Principali indicatori per il controllo del magazzino

Controllo del magazzino: quali indicatori analizzare

12 marzo 2020

I sistemi WMS sono essenziali per il controllo del magazzino perché raccolgono informazioni e le traducono in indicatori chiave di prestazione (KPI di magazzino). Questi consentono di misurare l'evoluzione delle operazioni intralogistiche e a monitorare le prestazioni del magazzino.

Come sapere se i sistemi di stoccaggio danno sempre il massimo? La risposta si trova nei dati, appunto. Da qui l’importanza di saperli interpretare al fine di analizzarne l’impatto sui processi. In caso contrario i numeri che appariranno sugli schermi dei responsabili della logistica non saranno altro che intricati grafici, cifre e percentuali senza un significato chiaro.

Strumenti per il controllo totale del magazzino

Per controllare in maniera efficace il magazzino, è essenziale rivedere frequentemente le metriche che misurano l'attività logistica del centro. Questa buona pratica aiuta a rilevare rapidamente i problemi e ad agire, scongiurando eventuali ripercussioni sull’intera supply chain. Per questo, la gestione informatizzata del magazzino diventa indispensabile.

A tal proposito è necessario disporre di un sistema in grado di analizzare e interpretare enormi quantità di dati. Di solito questa funzione complementare viene svolta da moduli specifici per software WMS: Mecalux dispone, ad esempio, del modulo Supply Chain Business Intelligence.

I software WMS dotati di moduli Analytics per un controllo efficace del magazzino
I software WMS dotati di moduli Analytics per un controllo efficace del magazzino

KPI per un controllo totale del magazzino

Diamo un'occhiata nel dettaglio alle principali metriche fornite dal modulo Supply Chain Business Analytics di Mecalux:

Gestione input-output delle merci

KPI Descrizione Impatto
Tempi di movimentazione (ratio) dalle baie a stock Misura in ore il tempo medio trascorso da quando inizia la fase di ricevimento delle merci fino alla loro messa a dimora. Riflette la capacità operativa del magazzino di convertire la merce ricevuta in inventario registrato. Più alto è il valore, più ore verranno impiegate nella gestione di queste merci, pertanto peggiore risulterà la performance. Questi dati ci avvisano della presenza di un eventuale collo di bottiglia nelle fasi di ricevimento merci.
Ricevimenti e linee processate ogni ora Riflette il volume dei prodotti ricevuti che sono stati elaborati nell’intervallo di un’ora. Rileva i picchi nell'attività svolte presso le banchine, facilitando il coordinamento con i fornitori. Mostra anche la produttività degli operatori nelle fasi di ricevimento delle scorte.
Percentuale giornaliera di ricevimenti realizzati senza arrecare danni alle merci. Misurare il numero di merci arrivate e ricevute senza danneggiarle (tutti i prodotti che li compongono devono essere privi di danni). Insieme al seguente indicatore, consente di monitorare le prestazioni dei fornitori e controllare il livello di servizio offerto.
Puntualità dei fornitori Indica la percentuale di fornitori puntuali nelle loro spedizioni. È importante per la gestione degli acquisti, per il calcolo del punto di riordino e della scorta di sicurezza.

Gestione delle spedizioni

KPI Descrizione Impatto
Line fill rate Esprime la relazione tra le linee di prelievo gestite e inviate (singoli prodotti) rispetto a quelle cancellate. Riflette l'efficienza operativa del magazzino nelle fasi di spedizione degli articoli.
Order fill rate Mostra il rapporto tra gli ordini ricevuti e quelli processati (un ordine è composto da più righe). Evidenzia la capacità del magazzino di gestire e spedire gli ordini. Per definirsi positivo e efficiente, questo valore deve situarsi vicino al 100%.
Linee inserite, inviate, caricate e processate ogni ora Questa metrica suddivide il processo di preparazione degli ordini circoscrivendo le attività che dipendono direttamente dal lavoro di magazzino. Consente di monitorare la velocità del lavoro e la produttività degli operatori.
Ratio ordini evasi ogni ora Mostra l'efficacia degli operatori e dell'ultima fase di verifica prima della spedizione della merce. Il numero di ordini evasi in un’ora è direttamente proporzionale al livello di efficienza.
Tempo di ciclo dell’ordine È il tempo necessario per completare un ordine, ovvero l’intero intervallo di tempo che va dal momento in cui il magazzino riceve l’ordine a quando le merci vengono caricate nel camion. Rivela la tempestività del magazzino nel rispondere alla domanda. Meno tempo viene impiegato, migliori sono le prestazioni del magazzino. Questa metrica consente di rilevare i ritardi nei processi di picking.
Tempo di attesa degli ordini pronti in attesa di essere spediti È la percentuale di ordini completati in attesa di essere spediti. Un ordine completato in tempo utile è quello che è stato evaso prima della data pianificata. Una percentuale elevata in questo KPI indica che gli ordini vengono emessi prima della data pianificata, il che è sinonimo di grande efficienza e di un eccellente livello di servizio.

Gestione dello stock e dell’inventario

Referenze o SKU in stock
KPI Descrizione Impatto
Questa percentuale riflette i livelli di codici disponibili in stock. Più prodotti ci sono in magazzino, minore è il rischio di incorrere in una rottura di stock. La disponibilità dei dati aggiornati facilita l'organizzazione delle fasi di approvvigionamento.
Backorder o ordini pendenti Sono quegli ordini che il magazzino ha ricevuto, ma che non possono essere processati a causa della mancanza di scorte. Indicano che si è verificata una rottura di stock relativa a determinati codici SKU.
Inventario obsoleto o non vendibile Si riferisce allo stock che non può essere venduto per diversi motivi Questo inventario obsoleto è problematico perché fa lievitare i costi di stoccaggio.
Differenza di stock È la differenza tra lo stock registrato nel sistema e lo stock effettivo. Se lo stock effettivo è inferiore a quello registrato, si verifica una perdita di inventario. Contribuisce a equilibrare gli approvvigionamenti sulla base della quantità di ordini reali. Questi squilibri potrebbero dipendere da incongruenze di inventario, errori di gestione, furti o frode, prodotti danneggiati ecc.

Precisione nella gestione degli ordini e picking

KPI Descrizione Impatto
Precisione del picking nella gestione degli ordini Mostra la percentuale di ordini completati senza errori, ovvero prelievi di articoli corretti ed eseguiti nel tempo richiesto. L'obiettivo è aumentare l’efficienza del picking, evitando eventuali errori che rappresentano un costo molto elevato.
Ordini processati correttamente È la percentuale di ordini che sono stati processati e inviati. Serve a valutare la produttività degli operatori. Un calo di questo indicatore segnala dei problemi nell'elaborazione degli ordini, nella comunicazione con gli operatori o eventuali errori umani. L'obiettivo è raggiungere la massima efficienza.
Ratio spedizioni/ordini Serve a correlare il numero di ordini emessi rispetto a quelli ricevuti. Un ratio elevato significa che il livello di servizio del magazzino è buono. Inoltre, aiuta a evitare possibili rotture di stock.

Gestione delle allocazioni e capacità di magazzino

KPI Descrizione Impatto
Volume di spazio occupato per tipologia di ubicazione Mostra la percentuale di occupazione di un tipo di posizione (può essere un tipo di scaffalatura un'area specifica come un buffer). Questo indicatore rileva se ci sono ubicazioni poco utilizzate o altre sature. Può indicare la necessità di cambiare il layout del magazzino per regolare la disponibilità di ubicazioni in base al tipo di unità di carica. Allo stesso modo, mostra anche le strutture che operano al di sotto della loro capacità effettiva.
Mappatura di magazzino relativa al singolo codice Mostra graficamente la distribuzione delle ubicazioni occupate dallo stesso tipo di articolo. Permette di analizzare le caratteristiche dell'inventario e verificarne l'evoluzione. Questo KPI può essere analizzato in base a diversi criteri temporali (trimestrali, settimanali, tra date specifiche ...).
Inventario on hand (giorni) Si riferisce a quanto tempo una referenza rimane in magazzino nel magazzino. Consente di regolare il rifornimento dello stock e di monitorare il turnover dello stock.

Controllo del magazzino con Easy WMS di Mecalux

Il modulo Supply Chain Business Analytics viene aggiornato ogni giorno direttamente dal database di Easy WMS e dispone di un potente strumento per la preparazione di report e l’acquisizione di analitiche personalizzate. Fornisce un controllo esauriente del magazzino grazie alla grande quantità di informazioni che mette a nostra disposizione, nonché alla presentazione chiara dei dati che ne facilita l’interpretazione.

Se vuoi saperne di più su Easy WMS, contattaci.