processi e nella movimentazione della merce, il che si traduce in cicli logistici o produttivi più efficienti.

L'adozione di soluzioni automatiche e di programmi digitali nella supply chain favorisce l'incremento della produttività nei magazzini, accresce la visibilità dei partecipanti alla supply chain e garantisce un controllo dello stock permanente e in tempo reale durante i cicli logistici. Se sei interessato ad automatizzare la tua supply chain, non esitare a contattarci. Un nostro esperto ti consiglierà la soluzione ideale per automatizzare la tua installazione, ottimizzare i tuoi processi ed eliminare gli errori derivanti dalla gestione manuale.