Scaffalature automatiche: rapidità e precisione nel magazzino

17 agosto 2021

Le scaffalature automatiche sono quelle nelle quali la merce viene depositata nelle ubicazioni e viene estratta con l’ausilio di mezzi di sollevamento automatici, come, ad esempio, trasloelevatori per pallet o miniload (trasloelevatori per contenitori).

In questo articolo, vedremo come i magazzini automatici risultano molto utili per incrementare l’efficienza dei cicli operativi e ottimizzare la superficie disponibile.

Cos’è una scaffalatura automatica e quali vantaggi offre

La scaffalatura automatica è un’evoluzione della scaffalatura tradizionale. Il suo utilizzo permette di automatizzare i processi di entrata e uscita della merce dai canali di stoccaggio, sostituendo i carrelli elevatori guidati dagli operatori con mezzi di sollevamento completamente autonomi.

Nonostante ciò, questo tipo di scaffalatura dove viene utilizzata normalmente? In genere, in magazzini dove il flusso delle merci è molto elevato (per esempio, installazioni che riforniscono continuamente le linee di produzione).

Puntare su scaffalature automatiche apporta all’azienda differenti vantaggi:

  • Spazio disponibile sfruttato al meglio. La superficie del magazzino viene ottimizzata per poter stoccare più prodotti. I trasloelevatori possono sollevare la merce fino a 45 m di altezza in corridoi larghi solo 1,5 m.
  • Cicli operativi veloci. I trasloelevatori realizzano le entrate e le uscite dei prodotti con il minor numero di movimenti e spostamenti possibili. La produttività, quindi, è molto elevata.
  • Grande disponibilità. Qualsiasi mezzo di sollevamento automatico può lavorare 24 ore su 24, 365 giorni all’anno.
  • Controllo della merce. Le unità stoccate vengono controllate in tempo reale grazie al software di gestione magazzino che effettua un controllo della tracciabilità degli articoli.
  • Riduzione degli errori. Si eliminano errori derivati dalla gestione manuale. I mezzi di sollevamento inseriscono e prelevano la merce con massima precisione.

La popolarità delle scaffalature automatiche è stata favorita, negli ultimi anni, dall’auge dell’automazione dell’e-commerce, dall’arrivo della logistica 4.0 o come soluzione per affrontare le difficoltà derivate dalla pandemia di COVID-19.

Le aziende ricorrono alle scaffalature automatiche per incrementare la produttività della loro supply chain
Le aziende ricorrono alle scaffalature automatiche per incrementare la produttività della loro supply chain

Mezzi di sollevamento per scaffalature automatiche

Come abbiamo visto, tutte le scaffalature automatiche includono sempre un mezzo di sollevamento autonomo che svolge il compito di collocare e ritirare la merce.

I trasloelevatori trilaterali, ad esempio, si usano per automatizzare magazzini tradizionali fino a 15 m di altezza nei quali lavorano carrelli elevatori trilaterali guidati da operatori. Queste macchine s’incaricano di manipolare i pallet in totale autonomia e, per farlo, dispongono di un sistema di prelievo girevole che prende la merce e la depone in tre posizioni: una frontale e due laterali.

L’implementazione di trasloelevatori per pallet è un’altra alternativa di automatizzazione. Così come i trasloelevatori trilaterali, queste macchine si spostano lungo i corridoi del magazzino collocando ed estraendo in modo automatico i carichi pallettizzati dalle scaffalature e raggiungono un’altezza di 45 m.

Una terza opzione di automazione è quella offerta dal Pallet Shuttle automatico, un sistema di stoccaggio formato da uno Shuttle che circola all’interno dei canali di stoccaggio introducendo e prelevando automaticamente i pallet dalla loro ubicazione. Con un trasloelevatore o una navetta si può automatizzare il percorso del Pallet Shuttle tra il punto di entrata e uscita del magazzino e i distinti canali di stoccaggio.

Per ultimo, quando si stoccano contenitori al posto dei pallet è anche possibile configurare scaffalature automatiche con trasloelevatori per contenitori. La loro funzione è la stessa di quella degli altri tipi di trasloelevatori: introdurre ed estrarre la merce dalla sua ubicazione in maniera completamente automatica.

Scaffalature automatiche per pallet

I pallet sono le unità di carico più comuni nella maggior parte delle imprese per movimentare e stoccare materie prime e prodotti finiti. Vediamo quali tipi di scaffalature per pallet si è soliti automatizzare:

Scaffalature a singola profondità

Queste scaffalature offrono un accesso diretto ai prodotti e possono essere automatizzate con un trasloelevatore.

L’azienda cosmetica Natura Bissé, ad esempio, ha avviato un magazzino automatico per pallet a Barcellona (Spagna) composto da due corridoi con scaffalature a singola profondità su ogni lato. Con questo progetto, la società è riuscita a velocizzare i cicli operativi ed eliminare gli errori derivati dalla gestione manuale delle merci.

Magazzino per prodotti cosmetici di Natura Bissé a Barcellona con scaffalature automatiche a singola profondità
Magazzino per prodotti cosmetici di Natura Bissé a Barcellona con scaffalature automatiche a singola profondità

Scaffalature a doppia profondità

Le scaffalature per pallet a doppia profondità possono essere automatizzate mediante un trasloelevatore dotato di forche telescopiche in grado di raggiungere i pallet situati nella seconda linea delle scaffalature.

Questo è il sistema utilizzato nello stabilimento di Intersurgical, in Lituania. Questa azienda di dispositivi medici possiede un magazzino automatico di 30 m di altezza con otto corridoi di 121 m di lunghezza e scaffalature a doppia profondità che possono contenere 50.400 pallet. La società ha optato per questa soluzione per sfruttare al meglio lo spazio del suo magazzino, ottenere una maggiore capacità di stoccaggio e per poter lavorare 24 ore su 24, 365 giorni all’anno.

Intersurgical possiede un magazzino automatico autoportante in Lituania con scaffalature automatiche a doppia profondità
Intersurgical possiede un magazzino automatico autoportante in Lituania con scaffalature automatiche a doppia profondità

Scaffalature a gravità

In questo sistema di stoccaggio, le scaffalature sono formate da una serie di canali leggermente inclinati che facilitano lo spostamento dei pallet grazie alla forza di gravità, dalla parte più alta (entrata) fino a quella più bassa (uscita). Queste scaffalature possono essere automatizzate con l’aiuto di un trasloelevatore che introduce o ritira i pallet dalle loro ubicazioni.

Società che gestiscono prodotti di largo consumo o con una elevata rotazione ricorrono spesso alle scaffalature a gravità con un trasloelevatore per raggiungere una maggiore rapidità tra le entrate e le uscite dei suoi articoli. Tra queste possiamo trovare Pons Químicas (Spagna), produttore di prodotti chimici, che ha installato un blocco di scaffalature a gravità e un trasloelevatore che deposita i prodotti finiti nelle ubicazioni corrispondenti man mano che escono dalle linee di produzione.

L’azienda chimica Pons Químicas ha automatizzato le sue scaffalature a gravità con un trasloelevatore
L’azienda chimica Pons Químicas ha automatizzato le sue scaffalature a gravità con un trasloelevatore

Scaffalature con Pallet Shuttle

Le scaffalature a stoccaggio intensivo possono essere automatizzate con un Pallet Shuttle semiautomatico: una navetta che si muove all’interno dei canali di stoccaggio introducendo ed estraendo i pallet dalle loro ubicazioni. In linea generale, è l’operatore che di solito colloca la navetta e i pallet nelle loro posizioni con l’aiuto di un carrello elevatore; anche se, questi movimenti possono essere completamente automatizzati con trasloelevatori o navette.

Il Pallet Shuttle automatico è una soluzione frequente in aziende che stoccano un gran numero di pallet per referenza e che manipolano prodotti con alta rotazione (con entrate e uscite costanti).

Questo è il caso del produttore portoghese di legumi Cistér, che ha scelto il metodo Pallet Shuttle automatico con navette per ottimizzare la sua supply chain. Grazie all’installazione di questo impianto, che stocca i prodotti finiti man mano che escono dalle linee di produzione (circa 600 pallet al giorno), tutta la movimentazione della merce è automatica. Ovviamente, tutto ciò elimina gli errori ed evita che si producano danni accidentali ai prodotti.

Scaffalature automatiche per contenitori

Così come le scaffalature per pallet, le scaffalature per contenitori possono essere a singola o doppia profondità.

Le scaffalature a singola profondità vengono scelte quando si dà priorità alla velocità rispetto alla capacità, in quanto il trasloelevatore miniload è più rapido stoccando i contenitori. Questa è l’opzione scelta dal grossista leader della drogheria e della profumeria Unidroco, che ha costruito un magazzino automatico per contenitori con sette corridoi e scaffalature a singola profondità su ogni lato.

Al contrario, le scaffalature a doppia profondità sono ideali per le imprese che desiderano un equilibrio tra capacità di stoccaggio e velocità al momento di manipolare i contenitori. L’azienda di elementi di fissaggio Paolo Astori, ad esempio, ha installato queste scaffalature perché gestisce una moltitudine di referenze (20.000 con dimensioni, rotazioni e caratteristiche differenti).

Le scaffalature automatiche per contenitori installate nel magazzino di Paolo Astori servito da un trasloelevatore miniload
Le scaffalature automatiche per contenitori installate nel magazzino di Paolo Astori servito da un trasloelevatore miniload

Scaffalature automatiche per un futuro tecnologico

È indiscutibile che il futuro sarà sempre più tecnologico e che l’automazione logistica è una tendenza consolidata tra le aziende che cercano di differenziarsi dalla concorrenza, migliorare la qualità del loro servizio e ridurre i costi. In questo contesto, l’implementazione delle scaffalature automatiche suppone un passo decisivo nel cammino verso la massima efficienza dei processi logistici, poiché apportano soluzioni che garantiscono velocità, precisione e sicurezza.

Mecalux progetta da circa cinquant’anni soluzioni di stoccaggio automatico personalizzate per soddisfare le necessità di qualsiasi cliente. Contattaci e uno dei nostri esperti ti consiglierà la soluzione tecnologica più adatta per migliorare l’efficienza dei tuoi processi logistici.