Utilizziamo cookies propri e di terze parti per offrirle i nostri contenuti in base ai suoi interessi. Continuando a naviagare su questo sito Web, l'utente è consapevole di essere stato informato e di accettare l'installazione e l'utilizzo dei cookies. Per saperne di più, visita la nostra Cookie Policy. Accettare

Il picking a livelli alti (terzo livello di prelievo)

Con picking a livelli alti si intende l'attività di prelievo degli articoli che avviene lungo l'intera altezza disponibile delle scaffalature, in quello che si definisce anche il terzo livello di prelievo. Per garantire l'accessibilità a queste altezze, si ricorre a vari stratagemmi: 

  • Impiego di un unico vano per ciascun articolo.
  • Uso di  più vani per il medesimo articolo nello stesso corridoio.
  • Impiego di uno più vani per il medesimo articolo in vari corridoi.
  • Utilizzo di una sola corsia dedicata alla preparazione completa. 
  • Utilizzo di aree diverse con gli articoli raggruppati per lotti in vari corridoi.

Quando si lavora con sistemi e strutture a grandi altezze, è possibile gestire sia unità di carico di piccole dimensioni, sia bancali su cui sono riposte le merci. A livello di disposizione all'interno del magazzino e di allocazione sugli scaffali, gli approcci possono essere molto simili in entrambi i casi (merci leggere o pesanti). Dal punto di vista dei sistemi automatici e dei mezzi di movimentazione, invece, lo scenario cambia considerevolmente.

Come disporre le merci quando si lavora al terzo livello di prelievo

Quando il picking avviene a grandi altezze, è possibile distribuire le merci all'interno del magazzino e sugli scaffali in 5 modi diversi:

  • A ogni articolo si assegna un solo vano in tutto il magazzino. In questo modo è possibile generare procedure ripetitive che rendono più fluida la preparazione degli ordini. Lo sviluppo di automatismi facilita il lavoro degli addetti al picking, e si ottiene uniformando totalmente il magazzino e a mantenendo costantemente invariato il rapporto articolo-vano
  • A una referenza si assegnano più vani. Questo metodo risulta efficiente quando il corridoio presenta un elevato numero di vani in altezza o in lunghezza. Depositare lo stesso articolo in posizioni diverse lungo lo stesso corridoio agevola gli spostamenti all’interno dello stesso. Tuttavia, l'efficacia di questo metodo è legata alla presenza del software di gestione WMS. Il sistema informatico riceve informazioni direttamente dagli operatori e si occupa di programmare il riapprovvigionamento dell’articolo nel vano da cui è stato prelevato
  • Un solo SKU, più vani, più corridoi. È un metodo valido soltanto quando vari commissionatori lavorano contemporaneamente, ottimizzando i tempi degli spostamenti tra i vari corridoi. Per una performance migliore, è consigliabile implementare un sistema di comunicazione real time tra gli operatori addetti alla preparazione e il terminale centrale, come ad esempio il voice picking.
  • Un corridoio per un'intera linea. Consigliamo questo opproccio quando la rapidità operativa rappresenta una priorità. È possibile distribuire lungo varie corsie le quantità stoccate per ciascuna referenza, in modo tale da averle tutte disponibili per la preparazione dell’ordine completo. Questo metodo evita che gli operatori si spostino continuamente e svletisce il prelievo delle merci dai livelli più alti delle scaffalature.
  • Più referenze in diverse zone del magazzino. In questo metodo gli addetti al picking lavorano in un’area specifica e cambiano di corridoio sporadicamente. Seguendo questa disposizione, il prelievo diventa leggermente più lento, ma, poiché non comporta un ricambio continuo di manodopera, risulta più economico.

Preparazione degli ordini a livelli alti

Preparazione degli ordini a livelli alti.

Mezzi per il terzo livello di prelievo

Il prelievo degli ordini a livelli alti si può realizzare mediante l'utilizzo di:

  • Commissionatori appositamente progettati per questa attività (con altezza utile tra i 10 e gli 11 m al massimo).
  • Carrelli elevatori trilaterali man-up combinati, sui quali il conducente va su insieme al carico e accede direttamente alle unità sfuse o ai pezzi stoccati ai livelli alti.
  • Trasloelevatori di media altezza (tra i 10 e i 12 m) con un operatore a bordo. È una modalità di prelievo in disuso: nei magazzini automatici si utilizzano i trasloelevatori automatici.

Magazzino di un'azienda produttrice di componenti elettroniche

Magazzino di un'azienda produttrice di componenti elettroniche.

 

Altri argomenti in questa categoria