Utilizziamo cookies propri e di terze parti per offrirle i nostri contenuti in base ai suoi interessi. Continuando a naviagare su questo sito Web, l'utente è consapevole di essere stato informato e di accettare l'installazione e l'utilizzo dei cookies. Per saperne di più, visita la nostra Cookie Policy. Accettare

Picking al primo livello di prelievo

Con picking a livelli bassi si intendono le attività di selezione e prelievo di articoli che si realizzano sui livelli immediatamente superiori a terra, consciuto anche come primo livello di prelievo. Condizione essenziale affinché il picking possa avvenire in questo modo, è la distribuzione dei prodotti sulle scaffalature: devono essere posizionati a un’altezza tale da risultare accessibili agli addetti al picking, o al massimo nella parte più alta della struttura accessibile mediante un transpallet elettrico.

Sistemi per la preparazione degli ordini a livelli bassi

La preparazione degli ordini a livelli bassi può essere effettuata mediante il prelievo di prodotti o colli singoli che sono stati stoccati come unità di carico nei vani preposti delle scaffalature. 

Operatore lavorando in corsia tra scaffalature convenzionali

Operatore che realizza attività di selezione e prelievo di articoli direttamente dalle scaffalature.

Le procedure di picking che si realizzano a livello terra consistono, inevitabilmente, nel prelievo di parti dell’unità di carico che serviranno a comporre l'ordine completo. Nel livello più basso, gli unici accessibili senza l'uso di macchine o mezzi di sollevamento, il prelievo interessa i prodotti o le parti sfuse precedentemente separati e collocati nei vani di una scaffalatura. Allo stesso tempo, sempre ai livelli inferiori delle strutture, può essere riservato uno spazio per merci pallettizzate, a cui comunque gli operatori possano accedere facilmente.

Quando utilizzare il picking a livelli bassi

In genere si propende per questa tecnica in funzione degli ordini giornalieri che arrivano in magazzino.Fattori come la superficie disponibile, il tempo e la quantità di ordini giornaliera, determineranno invece la configurazione delle scaffalature.

  • Spazio: una soluzione consiste nell'installare un sistema di scaffalature con due o più livelli di carico. Il numero di livelli di carico e della relativa dimensione dipende dal volume delle unità di carico o dai singoli prodotti da movimentare.
  • Tempo: se il numero di ordini giornaliero è elevato, conviene ricorrere a un sistema di scaffalature per picking manuale non troppo alte. La sequenza di preparazione classica (nella quale si preleva un’unità di carico e la si inserisce nell’ordine) potrebbe risultare altrimenti troppo lenta.

Quando si utilizzano queste strutture, la modalità di preparazione degli ordini si realizza in due fasi:

  1. Carico: si caricano le scaffalature con unità di prodotto, componenti o prodotti sfusi prelevati dalla zona di riserva o da un’altra area di preparazione a terra. A seconda del tipo di prodotto e delle distanze, sarà meglio optare per un sistema con configurazione a isola o montato adiacente alla parete.
  2. Preparazione degli ordini: il tempo di prelievo dei prodotti dai vani delle scaffalature incide direttamente sui tempi di preparazione di un ordine.

Per saperne di più: Guida alla scelta degli scaffali industriali.

Disposizione dei prodotti sulle scaffalature

Esistono due maniere per rendere più agile il picking di magazzino che si realizza nel primo livello di prelievo:

  1. Realizzando il prelievo sulle stesse scaffalature usate per lo stoccaggio generale.
  2. Dedicando una parte delle scaffalature esclusivamente al picking manuale.
Operatrice che svolge attività di picking con un carrello commissionatore

Operatrice che svolge attività di picking a bordo di un carrello commissionatore.

 

Quando il progettista opta per l'installazione di scaffalature per il picking, è necessario considerare i seguenti punti:

  • Deve essere possibile prelevare le merci dagli scaffali manualmente.
  • L’altezza dell’ultimo livello di carico deve essere inferiore all’altezza media delle spalle dell’operatore addetto alla preparazione ordini.
  • Il peso massimo dei colli non deve superare i 25 kg.

Diventa opportuno, quindi, realizzare un progetto specifico di scaffalatura, poiché dovendo essere caricata manualmente, non è necessario che i vani siano ampi, ma è sufficiente che possano contenere la quantità media dei prodotti da prelevare in ciascun turno (più una percentuale marginale per garantire la copertura della fornitura).

Poiché l’altezza delle scaffalature è limitata, se il numero di codici è elevato e la superficie disponibile è relativamente piccola, è necessario realizzare la preparazione su due o più livelli, utilizzando soppalchi collegati da scale.

Poiché il peso dei colli non deve superare i 25 kg, le scaffalature utilizzate sono quelle per carichi medi o leggeri. È inoltre opportuno disporre i prodotti o i colli più pesanti sui livelli intermedi e i più leggeri sui rimanenti. La distribuzione delle unità in base al peso è mostrata nell’immagine seguente. Ciò determinerà un maggiore rendimento in fase di preparazione.

Altri argomenti in questa categoria