Supply Chain Manager: profilo e funzioni di un ruolo chiave nella logistica

16 dicembre 2021

Il Supply Chain Manager è un professionista la cui funzione è quella di sovrintendere e gestire la strategia delle fasi logistiche come l’acquisto delle materie prime o la distribuzione dei prodotti finiti. In altre parole, è il responsabile del coordinamento dei cicli operativi che garantiscono un funzionamento efficiente della supply chain.

Nel quadro di una logistica e di una produzione sempre più competitive, questa figura è diventata fondamentale per coordinare la strategia della supply chain. L’introduzione delle nuove tecnologie nell’industria 4.0 ha posto il ruolo di questo professionista al centro dell’equazione: come migliorare la produttività con una supply chain altamente tecnologica?

Chi è il Supply Chain Manager?

Il Supply Chain Manager è il profilo professionale all’interno di un’azienda incaricato di coordinare e pianificare i cicli operativi legati alla supply chain, dal rifornimento della merce tramite i fornitori fino alle rotte di distribuzione per assicurare che il prodotto finito arrivi ai punti vendita o al cliente finale.

Il Responsabile Logistico deve supervisionare tutte le fasi logistiche che avvengono sia nell’area di produzione sia nei differenti magazzini della società. Ad esempio, una delle sue funzioni, è quella di garantire sufficiente stock o la capacità di produzione, per rispondere in ogni momento alla domanda del cliente.

Le attività del Responsabile della Logistica sono rivolte ad incrementare le risorse, i movimenti e il capitale umano e finanziario dentro e fuori dal magazzino. Con questo obiettivo, la sua missione è quella di pianificare e mettere in pratica la strategia di approvvigionamento e distribuzione, così come raccogliere e analizzare i KPI logistici per misurare il successo e l’efficienza delle fasi della supply chain dell’azienda.

Il Supply Chain Manager non solo deve essere in grado di integrare i flussi di lavoro, di materiale e di informazioni, ma, tra le sue responsabilità, c’è anche quella di coordinare e pianificare strategicamente le fasi come l’approvvigionamento, il rifornimento alle linee di produzione o la distribuzione dei beni.

Un software come Easy WMS semplifica le attività del Supply Chain Manager
Un software come Easy WMS semplifica le attività del Supply Chain Manager

Funzioni del Supply Chain Manager

A differenza di un Responsabile di Magazzino, la principale responsabilità del Supply Chain Manager è quella di applicare strategie che assicurino la massima produttività ed efficienza. Queste sono le sue funzioni principali:

  • Contatto continuo con molteplici fornitori per assicurare i migliori prezzi di approvvigionamento e produzione.
  • Pianificazione e applicazione della strategia della supply chain, tenendo presente fasi come l’acquisto delle materie prime, i processi di fabbricazione o le rotte di trasporto.
  • Progettazione dei flussi di merce e di lavoro all’interno del magazzino prendendo decisioni come i percorsi di picking, il tipo di mezzi di movimentazione o i sistemi di stoccaggio necessari per migliorare il rendimento dell’installazione.
  • Definizione dei KPI da analizzare per monitorare il rendimento di ogni ciclo operativo. Tra gli indicatori di rendimento più frequenti risaltano la percentuale di ordini erronei, gli errori nelle linee di produzione e il tasso dei resi.
  • Controllo sul volume dello stocko del capitale umano per rispondere agli ordini in corso.
  • Identificazione dei colli di bottiglia nello stoccaggio e nel rifornimento alle linee di produzione, nelle strategie di picking o nella gestione delle spedizioni di prodotti fino alla loro destinazione finale.
  • Ricerca di nuovi modelli di gestione magazzino, di spedizioni di merce o di fabbricazione di prodotti con l’obiettivo di ottimizzare al massimo le risorse del magazzino.

In sostanza, il Supply Chain Manager coordina e pianifica le strategie dell’azienda volte a raggiungere la massima efficienza nelle fasi come l’approvvigionamento delle materie prime, lo stoccaggio e la distribuzione dei prodotti finiti.

Profilo professionale del Supply Chain Manager

Il Supply Chain Manager è un profilo professionale con una formazione specifica sul controllo dello stock, l’elaborazione di preventivi e la gestione dei fornitori. Per questo motivo è essenziale che i Responsabili Logistici siano in possesso di una formazione universitaria in ambito economico come la laurea in Scienze dell’economia e della gestione aziendale.

Questo, inoltre, deve avere una formazione specifica nel campo della supply chain, ad esempio, un master in Supply Chain Management (SCM). Questa formazione offre al professionista, tra molte altre, le conoscenze necessarie nell’ambito della gestione operativa di un magazzino o area di produzione e nella conoscenza delle tecniche e delle soluzioni innovative nella fabbricazione dei prodotti o nella logistica lo stoccaggio.

La conoscenza della tecnologia dell’informazione e la comunicazione (TIC) è molto importante nella formazione del Supply Chain Manager, poiché è sempre più frequente l’utilizzo di programmi specifici come un software di gestione magazzino o un sistema MES (manufacturing execution system) per la logistica e la produzione in un magazzino 4.0.

Oltre al profilo professionale, un Supply Chain Manager deve possedere doti di leadership, in quanto deve implementare politiche strategiche per l’azienda. Deve anche avere abilità e capacità analitiche: deve monitorare costantemente i KPI prodotti nella supply chain per ottimizzare le risorse e prevedere gli errori nei cicli operativi.

La funzione avanzata Supply Chain Business Intelligence semplifica la raccolta di tutti i dati che si producono nel magazzino
La funzione avanzata Supply Chain Business Intelligence semplifica la raccolta di tutti i dati che si producono nel magazzino

La digitalizzazione nel ruolo del Supply Chain Manager

La digitalizzazione dei processi logistici e della produzione ha interessato direttamente tutti i profili professionali, soprattutto quelli collegati ai processi decisionali. Il Supply Chain Manager non è un’eccezione.

Attualmente, questi professionisti fanno uso di un ampio catalogo di soluzioni digitali che automatizzano i cicli logistici dalla fabbricazione fino alla distribuzione dei prodotti. Questi software, inoltre, raccolgono costantemente tutti i dati che vengono prodotti nel magazzino, ciò aiuta il Supply Chain Manager ad avere le informazioni sul rendimento reale delle postazioni di preparazione degli ordini, della gestione delle ubicazioni di stoccaggio, delle linee di produzione ecc.

La digitalizzazione ha semplificato anche la comunicazione tra i reparti, un fattore chiave nelle attività quotidiane di un Responsabile Logistico. Di fatto, un sistema ERP coordina la comunicazione tra le differenti aree di un’impresa. Nonostante ciò, questa non è l’unica soluzione che le nuove tecnologie hanno portato con sé: esistono software specifici per la logistica e la produzione come, ad esempio, i sistemi di gestione magazzino (WMS), che automatizzano tutto quello che succede all’interno di un magazzino.

Un programma come Easy WMS di Mecalux dispone di moduli specifici che incrementano la produttività in un magazzino e, soprattutto, aiutano il Supply Chain Manager a prendere le migliori decisioni nell’ambito della logistica e della produzione. Questi sono i principali programmi:

Il Software Gestionale della Produzione semplifica l’introduzione di una strategia di spedizione in quanto automatizza questa fase logistica
Il Software Gestionale della Produzione semplifica l’introduzione di una strategia di spedizione in quanto automatizza questa fase logistica

Supply Chain Manager: ottimizzazione della catena di approvvigionamento

Il Supply Chain Manager è l’incaricato di pianificare, applicare e monitorare tutte le strategie che riguardano direttamente le fasi di produzione, stoccaggio e distribuzione della merce nella supply chain. La funzione principale di questo profilo è quella di migliorare l’efficienza dei processi operativi, ottimizzando al massimo le risorse come le materie prime, la capacità di stoccaggio o i percorsi di distribuzione.

L’introduzione di nuove tecnologie nell’ambito della produzione, della logistica o della gestione aziendale hanno permesso al Supply Chain Manager di automatizzare attività come l’acquisizione di indicatori di rendimento o la gestione delle ubicazioni in base a criteri predeterminati.

Se desideri soluzioni efficienti per la tua logistica e la tua produzione, non esitare a contattarci. L’ampio catalogo di soluzioni per l’intralogistica di Mecalux ti aiuterà ad ottimizzare il rendimento del tuo magazzino.