Area del magazzino destinata alla logistica cross docking

Quando e perché optare per una logistica cross docking

19 giugno 2019

Sono numerose le imprese che optano per una logistica cross docking. Questa tecnica lean, a cui si ricorre soprattutto nel settore farmaceutico, nella grande distribuzione e nell’e-commerce, spicca per la capacità di accelerare i tempi di consegna, riducendo al contempo i costi legati allo stoccaggio.

In questo articolo analizziamo i fattori che spingono le aziende a scegliere questa tecnica, concentrando la nostra attenzione sulle risorse e i sistemi necessari per metterlo in atto. Per farlo, analizzeremo dei progetti a cui Mecalux ha partecipato direttamente, evidenziando le complessità che il cross docking è in grado di risolvere.

Roche Diagnostics, Eroski e Privalia: tre casi di successo

I tre casi che esamineremo riguardano imprese che appartengono a settori diversi, ma che hanno condividono la stessa esigenza: distribuire velocemente i propri prodotti. Gli esempi di Roche Diagnostics (settore farmaceutico), Eroski (alimentare) e Privalia (outlet e-commerce) ci aiuteranno a comprendere quando funziona davvero la strategia cross dock, partendo appunto dall’unicità dei problemi di ogni settore.

1. Settore farmaceutico: prodotti deperibili e tempi di consegna brevi

Le ragioni che inducono le aziende del settore farmaceutico a scegliere una logistica cross docking sono due: l'esistenza di farmaci che rientrano nella catena del freddo da un lato, l'esigenza di rifornire rapidamente i punti vendita e le farmacie dall'altro. Per l'impresa farmaceutica Roche Diagnostics, il cui catalogo presenta un 60% di referenze di prodotti deperibili e un lead time di 24 ore, il cross docking è la tecnica che per competere nel proprio settore.

L'azienda si è affidata a Mecalux per automatizzare le procedure di picking (da pallet e casse), installando trasloelevatori per pallet e Miniload per contenitori. Inoltre, è stata predisposta un'area di palettizzazione convenzionale per prodotti di dimensioni speciali e, naturalmente, un'area dedicata al cross-docking. Queste soluzioni aumentano notevolmente l'efficienza dell'impianto e permettono di gestire in maniera snella la distribuzione dei farmaci.

Magazzino miniload per la preparazione ordini di Roche Diagnostics
Magazzino miniload per la preparazione ordini di Roche Diagnostics

2. Settore alimentare: grandi volumi di prodotti con scadenza

La logistica distributiva alimentare presenta due grandi problematiche: la scadenza dei prodotti e le quantità di merci da muovere. Questi due fattori rendono la logistica alimentare una delle più complesse dal momento che è necessario ridurre al massimo le procedure di stoccaggio, eliminando quanti più passaggi che separano il prodotto dalle fasi di produzione allo scaffale del supermercato.

La soluzione è lo spazio. La piattaforma logistica di Eroski (centro di distribuzione ubicato ad Agurain, Spagna) ha a disposizione un'area di circa 6.000 m2 grazie ai quali gestisce l’enorme volume di ordini e mette in atto una logistica cross docking.

Avvalendosi dell'aiuto degli specialisti di Mecalux, Eroski evita lo step intermedio di conservazione dei prodotti e fa viaggiare le merci rapidamente verso i punti vendita. Funziona? I numeri parlano da soli: Eroski riesce a inviare l'80% delle merci in una giornata di lavoro verso i punti vendita più attivi e a effettuare l'invio del restante 20% il giorno successivo.

3. E-commerce: la velocità è essenziale

Privalia è l'outlet online di moda e lifestyle con un'offerta di brand ampia che comprende prodotti per uomo, bambino, beauty, design e molto altro. Quando all'eterogeneità dei prodotti si sommano tempi di consegna stretti, diventa essenziale lavorare sul lead time.

Per velocizzare le delivery al cliente finale e ridurre drasticamente i costi di stoccaggio e movimentazione dei materiali, Privalia ha puntato sulla logistica cross-docking per il suo centro di Gavá (Barcellona, Spagna), munendosi ovviamente degli strumenti necessari per articolare questa strategia lean.

Dal momento che la gestione dei flussi di merci in chiave cross dock richiede un perfetto coordinamento tra fornitori e distributori, l'impresa ha deciso di implementare il software di gestione magazzino Easy WMS, che Mecalux ha configurato per offrire il massimo controllo delle fasi operative.

Una soluzione logistica

I casi che abbiamo appena esaminato evidenziano con chiarezza quando e perché scegliere una logistica cross docking. Le ragioni sono principalmente tre: più velocità nelle fasi distributive, un notevole abbattimento dei costi legati allo stoccaggio e un migliore servizio al cliente. Tuttavia, implementare questa strategia richiede uno screening di tutti gli elementi, un'analisi dei costi e uno studio dei cambi che interesserebbero direttamente le fasi operative.

Mecalux è il partner solido che può accompagnarti in questo percorso che porta all'ottimizzazione del magazzino: per maggiori informazioni, contattaci e parla con un nostro esperto.