La gestione della supply chain comprende l'organizzazione dei flussi di beni e servizi tra le aziende

SCM: la gestione efficiente della supply chain

03 maggio 2021

Una Supply Chain Management ottimale, nota anche con l’acronimo inglese SCM e in italiano come gestione della catena di distribuzione, è fondamentale per il successo di un’azienda. La gestione SCM coinvolge chiunque opera lungo la catena logistica. Per individuare inefficienze e opportunità, è necessario contare su una visibilità totale dei flussi di beni e servizi interessati. Solo così si può arrivare a una gestione efficiente e garantire la competitività dell’azienda. 

La riduzione dei tempi di consegna e la logistica inversa hanno costretto le aziende a implementare sistemi digitali per la gestione integrale della supply chain e il coordinamento degli anelli che la compongono. 

Che cos’è la Supply Chain Management?

La gestione della supply chain è l’organizzazione del flusso di beni e servizi che partecipano alle attività di progettazione, creazione, stoccaggio, vendita o consegna di un prodotto. Dopotutto, la supply chain è il ciclo di vita di un prodotto, dall’ideazione al consumo, perciò dall’efficacia della sua gestione dipende il successo dell’azienda.

Oggi, l’omnicanalità, ossia la molteplicità di canali esistenti tra le aziende e i clienti, ha complicato la gestione della supply chain. I flussi di informazioni, un tempo unidirezionali, sono diventati multidirezionali. 

Di fronte a questa nuova difficoltà, il software rappresenta un elemento fondamentale della gestione della supply chain . Un buon esempio in proposito sono i software di gestione magazzini (WMS) e gli applicativi ERP, ossia applicazioni informatiche che coordinano il rapporto tra fornitori e clienti con flussi di prodotto, di informazioni e finanziari.

La gestione dei resi si è trasformata in una delle fasi più complesse della supply chain
La gestione dei resi si è trasformata in una delle fasi più complesse della supply chain

Passaggio a una gestione digitale della supply chain: esempi

L’avvento di nuove tecnologie ha ceduto il passo alla supply chain 4.0. Le aziende si vedono obbligatea condividere informazioni relative a processi e attributi logistici di prodotti e/o materie prime per controllare la tracciabilità del prodotto lungo la catena del valore. 

Per questo motivo, al fine di creare una supply chain moderna e collaborativa, è necessario implementare software gestionali digitali come ERP, WMS o MES che semplificano l’integrazione dei dati tra aziende. 

Con un’applicazione ERP si riesconoa creare e inviare fatture, documenti di vendita e ordini tra reparti come quello di postvendita con l’obiettivo di controllare fasi complesse quali l’approvvigionamento da parte dei fornitori o i resi. 

Il software di gestione magazzini (WMS), connesso costantemente con l’ERP, garantisce una riduzione significativa dei costi logistici per un’azienda. Nelle costose fasi di preparazione e spedizione degli ordini, questa applicazione ottimizza l’organizzazione tra gli anelli della supply chain automatizzando i percorsi di picking e di spedizione allo scopo di offrire un servizio dinamico al cliente finale.

Esistono, infatti, software per la logistica che offrono funzioni avanzate di analisi dei KPI per misurare la produttività delle varie fasi della supply chain con l’obiettivo di individuare le inefficienze e potenziare il processo decisionale del magazzino. Rientra tra questi il modulo Supply Chain Business Intelligence di Easy WMS di Mecalux

Analogamente, un WMS favorisce la riduzione dell’inventario in magazzino e nei centri di produzione, controllando la rotazione dello stock, i polmoni di approvvigionamento e l’ubicazione delle singole referenze. 

Pertanto, una supply chain moderna deve essere collaborativa, ossia una serie di anelli collegati tra loro, e puntare sulle tecnologie dell’IIoT, dei big data o del blockchain. In sostanza, una gestione integrale della logistica si ottiene quando le aziende monitorano il rendimento del prodotto in ogni sua fase, individuano le inefficienze e implementano i cambiamenti necessari per diventare sempre più flessibili ed efficienti. 

Con la gestione integrata della supply chain, è possibile identificare le inefficienze
Con la gestione integrata della supply chain, è possibile identificare le inefficienze

Vantaggi della gestione integrata della supply chain

Un piano di gestione della supply chain comporta grandi vantaggi per le aziende. Tra i principali, si annoverano: 

  • Controllo e tracciabilità del prodotto: una strategia di SCM garantisce il controllo sul prodotto durante tutte le fasi della catena del valore. 
  • Riduzione dei costi di approvvigionamento, produzione e distribuzione: eliminazione degli errori nelle attività fondamentali, tra cui la consegna da parte dei fornitori, la gestione delle linee di produzione o la preparazione degli ordini. 
  • Implementazione di metodologie di miglioramento continuo: la complessità del mercato attuale, dovuta in particolare all’omnicanalità, obbliga le aziende a puntare su politiche di miglioramento come il metodo Kanban, il Poka-Yoke o il sistema di produzione just-in-time (JIT). Monitorando il rendimento dei singoli cicli operativi, è possibile identificare ed eliminare le inefficienze che limitano la produttività di un magazzino. 
  • Servizio al cliente di qualità superiore: la logistica è una delle fasi più complicate della supply chain. Per questa ragione, il controllo dei percorsi di consegna è indispensabile per un servizio dell’ultimo miglio efficiente.

In sintesi, una gestione integrata della supply chain consente di eliminare gli errori durante le diverse fasi che attraversa il prodotto: dall’approvvigionamento delle materie prime per la produzione, fino alla consegna al cliente finale. 

In questo contesto, al fine di aumentare il valore aggiunto dell’articolo finale, gli elementi che compongono la supply chain devono condividere tutte le informazioni: dagli attributi logistici del prodotto ai materiali utilizzati, fino alle fasi che attraversa. Di conseguenza, si avrà un aumento significativo della competitività del prodotto e, in ultima analisi, delle aziende coinvolte nella fornitura. 

I software gestionali digitali come ERP o WMS sono fondamentali per sviluppare una supply chain moderna e integrata
I software gestionali digitali come ERP o WMS sono fondamentali per sviluppare una supply chain moderna e integrata

SCM: dinamicità, flessibilità ed efficienza

In un mercato sempre più globale, le aziende competono a livello mondiale anziché locale. Di conseguenza, la gestione della supply chain tradizionale si è evoluta in direzione di una modalità integrata e digitale definita SCM 4.0

La gestione efficiente della supply chain nasce perché tutti gli anelli che la compongono siano dinamici, flessibili ed efficienti. Questi sono gli attributi chiave per un’organizzazione competitiva nel contesto attuale. 

Mecalux ha implementato le proprie soluzioni digitali in oltre 900 impianti in 36 paesi. Se vuoi ottimizzare la gestione della tua supply chan, non esitare a contattarci. Un esperto ti consiglierà la soluzione migliore per la tua azienda.