Le tre nuove strutture di stoccaggio di Decathlon in Italia sono orientate al commercio elettronico

Direct-to-consumer: come funziona il modello D2C

03 settembre 2020

Il modello direct-to-consumer o D2C è una strategia che permette ai produttori di massimizzare i profitti bypassando gli intermediari. Si tratta di un modello che beneficia sia gli imprenditori sia i consumatori: da uno studio condotto dalla società di consulenza Multi Channel Merchant emerge che il 52% dei consumatori nordamericani preferisce acquistare i prodotti direttamente dal fabbricante.

Ma come incide il D2C sulla logistica? Nel nostro articolo parleremo di come implementare il direct-to-consumer in magazzino passando in rassegna le soluzioni logistiche più adeguate per farlo.

Cosa significa D2C? Come si applica questo modello in ambito logistico?

Un’azienda che adotta il modello D2C o direct-to-consumer produce, promuove e vende un bene o servizio direttamente al consumatore finale attraverso i propri canali (punti vendita o e-commerce) e senza intermediari.

Spesso si tende a confondere il D2C con il modello B2C (business-to-consumer). Meglio chiarire questo aspetto: ogni canale di vendita D2C è B2C (vende al consumatore), ma non viceversa, poiché non tutti i B2C sono produttori (la maggior parte agisce come intermediari).

In ambito logistico i magazzini progettati per il D2C si sono diffusi in concomitanza con la crescita del commercio elettronico, che ha dato alle aziende manifatturiere l'opportunità di vendere i propri prodotti online o persino attraverso i social network.

Si tratta, quindi, di strutture che svolgono la duplice funzione di centro logistico e di punto vendita in quanto, oltre alle operazioni di stoccaggio e preparazione degli ordini, in questi luoghi si vende direttamente ai clienti. Se è vero che la strategia può apparire più redditizia per quelle le aziende che vendono online direttamente dal punto vendita presente in magazzino, ciò obbliga invece a progettare i magazzini in modo tale da far fronte alle complessità del picking e della logistica inversa (resi ai clienti).

Vantaggi di un magazzino D2C

L'apertura di un canale D2C nel magazzino apporta i seguenti vantaggi:

  • Si ampliano le opportunità: l'aggiunta di un proprio punto vendita nel magazzino facilita la vendita di prodotti attraverso più canali, il che si traduce in più benefici per l'azienda.
  • Si migliora l'interazione con il cliente: il modello D2C consente di monitorare e studiare meglio l’esperienza d’acquisto.

Canali di vendita direct-to-consumer

Il canale D2C permette alle aziende di eliminare gli intermediari e di vendere i prodotti direttamente al cliente finale. Ecco i canali di vendita principali:

  • Showroom: il magazzino D2C incorpora un'area di vendita aperta al pubblico in modo che il cliente possa vedere il prodotto sul posto.
  • Pop-up store (negozio a tempo): le aziende possono fare affidamento su negozi temporanei per vendere la loro merce al cliente finale, ad esempio, durante campagne speciali.
  • E-commerce: disporre di un canale di vendita online permette di massimizzare la vendita di prodotti, anche se comporta altre difficoltà, come ad esempio la la gestione della logistica dell'ultimo miglio.
  • Social Network: le aziende possono integrare il proprio negozio online con le vendite sui social network (ad esempio su Instagram o Twitter).

Il ruolo del software WMS nell’implementazione del modello D2C

Per moltiplicare la produttività e ridurre gli errori logistici, ogni azienda dovrebbe fare affidamento su un software per la gestione del magazzino. Questo sistema agevola il lavoro degli operatori, in particolare nelle operazioni di gestione delle ubicazioni, nel controllo del flusso di merci o nella preparazione degli ordini.

Easy WMS di Mecalux presenta un ventaglio di funzioni pensate per adattare le fasi operative del magazzino al modello D2C (gestione dei kit, ottimizzazione del picking e della distribuzione delle merci all’interno dei sistemi di stoccaggio, ad esempio).

Inoltre, dispone di moduli aggiuntivi specializzati quali il WMS per e-commerce (per la preparazione degli ordini delle aziende di commercio elettronico) o il software gestionale della produzione (per controllare lo stock di materie prime necessarie per i processi produttivi).

Il nuovo magazzino realizzato da Interlake Mecalux per Adidas aprirà un canale di vendita D2C nei locali dell'azienda
Il nuovo magazzino realizzato da Interlake Mecalux per Adidas aprirà un canale di vendita D2C nei locali dell'azienda

Magazzini direct-to-consumer: un trend in crescita

Sono sempre più numerose le aziende che, attraverso un e-commerce, un punto vendita o uno showroom, puntano sull’implementazione di un modello commerciale D2C nei loro magazzini e senza dover rinunciare ad altri modelli di business (come il B2B, ad esempio). Tuttavia, l’adozione del D2C non è esente da complessità, poiché richiede alle aziende la flessibilità necessaria per adattarsi alle nuove tendenze dei consumatori.

Mecalux possiede una vasta esperienza nella progettazione e implementazione di soluzioni capaci di far fronte alla sfida del direct-to-consumer. Basti vedere i tre magazzini realizzati per Decathlon in Italia o il magazzino di Adidas degli Stati Uniti. Se la tua azienda vuole adottare sfruttare i vantaggi del D2C, contattaci, saremo lieti di mostrarti la nostra gamma di sistemi per la logistica.