Miniload installato in un magazzino ricambi

Come gestire un magazzino ricambi

21 agosto 2019

Il magazzino ricambi è di fondamentale importanza all'interno della supply chain in quanto fornisce in maniera tempestiva alla fabbrica le parti necessarie per avanzare nelle attività di produzione. In questi centri l’efficienza operativa esercita una grande pressione, in quanto un piccola inefficienza del magazzino ricambi potrebbe convertirsi in fermi macchina e, quindi, in uno stop delle attività produttive.

Ma come gestire e organizzare il magazzino affinché il ricambio sia disponibile al momento del bisogno? Quali sono gli strumenti necessari per offrire tale garanzia evitando un eccesso di stock?

Per rispondere a queste domande, procederemo in questa maniera: in primo luogo, individueremo gli obiettivi comuni a tutti i magazzini ricambi (indipendentemente dalle loro dimensioni). In secondo luogo, parleremo delle strategie - includendo quelle di picking - che permettono di aumentare il rendimento operativo e di centrare tali obiettivi.

Obiettivi del magazzino ricambi

Per organizzare e gestire al meglio le parti di ricambio, il magazzino deve raggiungere questi quattro traguardi:

  • Classificazione e gestione efficace di un elevatissimo numero di SKU: questa operazione deve essere realizzata in maniera meticolosa. Quando le merci presentano delle differenze, per quanto queste possano essere minime, devono essere registrate allo scopo di ridurre gli errori di inventario.
  • Livello di servizio elevato: i magazzini ricambi devono essere in grado di reagire tempestivamente alle esigenze dettate dalla produzione.
I magazzini ricambi possono utilizzare scaffali per picking e nastri trasportatori per i codici ad alta rotazione
I magazzini ricambi possono utilizzare scaffali per picking e nastri trasportatori per i codici ad alta rotazione
  • Controllo dell'inventario totale: il controllo dello stock e il calcolo dell’inventario devono potersi realizzare in tempo reale. Al contempo, deve essere possibile accedere a uno storico per scongiurare eventuali rotture di stock.
  • Personale formato: nei centri più piccoli, un problema comune è la disorganizzazione, che può essere evitata designando un responsabile, limitando l'accesso al magazzino e con una maggiore rigorosità nel fare l'inventario di magazzino.

Strategie per organizzare un magazzino ricambi

L'organizzazione efficace dei magazzini ricambi passa per un buon equilibrio tra capacità di stoccaggio ed efficacia operativa. A tal proposito, la metodologia di picking va scelta tenendo conto delle soluzioni di stoccaggio presenti nel magazzino.

- Picking "uomo alla merce": tecniche e soluzioni

Quando l'inventario è ampio e i prodotti differiscono tra loro, è auspicabile ricorrere alla tecnica del wave picking supportata dalle seguenti strategie:

  • Settorializzazione del magazzino per livelli: l'accessibilità alle merci impatta sull'efficienza delle attività di picking. In questo senso è opportuno settorializzare il magazzino su più livelli per aumentare la capacità di stoccaggio senza andare a scapito della velocità di prelievo.
  • Integrazione di trasportatori a rulli per casse e contenitori: questi sistemi permettono di collegare le aree di stoccaggio e i diversi livelli del magazzino con le aree di consolidamento e spedizione. Ciò comporta un notevole risparmio di tempo per gli operatori, che non dovranno più spostarsi da un punto all'altro del magazzino.
  • Installazione di scaffalature dinamiche dotate di sistema pick-to-light: configurazione particolarmente indicata per gestire i codici che vengono prelevati in grandi quantità e più frequentemente.

- Picking "merce all'uomo": la soluzione automatica

È possibile automatizzare il picking e far sì che siano le merci a viaggiare in direzione delle postazioni di picking. Per fare ciò si ricorre ai trasloelevatori per contenitori, soluzioni che spiccano per rapidità, precisione ed efficienza nella movimentazione di contenitori, casse e vassoi.

I numeri legati al rendimento dei miniload parlano chiaro:

  • Rendimento medio: il miniload è in grado di "gestire" 150 contenitori all'ora in cicli combinati.
  • Rendimento alto: tra 150 e 180 contenitori.
  • Rendimento molto elevato: più di 250 contenitori.

Va notato però che questo sistema non permette di preparare numerosi ordini simultaneamente.

L'importanza degli esperti

Per organizzare un magazzino ricambi è molto importante studiare le caratteristiche dello stock e fare un confronto tra sistemi di stoccaggio e metodi di prelievo tenendo conto dei seguenti fattori: costo totale dell'investimento, costi di gestione, costi di magazzino, capacità di stoccaggio e operativa. Con questi dati, sarà più semplice implementare la soluzione di stoccaggio più indicata in virtù degli obiettivi aziendali.

Mecalux ha una vasta esperienza nel settore delle forniture industriali per magazzini di ogni settore. Contattaci e ti aiuteremo a organizzare con successo il tuo negozio di ricambi.

Missconfigured or missplaced portlet, no content found
Dynamic Content: false
Master Name: Banner-Software-Solutions
Template Key: