Stoccaggio merci magazzino

Stoccaggio merci: come organizzare il magazzino

06 marzo 2019

Il corretto stoccaggio delle merci è alla base della logistica efficiente. Ma cosa significa stoccaggio? Per stoccaggio delle merci si intende l’operazione di conservare in un deposito, dei prodotti che possono essere di tipo differente: materie prime in un contesto di produzione o prodotti finiti (distribuzione). Lo stoccaggio serve quindi a immagazzinare i prodotti per assicurarsi la disponibilità necessaria per portare a termine i processi di produzione o di distribuzione.

Una volta compreso il significato di stoccaggio, sorgono altre domande: come sistemare i prodotti sulle scaffalature? In che ordine? In che quantità? Sono questi dei quesiti normali che sorgono al momento di scegliere il posizionamento dei prodotti. Conoscere e assegnare le ubicazioni di ogni referenza è un'operazione da pianificare fin dalla progettazione del layout del magazzino.

Nella logistica si tende a pensare che solo i sistemi automatici siano in grado di contribuire alla crescita dell'azienda. Si tratta di soluzioni sicuramente efficaci, ma prima dovresti cercare le opportunità che si nascondono sui tuoi scaffali. Per uno stoccaggio delle merci efficace, ti consigliamo di controllare le caratteristiche di ogni SKU, di conoscere il tipo di imballaggio, di includere le informazioni sugli scaffali o sui contenitori e di realizzare un monitoraggio delle merci a scadenza regolare.

La conoscenza dei concetti di base legati al magazzino insieme a una revisione delle diverse aree che lo compongono, contribuiscono a migliorare l'organizzazione delle merci, fattore che ti permetterà di ottimizzare lo spazio per lo stoccaggio.

Studia le caratteristiche di ogni SKU

Prima ancora di organizzare le merci e i prodotti sugli scaffali, è necessario classificarli in base ai seguenti parametri:

  • Natura del prodotto: è un prodotto gassoso, solido o liquido?
  • Tipo di imballaggio: come sono stati confezionati i prodotti? Che tipo di imballaggi sono stati usati? Vanno posizionati su uno scaffale, in un bidone, armadio o su pallet?
  • Caratteristiche: che dimensioni, peso e volume hanno gli articoli?
  • Condizioni ambientali: alcuni prodotti sono più sensibili al calore, all'umidità o alle vibrazioni?

È ovvio che i prodotti liquidi più pesanti, che viaggiano in contenitori speciali, richiedano un tipo di stoccaggio diverso dai prodotti sensibili ai fattori climatici.

Oltre alle caratteristiche intrinseche, va sottolineata l'importanza di altri due fattori:

  • L'ergonomia nelle procedure di prelievo: posiziona gli articoli per facilitare il lavoro agli operatori.
  • La politica di allocazione delle merci: la corretta distribuzione delle merci in magazzino dipende in grande misura dai sistemi di stoccaggio scelti

Scegli una soluzione di stoccaggio adatta alle tue esigenze

Una volta osservate le caratteristiche dei prodotti, avanza al passo successivo e scegli un sistema di stoccaggio compatibile con le tue reali necessità.

Considera i seguenti fattori:

  • Indice di rotazione: se i tuoi articoli hanno presentano un basso indice di rotazione, è opportuno scegliere un sistema di stoccaggio intensivo.
  • La scadenza dei prodotti deperibili: lo stoccaggio dinamico è il metodo migliore per i magazzini alimentari in quanto assicura una buona rotazione degli SKU.
  • Il tipo di magazzino: il tuo è un magazzino tradizionale, manuale, intensivo o frigorifero?
  • I tuoi obiettivi: se vuoi ottimizzare il tuo impianto, valuta i pro e contro delle soluzioni per lo stoccaggio automatico delle merci.

La scelta della migliore soluzione di stoccaggio dipende da una corretta definizione di ognuno di questi elementi. Inoltre, grazie a questa analisi, sarà possibile mantenere il buon funzionamento e la sicurezza dell'impianto.

Identifica SKU, scaffali e imballaggi

Lavora per far sí che tutti gli elementi del magazzino siano facilmente identificabili. Assegna codici di identificazione ai prodotti, agli scaffali e agli imballaggi.

Merci stoccate su scaffalature metalliche
Merci stoccate su scaffalature metalliche

Crea categorie per ogni elemento del magazzino: scaffali, contenitori, mezzi di movimentazione per rendere più fluidi i processi di magazzino.

Consigli per una distribuzione efficiente delle merci in magazzino

Ecco alcuni consigli pratici per un posizionamento ottimale (slotting) degli articoli nel magazzino. Questi suggerimenti nascono da anni di esperienza nella logistica.

  • I pallet che contengono prodotti ad alta rotazione dovrebbero essere posizionati vicino alle piattaforme di carico e su un livello accessibile agli operatori. I bancali con SKU a bassa rotazione devono essere ubicati più distanti dalla zona di spedizione e sui ripiani più alti delle scaffalature.
  • Studia le caratteristiche delle SKU e mettile in relazione con le unità di movimentazione.
  • Sviluppa un sistema per calcolare il valore di ogni posizione. In questo modo potrai simulare varie configurazioni e strategie per determinare la modalità di stoccaggio migliore.
  • L'importanza del picking. Analizza nuovamente la distribuzione degli articoli ogni volta che in magazzino vengono inseriti nuove SKU come conseguenza di un cambio della domanda dei clienti.

Realizza ispezioni delle scaffalature regolarmente

Mantieni in ordine e al sicuto il tuo magazzino con controlli programmati. Pianifica le ispezioni delle scaffalature in modo da:

  • Garantire la sicurezza agli operatori e ai prodotti.
  • Rivalutare evantualmente la posizione sugli scaffali di determinate SKU.

L'ispezione tecnica delle scaffalature ti aiuterà a mantenere i buoni standard di stoccaggio ed eviterà il verificarsi di incidenti.

Revisa periodicamente il processo di stoccaggio.

Un magazzino è un luogo in costante evoluzione in cui nessun intervento è per sempre. La ricerca del miglioramento continuo, della maggiore efficienza e di un incremento della produttività dipendono da una revisione periodica di tutti i processi di stoccaggio. Senza una chiara organizzazione delle merci, le aziende perdono soldi, tempo e sicurezza negli impianti.