Personale della logistica e motivazione al lavoro

La motivazione al lavoro del personale della logistica

24 agosto 2018

Nella logistica, come in qualsiasi altro settore, è importante lavorare sulla motivazione del personale. Motivare i propri dipendenti rende il lavoro più stimolante e coinvolgente, e contribuisce a creare un clima di miglioramento continuo.

L'engagement aziendale è un fattore conviene considerare e su cui lavorare, magari con l'aiuto di un software che permetta di gestire meglio il personale della logistica.

Non bisogna sottovalutare l'employee engagement in quanto può avere un impatto sui costi generali dell'azienda, essendo collegato direttamente all'impegno che ogni lavoratore ripone nello svolgimento di una determinata attività (che a sua volta influenza l'intera performance del magazzino).

Come si misura l'engagement rate nella logistica?

Il tasso di coinvolgimento nella logistica permette di definire l'efficienza di un operatore nello svolgimento delle sue task sul luogo di lavoro. Per calcolarlo basta applicare la formula seguente:

Livello di impegno = 100 x (Tempo assegnato per lo svolgimento di un'attività / Tempo di lavoro o di esecuzione).

Tempo assegnato per svolgere un'attività = tempo previsto per realizzare una serie di operazioni.

Tempo di lavoro o di esecuzione = tempo reale impiegato per realizzare una serie di operazioni.

Il livello di engagement determina le prestazioni logistiche di un magazzino, poiché accompagna il "tempo di esecuzione" (operativo) e permette di calcolare il "tempo assegnato" (per svolgere l'operazione). In altre parole consente di realizzare una stima del tempo necessario per la realizzazione di un insieme di operazioni.

Come motivare il personale della logistica

Un operatore motivato svolge il proprio lavoro in maniera efficace. Ma qualsiasi motivazione può logorarsi quando il lavoro diventa estremamente ripetivio. In un contesto in cui la noia e l'assenza di prospettive di miglioramento prendono il sopravvento, il personale potrebbe verificarsi un calo di interesse e attenzione nei confronti delle attività. Dal momento che l'efficienza è essenziale in un magazzino, proponiamo quattro consigli per mantenere alta la motivazione del tuo team logistico.

Un team che lavora in maniera perfettamente coordinata.
Un team che lavora in maniera perfettamente coordinata.

1. Incentivi economici

L'incentivo economico deve essere uno dei pilastri della tua gestione del personale. Oltre a coinvolgere i lavoratori, contribuisce a stimolarli a dare il meglio di sé. Tutto ciò si riflette nella velocità di esecuzione delle attività. Puoi assegnare un incentivo economico individualmente o collettivamente.

Questa strategia ha dimostrato negli anni la sua affidabilità, ma è importante sottolineare che non deve essere la tua unica risorsa motivazionale. Cerca di associare questo incentivo in combinazione con gli altri in maniera equilibrata.

2. Team Building

Il termine team building è presente nella cultura del lavoro da almeno 30 anni. Si tratta di un concetto che punta a rafforzare e consolidare la coesione di una squadra di lavoro. È particolarmente utile all'azienda in quanto fa leva sullo spirito collettivo, si lavora anche sulla motivazione del singolo.

Unire i singoli e formare una squadra vincente è il risultato di un processo lungo, per cui consiliamo di dedicare delle giornate complete al team building. Per arrivare a grandi risultati occorre sempre iniziare con piccoli passi ed essere costanti.

3. Diversificazione delle attività

Le attività degli operatori dovrebbero variare per evitare di cadere nella monotonia. Per questo, nei limiti del possibile, bisogna valutare la possibilità di diversificare le attività.

Questa strategia porta molteplici benefici: il team sarà polivalente e in grado di svolgere più compiti differenti. Non solo ci guadagneranno i dipendenti in termini di soddisfazione, ma anche l'azienda potrà contare su un personale più formato.

Una situazione concreta in cui si apprezzano i benefici della diversificazione è quando in magazzino diventa necessario coprire le assenze di alcuni dipendendi o si iniziano a sviluppare attività che prevedono una certa capacità di multitasking da parte degli operatori.

4. Empatia

L'empatia dell'azienda è un tema attuale, però che significa esattamente? Vuol dire preoccuparsi per gli altri e per il loro benessere. Sviluppare questa attidudine richiede abbracciare una somma di comportamenti quotidiani positivi quali: l'educazione, la gratitudine, la disponibilità, la fiducia, l'ottimismo e la motivazione.

Un manager di successo è capace di mettere in campo un'attitudine positiva ed è predisposto all'ascolto attivo delle opinioni di chi lo circonda, sapendo interpretare al meglio il "mood" che si respira in magazzino.

La capacità di empatizzare collima con l'essere flessibili, soprattutto con le richieste del personale: gestire gli orari, personalizzarli e lasciare che ogni persona possa combinare la sua vita professionale con quella personale. Ricorda che le due dipendono l'una dall'altra.

La motivazione del candidato

"Perché vuoi lavorare con noi? Descrivi brevemente le tue motivazioni". Questa è la domanda che spesso ricevono i candidati che aspirano a una determinata posizione di lavoro.

Quando i lavoratori entrano in un'azienda, iniziano sempre con una buona dose di motivazione, ed è importante che lo spirito e l'entusiasmo che li accompagna non si perdano nel tempo. Per questo motivo lavorare sulla soddisfazione lavorativa di ogni dipendente, perché è il carburante che mantiene vivo il motore magazzino.

Per quanto in un impianto si possano implementare soluzioni tecnologiche avanzate, il rallentamento prodotto da un personale della logistica poco motivato renderebbe vano qualsiasi tipo di investimento.