Area di picking dotata di macchine per l’assemblaggio dei pallet

Area di picking: layout e configurazione

30 dicembre 2019

Quando in un magazzino è presente un’area di picking perfettamente ottimizzata, tutto il lavoro scorre in maniera più fluida ed efficiente. Disegnare ed equipaggiare queste aree nel migliore dei modi conferisce al centro l’agilità necessaria per soddisfare le esigenze dei clienti. La progettazione di questi spazi dipende in grande misura dalla tipologia di unità di carico, dal livello di servizio che si intende offrire e dai sistemi di stoccaggio e movimentazione che si trovano all’interno del magazzino.

Dal momento che un magazzino è composto da diverse aree funzionali, è bene conoscere tutte le strategie di ottimizzazione al fine di ottenere un layout ottimale del magazzino. In questo articolo andremo a vedere come ottimizzare l’area di picking considerando due fattori: la posizione di quest’area all’interno del magazzino e la configurazione delle postazioni di picking.

Dove allestire l’area di picking nel magazzino

Analizziamo le due opzioni più utilizzate nei magazzini:

- Area di picking adiacente alla testata di magazzino: soluzione per magazzini automatici

Le aree di picking in questi centri funge anche da area spedizioni. In questo modo si realizzano nello stesso spazio le attività di controllo, imballaggio e spedizione delle merci, realizzando nelle postazioni di picking anche il raggruppamento dei colli con tecniche di spedizione particolari, come il groupage, ad esempio.

Nei magazzini automatici per pallet e casse in cui sono stati installati trasloelevatori e navette Pallet Shuttle, il picking è solito realizzarsi nella parte immediatamente adiacente alle strutture. Le merci arrivano direttamente nelle postazioni di picking trasportate mediante trasportatori industriali a rulli. Una volta lì, gli addetti al picking controllano e terminano di allestire gli ordini che passeranno ad essere inviati. Un esempio di area di picking di questo tipo è presente magazzino del complesso logistico dell'impresa Porcelanosa e nel magazzino automatico di Basf in Brasile.

Area di picking ubicata nella testata di un magazzino automatico Miniload
Area di picking ubicata nella testata di un magazzino automatico Miniload

- Area di picking disposta al centro o lateralmente alle strutture: magazzini con un alto volume di ordini

Nei centri in cui si elaborano numerosi ordini, le attività di picking si complicano e rendono necessario l’utilizzo dell’intero layout di magazzino. Cosa comporta tutto ciò? L’intero processo di preparazione degli ordini ne esce beneficiato, ma al tempo stesso significa aumenta il lavoro per gli operatori. La soluzione migliore in questi casi consiste nell’installazione di una linea di trasportatori dotati di rulliere che funzioni da asse centrale, mentre ai lati della rulliera si disporranno le postazioni di picking.

A livello pratico tale disposizione delle aree di picking permette agli operatori di prendere i prodotti dagli scaffali e di depositarli sui trasportatori all’interno delle casse (possono essere anche gli imballaggi finali o confezioni di plastica). Il prelievo dei prodotti può essere ulteriormente agevolato e velocizzato installando scaffali a gravità per picking dotate di tecnologie pick to light, o realizzando il picking con l’ausilio dei picking cart.

Il magazzino e-commerce di Eobuwie in Polonia è un esempio pratico di quanto detto fino ad ora. Inoltre in questo centro è stato installato un sorter per lo smistamento dei prodotti in funzione del tipo di ordine e percorso del trasporto.

Area di picking dotata di trasportatori industriali con rulli per casse e contenitori
Area di picking dotata di trasportatori industriali con rulli per casse e contenitori

Configurazione delle postazioni di picking

Quando si pianifica il layout delle aree di picking è bene tenere in considerazione la tutela della sicurezza dei lavoratori e la massima ergonomia della postazione di lavoro. Una postazione di picking dispone di solito di un computer con cui è possibile controllare il software per la gestione del magazzino e una stampante per etichettare le merci e stampare i documenti associati all’ordine.

In più esiste una grande varietà di sistemi automatici o robotizzati che possono essere installati nelle postazioni di picking. Vediamo alcuni esempi:

  • Tavolo da lavoro a sollevamento idraulico che si regola in altezza e agevola il montaggio manuale di pallet. Questi tavoli vengono di solito integrati nel circuito di trasportatori e dispongono di altri sistemi che permettono di monitorare il pelo e il volume delle merci.
  • Braccio pneumatico per sollevare e muovere carichi pesanti.
  • Dispositivi di voice picking per aumentare la precisione e la comodità delle attività di prelievo da parte degli operatori.
  • Macchine per l’imballaggio, ovvero i sistemi automatici che producono il materiale protettivo, d'imbottitura e riempimento dei pacchi. In questa categoria rientrano anche le avvolgitrici e fasciapallet.

Alla ricerca dell’area di picking perfetta

Le attività di picking sono complesse e rappresentano un costo importante per le imprese. Ottimizzare l’area di picking contribuisce quindi a ridurre gli sprechi, ad aumentare l’efficienza e, quindi, i profitti. Ecco perché è importante dotare le postazioni di picking delle giuste risorse e pianificare in maniera scrupolosa dove disporre queste aree di lavoro.

Se pensi che il tuo magazzino possa rendere meglio, contattaci: un nostro esperto analizzerà il layout del tuo magazzino e ti proporrà soluzioni logistiche su misura.

Missconfigured or missplaced portlet, no content found
Dynamic Content: false
Master Name: Banner-Software-Solutions
Template Key: