La value stream mapping è una tecnica che rileva inefficienze e opportunità di miglioramento nel processo produttivo e nella gestione logistica

Value stream mapping: come identificare le inefficienze nel magazzino

12 settembre 2022

La value stream mapping (VSM) è una tecnica che serve per visualizzare il processo di fabbricazione di un prodotto, dal ricevimento delle materie prime fino alla produzione, lo stoccaggio e la consegna al cliente.

Utilizzato principalmente nei centri di produzione e nei magazzini, questo strumento facilita l'analisi delle diverse fasi della produzione con l'obiettivo di migliorare i processi.

VSM: cos’è una value stream mapping?

La value stream mapping, nota anche come Mappatura della Catena del Valore, è uno strumento visivo il cui scopo è identificare le carenze e rilevare le opportunità di miglioramento nel processo produttivo e nella gestione logistica di un prodotto. Questo strumento è diventato famoso negli anni '90 in metodologie quali il lean o il six sigma, che condividono lo stesso obiettivo: eliminare i sovraccosti e promuovere sistemi di produzione efficienti.

La VSM consiste in un diagramma di flusso nel quale vengono rappresentate le diverse attività e fasi che un prodotto attraversa durante il processo di produzione, dall'acquisto della materia prima fino alla consegna al cliente finale. Con questo strumento si possono visualizzare i movimenti delle materie prime e analizzare l'efficienza dei processi produttivi.

La value stream mapping registra tutte le attività e le mansioni necessarie per la creazione e la distribuzione di un prodotto, in modo che il Responsabile della Produzione possa identificare i processi che non apportano valore aggiunto per il cliente. La VSM usa un sistema di simboli che riproducono il flusso di informazioni, lavoro e movimenti generati lungo la supply chain.

Per individuare errori e carenze nella produzione di un prodotto, il team responsabile può sviluppare e confrontare diverse versioni della VSM. Ad esempio, un diagramma che emuli il flusso reale e un altro che rifletta lo stato futuro o ideale. Questo confronto rende più facile visualizzare dove esistono opportunità di miglioramento e in quale fase concreta del processo produttivo possono essere implementate.

Vantaggi di implementare la tecnica VSM

L’elaborazione di una value stream mapping permette ai responsabili preposti alla supervisione dei processi produttivi, come i Responsabili della Logistica, di:

  • Disporre di una visione completa della produzione: il diagramma favorisce la raccolta di informazioni di tutti i processi coinvolti nella produzione, consentendo al responsabile di essere meglio informato al momento di prendere decisioni.
  • Identificare le carenze, i sovraccosti e gli errori: questo strumento di lean manufacturing aiuta a individuare i processi che suppongono costi eccessivi o che non apportano valore aggiunto al prodotto. L'analisi è vantaggiosa sia per il produttore che per il cliente, perché il risultato finale si traduce in un prodotto o servizio migliore.
  • Promuovere una strategia logistica e produttiva efficiente: la tecnica value stream mapping comporta un'analisi dello stato reale e ideale del processo produttivo. Da qui si possono definire le azioni idonee per ottimizzare i flussi produttivi dell'azienda.

In definitiva, l'applicazione di un'analisi di value stream mapping a un processo produttivo conduce all'implementazione di tecniche di lean logistics nelle linee di produzione, al fine di determinare le inefficienze e quindi eliminare gli errori e i sovraccosti.

Come implementare la tecnica VSM: 5 passi da seguire

La tecnica VSM richiede i seguenti passaggi per analizzare il livello di efficienza del processo produttivo:

1) Impostare il processo per mappare

Prima dell'analisi, è essenziale stabilire e delimitare le fasi da studiare. A tal fine, è fondamentale che l'azienda abbia definito in anticipo quale prodotto o servizio desidera migliorare.

2) Identificare l'obiettivo e l'ambito dello studio

Una volta selezionato il processo da migliorare, bisogna specificare l'ambito concreto dello studio, specificando quali sono le fasi reali e quali quelle ideali del processo produttivo. Ad esempio, un obiettivo potrebbe essere quello di ottimizzare la fornitura di materie prime a una linea di produzione. In questo caso, per individuare le opportunità di miglioramento, l'analisi si concentrerebbe sulle prestazioni delle attrezzature di lavoro e di movimentazione coinvolte in questo ciclo operativo.

3) Determinare le persone coinvolte

La value stream mapping richiede la selezione degli esperti che saranno coinvolti nell'analisi delle fasi del processo produttivo. In questo stadio è importante precisare il ruolo di ogni persona e stabilire il suo grado di responsabilità in base alle sue conoscenze in ogni area.

4) Esecuzione dell'analisi

La fase di realizzazione è una delle più complesse, poiché lo studio di ogni mansione richiede, a sua volta, tre diverse analisi del processo produttivo:

  • Come si pensa che sia
  • Com’è realmente
  • Come dovrebbe essere

Queste tre analisi permettono al responsabile di avere un paragone tra il processo produttivo ideale, quello reale e, soprattutto, qual è il punto di vista dell'azienda sui cicli operativi della produzione.

5) Elaborare il piano d'azione

Dopo aver effettuato le tre analisi, i partecipanti devono concordare un piano d'azione in modo che il processo di produzione cambi dalla versione 2 (come è realmente) alla versione 3 (come dovrebbe essere).

Il piano di miglioramento deve essere elaborato nel rispetto degli standard della value stream mapping: le azioni devono essere specifiche, misurabili, realizzabili, rilevanti e temporanee (ciò che in inglese si conosce con l'acronimo SMART).

La Value stream mapping applicata alla logistica

Sebbene la value stream mapping sia direttamente correlata al lean manufacturing, questo strumento di qualità ha anche un impatto sulla logistica dei prodotti. Come mai? Durante l'analisi VSM vengono presi in considerazione cicli logistici come l’approvvigionamento della materia prima, le condizioni di stoccaggio o la distribuzione degli ordini.

L'applicazione di questa tecnica visiva può coinvolgere anche il Responsabile della Logistica al fine di individuare errori e fasi che non apportano valore aggiunto durante il passaggio del prodotto per il magazzino. La value stream mapping consente di individuare i sovraccosti o le perdite di tempo a cui è possibile rimediare con l'installazione di sistemi di stoccaggio automatico, implementazione di un software di gestione magazzino o l'introduzione di un nuovo metodo di preparazione degli ordini.

Le inefficienze logistiche riscontrate attraverso un'analisi VSM possono essere corrette implementando un WMS
Le inefficienze logistiche riscontrate attraverso un'analisi VSM possono essere corrette implementando un WMS

Secondo lo studio Value stream mapping in ordering process, pubblicato dall'Università di Belgrado, il VSM è uno strumento che può essere usato per individuare le inefficienze e migliorare i processi nei magazzini: “Si devono ridurre al minimo le fasi che non apportano valore aggiunto al magazzino e aumentare la velocità e la produttività. Poiché nel magazzino coesistono differenti tipi di merce e di flussi di informazione, questi miglioramenti possono essere ottenuti implementando la VSM.” Secondo i ricercatori, l'applicazione della value stream mapping nella logistica permette di migliorare le consegne e ottimizzare i costi logistici: “L'obiettivo è consegnare i prodotti in tempi rapidi, con una buona qualità e a un prezzo contenuto. Uno dei metodi più utilizzati per diminuire tempi e costi è il VSM”.

Questo strumento visivo evidenzia dove esistono opportunità di miglioramento ed esegue un'analisi dello stato ideale del processo del prodotto. Per incrementare la produttività, gli autori concludono con alcune soluzioni che attenuano le inefficienze nel magazzino come: “La creazione di uno spazio vuoto o di una nuova area di confezionamento, l'introduzione di nuove strategie di ubicazione o il miglioramento del sistema informativo, ad esempio, insieme alla definizione di indicatori chiave di performance”.

La value stream mapping è una tecnica applicata anche nel settore dell'e-commerce. Nell'articolo Application of value stream mapping in e-commerce, gli accademici dell'Università di San Jose (Stati Uniti) descrivono come la VSM può incrementare l'efficienza di una supply chain di un e-commerce: “Le parti e le attività coinvolte, i collegamenti tra queste e il flusso di informazioni e prodotti nel processo della supply chain vengono visualizzati attraverso la creazione della VSM. Il flusso della supply chain è compreso meglio nella sua globalità e le possibili inefficienze sono facilmente identificabili”.

Lo studio, pubblicato sulla rivista accademica Sustainability, conferma che il metodo value stream mapping può contribuire a ridurre i costi, oltre a migliorare l'efficienza nella gestione della supply chain e la soddisfazione dei clienti.

VSM, eliminazione di sovraccosti nella logistica e nella produzione

La value stream mapping è uno strumento comune per identificare le opportunità di miglioramento dei processi produttivi. Nel campo della logistica e del magazzino, la VSM può rilevare le inefficienze, ad esempio, nei processi di ricevimento, nell’ubicazione dei prodotti o nella spedizione della merce.

Una pianificazione logistica efficiente richiede un'analisi previa dei flussi di lavoro del magazzino e del centro di produzione per aspirare alla massima produttività. Questo strumento consente di visualizzare gli errori nel processo di produzione che impediscono raggiungere la massima efficienza. Una volta effettuata l'analisi, Mecalux dispone di un ampio catalogo di soluzioni intralogistiche per moltiplicare la produttività di un magazzino ed eliminare il rischio di errori nei cicli logistici. Contattaci e un nostro esperto ti consiglierà la soluzione migliore per la tua installazione.

Missconfigured or missplaced portlet, no content found
Dynamic Content: false
Master Name: Banner-Software-Solutions
Template Key: