La segnaletica del pavimento del magazzino serve ad avvertire i pericoli in modo visivo

La segnaletica orizzontale in magazzino: come realizzarla e quale normativa si applica?

08 marzo 2021

Con segnaletica orizzontale in magazzino si intendono le indicazioni tracciate sulla pavimentazione di un impianto logistico. Si tratta di una misura di sicurezza che riduce al minimo eventuali rischi all’interno del magazzino e consente inoltre di organizzare lo spazio.

Al fine di prevenire i rischi nei magazzini, è necessario segnalare e differenziare visivamente le superfici dedicate alle attività di stoccaggio e le aree dove circolano i mezzi di movimentazione e i pedoni.

Vediamo come sono i segnali, quali norme devono rispettare e quali vantaggi comporta avere un magazzino dotato delle indicazioni adeguate.

Perché è consigliabile utilizzare la segnaletica orizzontale in magazzino?

La segnaletica sulla pavimentazione del magazzino consente di delimitare le aree di lavoro. Di fatto, si tratta di una misura di sicurezza, che avverte gli operatori dei rischi in modo visivo, chiaro ed evidente.

Segnala tutte le aree in cui potrebbe sussistere un rischio per gli operatori come, ad esempio, le ubicazioni di sostanze e prodotti pericolosi. Inoltre, indica le uscite di emergenza, le aree con presenza di ostacoli e i luoghi in cui si trovano gli impianti antincendio al fine di localizzarli con più facilità.

È preferibile segnalare solo le aree essenziali del magazzino, perché un impiego eccessivo di questi segnali potrebbe generare confusione nel personale che solitamente vi opera.

Le ragioni principali dell’utilizzo di una segnaletica adeguata in magazzino sono:

  • Rispetto della normativa. La direttiva 92/58/CEE dell’Unione europea impone alle aziende la segnaletica orizzontale in magazzino. La mancata ottemperanza potrebbe comportare sanzioni e segnalazioni alle autorità competenti 
  • Maggiore sicurezza. La segnaletica costituisce una misura di prevenzione dei rischi sul lavoro. Ad esempio, impedendo che gli operatori si incontrino con i carrelli elevatori, si evitano scontri.
  • Organizzazione dello spazio. La delimitazione delle aree di lavoro contribuisce a mantenere l’ordine. L’organizzazione ottimale del magazzino è fondamentale, poiché una distribuzione efficiente del magazzino ha un impatto positivo su tutte le attività.
  • Riduzione al minimo degli spostamenti. Con una segnaletica completa, gli operatori sanno dove dirigersi; di conseguenza, i trasferimenti sono più veloci, con un conseguente aumento della produttività.

Gli spostamenti continui di persone e prodotti all’interno del magazzino accrescono le probabilità che si verifichino incidenti (soprattutto urti e cadute). Secondo Eurostat, in Europa si verificano ogni anno 300.000 incidenti nel settore logistico. Una parte di questi incidenti avviene durante gli spostamenti da un punto all’altro del magazzino. Per prevenire ogni rischio, è indubbia l’efficacia della segnaletica in magazzino.

Tipi di segnaletica nel magazzino

La segnaletica tracciata sulla pavimentazione è di diversi tipi. Secondo le norme di sicurezza, i pericoli, i divieti o le informazioni sono rappresentati con forme e colori, come avviene con la segnaletica stradale. Pertanto, un segnale triangolare è un avvertimento di pericolo. Uno quadrato, invece, ha funzione informativa.

In genere, la segnaletica è realizzata con vernici speciali a base di resina, poiché sono più resistenti all’usura e all’abrasione. Con l’ausilio di una macchina traccialinee o di stampi, si tracciano le linee di delimitazione delle aree. Le vernici devono essere idonee a passaggio dei veicoli e non essere scivolose.

Si utilizzano anche adesivi antiscivolo, particolarmente resistenti all’acqua, alle temperature estreme e all’esposizione ai raggi del sole. In genere sono applicati direttamente sul pavimento o sui gradini perché, essendo antiscivolo, riducono al minimo gli slittamenti. Possono essere di colori diversi, soprattutto giallo e nero per avvertire del pericolo di caduta o inciampo.

Il nastro adesivo antiscivolo è particolarmente resistente per segnalare il pavimento del magazzino
Il nastro adesivo antiscivolo è particolarmente resistente per la segnaletica a pavimento in magazzino

Consigli per realizzare una segnaletica industriale ottimale 

Prima di tracciare i segnali sulla pavimentazione, è necessario documentarsi e informarsi sul quadro normativo vigente. Ad esempio, è fondamentale sapere quali colori si possono usare o quali aree bisogna differenziare per gestire la segnaletica industriale.

Successivamente, occorre valutare la distribuzione e l’organizzazione dello spazio del magazzino al fine di identificare eventuali rischi.

Poi, si deve scegliere il tipo di segnaletica adatta (vernice o nastro adesivo). La scelta dipenderà dalle caratteristiche della pavimentazione e dalla funzione temporanea o permanente del segnale. Le aziende che modificano spesso l’organizzazione del magazzino di solito scelgono il nastro adesivo.

Per l’applicazione di vernice e adesivi, l’ideale sarebbe che il magazzino si trovasse a temperatura ambiente. Per facilitarne il fissaggio, invece, è imprescindibile che il pavimento sia pulito e asciutto, senza polvere, grasso oppure olio.

Infine, il responsabile del magazzino deve controllare la segnaletica orizzontale per verificare che sia in ottimo stato e adeguatamente pulita.

Normativa relativa alla segnaletica orizzontale in magazzino

Normativa europea

Nell’Unione europea è in vigore la direttiva 92/58/CEE, una norma che acquista carattere vincolante in tutti i Paesi UE e che, quindi, rientra nella normativa nazionale.

Secondo questa norma, il datore di lavoro è tenuto ad apporre la segnaletica orizzontale sul pavimento del magazzino quando esistono rischi che non possono essere evitati con altri mezzi tecnici di protezione.

Vediamo alcuni dei temi trattati dalla norma:

Formazione

La direttiva obbliga ad addestrare i dipendenti e i loro responsabili in merito alle misure di prevenzione e alla segnaletica utilizzata. È fondamentale che i dipendenti conoscano il significato di simboli e colori di sicurezza, compresi quelli fuori dai limiti della loro area di lavoro.

La formazione consente di garantire la corretta interpretazione dei segnali. Si deve svolgere ogni volta che si installano nuovi segnali, si modificano quelli esistenti o vengono assunti nuovi dipendenti.

Colori

Nella direttiva vengono descritti i colori della segnaletica di sicurezza che è possibile utilizzare sia per i segnali a cartello che per le linee da tracciare sul pavimento:

Colore Significato Indicazioni e dettagli
Rosso Segnali di divieto. Comportamenti pericolosi.
Pericolo - allarme. Alt, arresto, sgombero.
Materiali e attrezzature antincendio. Identificazione e ubicazione.
Giallo/giallo-arancio Segnali di avvertimento. Attenzione, cautela/verifica.
Azzurro Segnali di prescrizione. Comportamento o azione specifica/obbligo di indossare dispositivi di protezione individuale.
Verde Segnali di salvataggio o di soccorso. Porte, uscite, percorsi, materiali, postazioni di salvataggio o di soccorso, locali.
Situazione di sicurezza. Ritorno alla normalità.

 

Affinché i colori siano più efficaci, occorre evitare che altra segnaletica ne limiti la visibilità o che i segnali siano troppo vicini.

Ostacoli e luoghi pericolosi

Si devono segnalare le aree in cui esiste il rischio di urto contro ostacoli e di caduta di oggetti e persone. 

Ad esempio, è obbligatorio segnalare i sottopassaggi che attraversano trasversalmente le scaffalature portapallet e che favoriscono il flusso di movimentazione, svolgendo al contempo la funzione di uscita di emergenza.

A tale scopo, si utilizzano strisce gialle e nere oppure bianche e rosse.

Segnali che possono essere apposti in zone in cui vi sono ostacoli nel magazzino
Segnali da disporre in aree del magazzino con presenza di ostacoli

Vie di circolazione

Le vie di circolazione dei veicoli devono essere chiaramente identificate con strisce di colore visibile, preferibilmente bianco o giallo, tenendo conto del colore del pavimento.

Per disporre le strisce, è necessario considerare la distanza di sicurezza tra i veicoli e qualsiasi oggetto eventualmente nelle vicinanze, inclusi gli operatori stessi.

Normativa spagnola 

In Spagna, è in vigore il Real Decreto 485/1997, una norma che comprende tutte le linee guida indicate nella direttiva 92/58/CEE dell’Unione europea e, inoltre, promuove alcuni obblighi supplementari. Nel Real Decreto si stabiliscono le disposizioni minime in materia di segnaletica indicate dall’Instituto Nacional de Seguridad y Salud en el Trabajo (INSST).

Se necessaria, la segnaletica deve essere realizzata con strisce continue di colore bianco o giallo (in base al colore del pavimento) e di diversa larghezza:

  • Le aree dedicate a funzioni specifiche come lo stoccaggio o la classificazione dei materiali devono essere segnalate con strisce continue di 10 cm di larghezza. Per delimitare le corsie pedonali situate di fianco a quelle di circolazione dei mezzi di sollevamento, si devono usare strisce continue di 10 cm di larghezza.
  • Al fine di evitare interferenze tra postazioni di lavoro vicine, è necessario indicare che le corsie sono aree prive di ostacoli con strisce continue di 5 cm di larghezza.
  • Per delimitare le corsie pedonali situate di fianco a quelle di circolazione dei mezzi di sollevamento si devono usare strisce continue di 10 cm di larghezza.

Nel Real Decreto si specifica inoltre che le aree di stoccaggio vicine alle vie di circolazione o alle aree di stazionamento dei veicoli (siano essi camion o carrelli elevatori) devono essere segnalate secondo il codice di circolazione vigente

Pertanto, se ad esempio circolano dei camion, è normale utilizzare il segnale di velocità a 10 km/h e installare dissuasori sul pavimento. È inoltre possibile contrassegnare le vie di passaggio con strisce gialle o bianche di 10 cm di larghezza (simili a strisce pedonali).

Per le aree in cui circolano veicoli e operatori, è preferibile distinguere le superfici di transito pedonale o, almeno, i loro margini, utilizzando un colore diverso da quello delle vie di circolazione.

Un magazzino con una pavimentazione ben segnalata influisce sulla sicurezza degli operatori
Una segnaletica orizzontale in magazzino ottimale influisce sulla sicurezza degli operatori

Un magazzino dotato di segnaletica e sicuro 

Garantire la sicurezza è tra le priorità di ogni azienda. La formazione, la prevenzione, la responsabilità e la manutenzione riducono al minimo i rischi per le persone, le interruzioni al servizio e i danni alla merce.

La segnalazione è uno dei modi più efficaci per garantire la sicurezza del magazzino, perché consente agli operatori di identificare visivamente eventuali minacce. Tuttavia, occorre ricordare che si tratta di un’azione preventiva in più, complementare ad altre misure ugualmente efficaci a garantire il corretto  funzionamento del magazzino come, ad esempio, l’Ispezione Tecnica delle Scaffalature (ITS).

Mecalux commercializza soluzioni per lo stoccaggio e la gestione in più di 70 paesi, per cui abbiamo una prospettiva globale delle normative che si applicano nei vari paesi in materia di sicurezza e salute sul lavoro. Contattaci per analizzare la situazione del tuo magazzino e ti aiuteremo a garantirne la sicurezza.