Smart Pallet: connettività per il pallet convenzionale

19 novembre 2021

Il concetto di Smart Pallet (pallet intelligente, in italiano), nasce dall’introduzione di sensori che apportano connettività e tracciabilità a uno dei supporti logistici per eccellenza: il pallet. L’obiettivo? Conoscere in ogni momento, tra le altre cose, dove si trova la merce, per quali fasi della supply chain è passata o quali sono state le condizioni di stoccaggio del prodotto.

La necessità di ottimizzare le risorse nella supply chain e ridurre i tempi di consegna ha portato molte aziende ad affidarsi a soluzioni automatiche che limitino gli errori nei processi di stoccaggio e trasporto.

Cos’è uno Smart Pallet e quali sono le sue caratteristiche?

La logistica richiede soluzioni che ottimizzino al massimo le risorse dell’azienda e assicurino un efficiente servizio al cliente. Affidandosi alle tecnologie come l’Internet delle Cose Industriali (IIoT), le blockchain o i Big Data, nascono i pallet intelligenti, che si collegano al software che gestisce la logistica della società. Si tratta di una tecnologia emergente che apporta vantaggi come, ad esempio, la facilità nel realizzare un controllo molto più preciso dello stato dei prodotti.

Uno Smart Pallet è un supporto al quale vengono incorporati dei sensori e un localizzatore per monitorare il suo passaggio lungo le fasi della supply chain. Questi dispositivi permettono al Responsabile Logistico di conoscere, tra le altre cose, dove si trova la merce in ogni momento e in quali condizioni è stoccata (come l’umidità o la temperatura).

I pallet intelligenti sono ancora una tecnologia sperimentale che, se applicata su grande scala, permetterebbe una migliore tracciabilità dei prodotti e assicurerebbe un controllo sulle condizioni di igiene e sicurezza nello stoccaggio della merce. Integrandosi con il sistema di gestione magazzino, i pallet intelligenti permettono di disporre di informazioni aggiornate su tutto ciò che circonda questo supporto logistico.

Gli Smart Pallet aiutano a controllare con precisione i movimenti della merce che si svolgono dentro e fuori dal magazzino. Per questo motivo è una tecnologia in aumento, con una previsione di crescita del 4,2% annuo fino al 2027, secondo il rapporto della Società di Consulenza Coherent Market Insights.

La necessità degli Smart Pallet

I sensori incorporati al pallet ricavano tutti i dati prodotti durante lo stoccaggio e il trasporto della merce. Queste informazioni, come la temperatura dell’ubicazione, il grado di umidità e il tempo di stoccaggio, permettono al Responsabile Logistico di prendere decisioni basate sullo stato reale del pallet.

L’implementazione di questi pallet è utile soprattutto nelle industrie come quella agroalimentare, chimica o farmaceutica, dove le condizioni di igiene influenzano la qualità e la sicurezza del prodotto. Grazie ai sensori vengono rilevati cambi di temperatura o di umidità nel pallet affinché il Responsabile possa spostare la merce prima che questa si possa deteriorare.

La scelta dei pallet intelligenti di solito viene accompagnata dalla robotizzazione dei processi del magazzino per garantire il controllo completo sull’inventario. L’automatizzazione evita gli errori derivati dall’intervento manuale e, soprattutto, ottimizza i movimenti di ogni pallet.

Iniziative relative agli Smart Pallet: gli iPAL

Nel quadro dell’industria 4.0, un numero sempre maggiore di aziende stanno pensando di adottare gli Smart Pallet per coordinare i movimenti della merce nel magazzino e disporre di un maggiore controllo dello stock.

Uno dei principali progetti dello Smart Pallet è nato grazie alla collaborazione tra la European Pallet Association (EPAL), l’Istituto Fraunhofer per il Flusso dei Materiali e Logistica (IML) e Deutsche Telekom. Queste tre entità presentarono, nella Conferenza Internazionale della Supply Chain a Berlino, i primi 500 prototipi di pallet intelligenti, conosciuti come iPAL, per semplificare la localizzazione del carico e proteggerlo da possibili furti. I primi prototipi, sviluppati nei laboratori IoT specifici della società tedesca di telecomunicazioni, sono in grado di rilevare la loro propria posizione, monitorare i loro movimenti e ricavare informazioni su qualsiasi cambio di temperatura.

Lo Smart Pallet possiede un tracker che, attraverso la rete Narrowband IoT, scambia informazioni con il sistema di gestione magazzino. Un dettaglio importante è che il prototipo prevede una durata della batteria superiore ai 10 anni.

Il progetto della messa in circolazione degli iPAL è stato lanciato nel 2018, con la partecipazione di numerose aziende di tutti i settori, come quello chimico o del retail. Tenendo in considerazione che l’organizzazione dispone di oltre 500 milioni di pallet in circolazione, le possibilità di questa tecnologia sono: “Immense”, secondo Jens Lübbersmeyer, Direttore Tecnico di EPAL. “Digitalizzare l’Europallet vuol dire digitalizzare la logistica”, afferma.

L’applicazione degli Smart pallet permetterà di avere informazioni precise sulle condizioni di stoccaggio in ogni ubicazione del magazzino
L’applicazione degli Smart Pallet permetterà di avere informazioni precise sulle condizioni di stoccaggio in ogni ubicazione del magazzino

Ostacoli per l’adozione del pallet intelligente

La tecnologia dei pallet intelligenti è ancora in fase di sviluppo, ciò implica che ci siano ancora ostacoli derivati dalla sua poca implementazione come, ad esempio, la mancanza di uno standard. In altre parole, non esiste una norma internazionale che regoli il mercato dei sensori intelligenti per i pallet e che stabilisca un quadro giuridico per questa tecnologia.

Oltretutto, sostituire l’uso dei pallet convenzionali con supporti con tecnologie intelligenti, implica la digitalizzazione della gestione logistica. Il modo migliore di sfruttare i vantaggi dei sensori intelligenti nei pallet è disporre di un software in grado di ricavare tutti i dati prodotti nel magazzino e trasformarli in informazioni utili per il Responsabile Logistico.

Nonostante esistano sempre più supply chain 4.0, gli Smart Pallet sono ancora in fase sperimentale e non sono ancora accessibili a tutti i tipi di aziende.

Smart Pallet: il controllo sulla movimentazione dei pallet

Il consolidamento dei sensori intelligenti nei pallet permetterà di rafforzare tecnologie come il big data e l’Internet delle Cose per lo stoccaggio e il trasporto della merce pallettizzata. Una volta introdotta nel mercato, questa tecnologia ricaverà informazioni sulla movimentazione dei prodotti, le condizioni di stoccaggio o l’ubicazione dei pallet affinché il Responsabile Logistico prenda decisioni in base al reale rendimento del magazzino.

In conclusione, gli Smart Pallet sono una soluzione per automatizzare la gestione dei pallet e ridurre gli errori nel trasporto della merce e, soprattutto, migliorare l’efficienza logistica di ogni azienda. Se sei interessato a digitalizzare la tua logistica, non esitare a contattarci, un nostro esperto ti aiuterà a trovare la soluzione migliore per la tua attività.