Il COVID-19 accelera l’automazione nella logistica

15 marzo 2022

L’automazione dei magazzini ha fatto un passo in avanti con l’arrivo del COVID-19. La pandemia da coronavirus ha messo a rischio tutte le attività industriali e, con la graduale ripresa, le aziende si sono trovate di fronte a uno scenario completamente diverso: distanziamento sociale, limitazioni alla mobilità, aumento della domanda di beni di prima necessità e della logistica e-commerce, ecc.

In questo contesto, le aziende sono state costrette a cercare soluzioni che le aiutassero ad aumentare la produttività degli impianti, accorciare i tempi e ottimizzare le risorse. La logistica 4.0 e la trasformazione digitale logistica sono la strada da seguire per potenziare la crescita e superare le difficoltà.

Già prima della pandemia, l’automazione era uno degli strumenti fondamentali di cui le aziende si servivano per diventare più competitive. In questo articolo, vedremo in che modo l’integrazione della tecnologia nella logistica consente di stare al passo con i cambiamenti del mercato e di assistere tempestivamente i clienti.

Misure di prevenzione contro il coronavirus sul posto di lavoro

L’evoluzione dell’emergenza sanitaria obbliga le aziende ad adeguare le attività con raccomandazioni e misure di prevenzione al fine di evitare il contagio, a livello aziendale e collettivo, e di protezione personale per i lavoratori vulnerabili.

Le misure in questione possono essere regolate e modificate in base all’evoluzione dei contagi, per cui si consiglia di consultare spesso il sito dell’autorità competente per il Paese o i Paesi in cui opera l’azienda. Analogamente, suggeriamo di controllare le proposte dell’Agenzia europea per la sicurezza e la salute sul lavoro (European Agency for Safety and Health at Work) o del Dipartimento del lavoro degli Stati Uniti.

Per qualsiasi azienda è prioritario sensibilizzare le persone sull’igiene personale, promuovendo la pulizia delle mani (con gel idroalcolico, acqua e sapone ecc.), l’uso della mascherina e il distanziamento fisico tra i dipendenti. Quindi, l’organizzazione della circolazione delle persone e la distribuzione degli spazi nei centri di lavoro sono state modificate, nel limite del possibile, al fine di garantire le distanze di sicurezza.

Senza dubbio, l’informazione e la formazione sono fondamentali. Bisogna sensibilizzare i dipendenti sull’importanza di comunicare tempestivamente la presenza di sintomi compatibili con la malattia e l’eventuale contatto con persone che li presentano. Si deve anche rafforzare l’uso di cartelli e segnali che incoraggino l’igiene e la prevenzione (ad esempio tossire e sternutire dentro la mascherina, oppure evitare di toccarsi occhi, naso e bocca).

Inoltre, è obbligatorio mantenere una buona ventilazione dei luoghi di lavoro e degli spazi interni e rinforzare le politiche di pulizia e disinfezione, con particolare attenzione alle superfici soggette a contatto frequente (come le maniglie delle porte, le ringhiere o i pulsanti di dispositivi e ascensori). Analogamente, occorre promuovere la responsabilità individuale per quanto riguarda la pulizia dei mezzi di lavoro condivisi.

L’automazione contro il COVID-19

Secondo lo studio The future of work in Europe della società di consulenza statunitense McKinsey, la crisi economica causata dalla pandemia da coronavirus potrebbe dare impulso all’automazione per vari motivi.

Prima di tutto, davanti a margini di profitto sempre più limitati, le aziende si affidano all’automazione per abbattere i costi. Sebbene richieda un maggior investimento iniziale rispetto ai sistemi di stoccaggio tradizionale, un magazzino automatico compensa la spesa con la diminuzione dei costi di esercizio e di manodopera.

Pertanto, in un momento in cui si riduce al minimo la presenza del personale in azienda, il magazzino robotizzato potrebbe garantire un servizio continuo. I mezzi di sollevamento automatici come i transelevatori o i trasportatori, continuano a operare anche senza operatori e possono movimentare la merce in modo sicuro ed efficiente.

Il lockdown e le misure restrittive negli stabilimenti hanno dato impulso all’e-commerce. I retail, gli alimentari o le farmacie hanno visto crescere in modo esponenziale gli ordini online. Di conseguenza, molte aziende hanno puntato sull’automazione dell’e-commerce, perché semplifica l’accettazione di un maggior numero di ordini riducendo il numero di errori.

Il software di gestione magazzino è in grado di monitorare i cicli operativi di qualunque centro logistico anche se gli operatori sono assenti a causa del COVID-19
Il software di gestione magazzino è in grado di monitorare i cicli operativi di qualunque centro logistico anche se gli operatori sono assenti a causa del COVID-19

I cicli operativi da automatizzare in magazzino

L’automazione nei magazzini non si limita a ridurre al minimo la presenza fisica degli operatori, ma offre anche maggiore sicurezza. Vediamo quali processi possono essere robotizzati in un centro logistico:

Ricevimento e spedizione

Una delle soluzioni più efficaci sono i sistemi automatici di carico e scarico dei camion, che svolgono con rapidità le attività di ricevimento e spedizione della merce.


Si tratta di sistemi di trasporto formati da rulli e/o catene grazie ai quali i pallet vengono inseriti ed estratti dai camion in modalità robotizzata.

 

Flussi di merce

La movimentazione della merce impone molti spostamenti attraverso il magazzino. AL giorno d’oggi si cerca di ridurre al minimo necessario il numero di lavoratori per turno, occorre quindi considerare l’installazione di trasportatori per pallet o per contenitori in sostituzione dei mezzi di sollevamento tradizionali e degli operatori che possono svolgere altre funzioni. Di conseguenza, la movimentazione manuale dei carichi diminuisce, mentre aumenta la sicurezza dell'installazione.

I trasportatori per pallet riducono al minimo gli spostamenti degli operatori attraverso il magazzino
I trasportatori per pallet riducono al minimo gli spostamenti degli operatori attraverso il magazzino

Preparazione degli ordini

La preparazione degli ordini impone che i dipendenti si spostino continuamente all’interno del magazzino per localizzare le referenze necessarie.

Per ridurre al minimo i movimenti degli operatori e le probabilità che si incrocino lungo le corsie, è possibile preparare gli ordini sulla base del criterio “merce all'uomo”. Gli operatori restano fermi a una stazione di picking in attesa di ricevere la merce.

La preparazione degli ordini sulla base del criterio “merce all’uomo” elimina i trasferimenti degli operatori per localizzare la merce
La preparazione degli ordini sulla base del criterio “merce all’uomo” elimina i trasferimenti degli operatori per localizzare la merce

Gestione

La pandemia da COVID-19 ha evidenziato la necessità di assegnare priorità alla tracciabilità dei prodotti e monitorare i cicli operativi nei magazzini.

Un software di gestione magazzino, come Easy WMS di Mecalux, consente di visualizzare la situazione della supply chain in tempo reale. Il software monitora la merce fino al momento della spedizione ai clienti.

Inoltre con un WMS, i cicli operativi si conformano con facilità alle misure sanitarie. Ad esempio, la preparazione e la spedizione degli ordini vengono organizzate in anticipo per evitare assembramenti di operatori in magazzino e di trasportatori.

Esempi di automazione nell’ambito della pandemia

Molte aziende hanno approfittato dei vantaggi dell’automazione per far fronte ai mutamenti del mercato. Si sono rese tutte conto che così possono crescere in futuro e superare le avversità, comprese quelle derivanti dal coronavirus.

Vediamo tre case study di aziende che hanno modernizzato la propria logistica mediante sistemi automatici per lo stoccaggio e la gestione forniti da Mecalux:

  • Miguélez. Questa azienda produttrice di cavi elettrici a bassa tensione ha un centro logistico attrezzato con un magazzino automatico per pallet e un magazzino automatico per contenitori di Mecalux dove vengono gestite 1.500 referenze del catalogo. L’automazione le consente di fornire i cavi in tutta la Spagna in meno di due ore, anche in situazioni di emergenza, come quella verificatasi quando sono stati montati gli ospedali a causa del COVID-19.
  • Espaces des Marques. Questo negozio di moda ha riorganizzato i suoi due magazzini in piena pandemia. Proprio quando era pronto per l’implementazione di Easy WMS nel secondo magazzino, è esplosa la crisi del COVID-19. Espaces des Marques e Mecalux hanno deciso di proseguire il processo da remoto (a 700 km di distanza) nel rispetto delle misure restrittive imposte dal governo per proteggere i lavoratori.
  • Intersurgical. L’azienda distributrice di dispositivi medici per le vie aeree e la respirazione ha costruito un magazzino automatico autoportante in Lituania con l’obiettivo di restare competitiva. Martynas Tamosiunas, Responsabile della supply chain del gruppo Intersurgical, commenta: “La domanda dei nostri prodotti è aumentata drasticamente durante la pandemia di COVID-19”. Grazie all’automazione, l’azienda ha potuto assorbire un aumento del 50% del flusso in entrata e in uscita del magazzino.
Intersurgical fornisce dispositivi medici per le vie aeree e la respirazione dal suo magazzino automatico in Lituania
Intersurgical fornisce dispositivi medici per le vie aeree e la respirazione dal suo magazzino automatico in Lituania

Accelerazione del futuro tecnologico

Le misure di contenimento del COVID-19, la temporanea sospensione delle attività non essenziali e i cambiamenti del mercato hanno costretto molte aziende a ripensare alle proprie strategie aziendali. L’automazione è la risposta a questi eventi avversi e, di fatto, ha avuto impulso con l’avvento della pandemia.

Prima di avviare un progetto di automazione della supply chain, bisogna richiedere la consulenza di un’azienda esperta nell’implementazione di questo tipo di sistemi di stoccaggio come Mecalux. Da molti anni attrezziamo impianti logistici con soluzioni automatiche e portapallet che rispondano alle esigenze di ogni genere d’azienda.

Contattaci: analizzeremo insieme i cicli operativi del tuo magazzino e troveremo il modo di incrementare la produttività della tua supply chain.