Gestire l'inventario usando i droni aiuta a raggiungere un efficiente controllo delle scorte

Inventario con droni: il futuro del controllo dello stock?

16 giugno 2021

L’idea di effettuare l’inventario con i droni può sembrare frutto di fantascienza. Tuttavia, questi apparecchi stanno gradualmente iniziando a sorvolare il settore logistico a supporto di alcune attività, tra cui la gestione dello stock

Sebbene i software di gestione magazzino e i terminali a radiofrequenza siano difficilmente sostituibili nelle attività giornaliere del magazzino, i droni potrebbero cambiare le regole del gioco per quanto riguarda il temuto inventario annuale. Un’operazione che implica la totale o parziale sospensione delle attività del magazzino per consentire ai responsabili di scansionare uno alla volta gli articoli in magazzino. In questo ciclo operativo, i droni potrebbero liberare i dipendenti da una vera e propria incombenza e lasciare che il magazzino continui a svolgere normalmente le proprie attività. 

In questo articolo, esaminiamo i principali vantaggi dei droni in logistica e illustriamoil volto che potrebbe assumere la gestione dell’inventario con il supporto di questa tecnologia. 

Droni e logistica

La logistica è, probabilmente, uno dei settori che potrebbero trarre maggior vantaggio dallo sviluppo e dall’utilizzo dei droni. Questo aeromobile a pilotaggio remoto (dall’acronimo inglese UAV, Unmanned Aerial Vehicle) viene gestito da un utente con un telecomando, sebbene siano sempre più frequenti i modelli controllati da un computer e che seguono autonomamente un percorso stabilito.

La capacità di spostarsi con velocità e sicurezza ha concorso alla percezione dei droni come strumenti che assecondano la trasformazione digitale che si sta compiendo nella logistica 4.0. Tuttavia, qual è l’impatto di questi apparecchi sulla supply chain

Grandi aziende come Google o Amazon stanno già utilizzando prototipi di droni con cui consegnare gli ordini ai clienti. Un’altra applicazione che si sta già utilizzando in alcuni magazzini è quella della gestione dell’inventario

L’inventario è un elenco ordinato e dettagliato della merce stoccata. Per una gestione ottimale, occorre verificare che l’elenco corrisponda alla merce effettivamente stoccata. Sebbene il software di gestione magazzino consenta di disporre di un inventario digitale in tempo reale, bisogna comunque effettuare controlli manuali periodici (soprattutto per l’inventario annuale) al fine di verificare eventuali disallineamenti causati da errori umani. 

L’uso di droni negli inventari manuali può eliminare i notevoli inconvenienti che implicano. Basta immaginare un drone che sorvoli in autonomia il magazzino e scansioni i codici a barre o le etichette RFID, per poi trasmettere al WMS le informazioni relative a ogni referenza. In questo modo, potrebbero essere rilevati automaticamente eventuali disallineamenti nell’inventario, liberando gli operatori da questa incombenza.

I droni volano autonomamente attraverso le corsie di stoccaggio
I droni volano autonomamente attraverso le corsie di stoccaggio

Gestire lo stock con un drone: funzionamento

Ci sono due modi per guidare un drone. Il primo, più comune, è un telecomando, mentre il secondo (disponibile solo nei modelli con GPS integrato) stabilisce un percorso di volo automatico. In tal modo, grazie ai sensori e al sistema di geolocalizzazione indoor, si sposta all’interno del magazzino seguendo un piano di volo e un percorso predefinito.

Mentre è in volo, le fotocamere del drone acquisiscono le informazioni delle etichette presenti su ogni unità di carico al fine di controllare lo stock. La lettura delle etichette avviene mediante codice a barre o codice RFID. Il sistema RFID offre prestazioni migliori, poiché consente al drone di identificare i prodotti sui due lati della corsia a una distanza di più di 8 metri e con sette pallet in profondità senza contatto diretto con l’etichetta. Da sottolineare che le prestazioni dipendono dal tipo di drone, dal magazzino, dall’unità di carico e dalla posizione dell’etichetta.

Integrazione di un drone con il WMS

Il tracciamento e la lettura delle etichette dei prodotti stoccati non avrebbero senso se i dati non fossero trasferiti a un software di gestione magazzino che li trasformi in insight. L’integrazione tra drone e WMS è, pur con le debite differenze, simile a quella che avviene con un qualsiasi sistema di comunicazione a radiofrequenza RFID o con un altro elemento robotizzato del magazzino. 

L’implementazione di un WMS è fondamentale per garantire l’efficienza della gestione dell’inventario tramite droni. Grazie alla sincronizzazione, il responsabile della logistica può rilevare al momento della lettura eventuali disallineamenti nell’inventario.

Con le informazioni ricevute dal drone, il WMS potrà contare su una mappatura più affidabile dello stock reale del magazzino. Di conseguenza, anche i cicli operativi propri del WMS, tra cui slotting, tracciabilità del prodotto ecc., saranno più precisi.

I droni raccolgono tutti i dati relativi all’inventario e li trasferiscono al WMS
I droni raccolgono tutti i dati relativi all’inventario e li trasferiscono al WMS

Vantaggi della gestione dell’inventario con i droni

Utilizzare un drone come strumento ausiliare per il controllo dello stock offre considerevoli vantaggi sia a livello logistico che economico:

  • Aumento della produttività: i droni leggono le etichette dei codici a barre o RFID, questi ultimi anche a vari metri di distanza, e sono quindi in grado di controllare l’inventario semplicemente volando attraverso le corsie del magazzino. Inoltre, i droni possono accedere facilmente alla merce ubicata a grande altezza, dove gli operatori non hanno visibilità diretta.
  • Più controllo e affidabilità dell’inventario: i droni evitano agli operatori l’obbligo della revisione periodica dell’inventario in modalità manuale, che non è esente da errori umani. 
  • Maggiore sicurezza: gli operatori non dovranno occuparsi di attività dispendiose in termini di tempo e talvolta poco ergonomiche. Inoltre, l’uso di droni evita il transito eccessivo attraverso le corsie di lavoro, a favore di un movimento sicuro dei mezzi di sollevamento. 
  • Riduzione dei costi: i costi derivanti dall’inventario annuale o periodico sono più alti di quel che sembra: personale dedicato, tempo di lavoro, totale interruzione delle attività, usura dei mezzi di movimentazione e così via. Con un drone, è possibile ottimizzare le risorse e gli operatori potranno occuparsi del potenziamento di altri cicli operativi della logistica.

Ovviamente, il drone non esonera dall’implementazione di un software di gestione magazzino né dalla scansione manuale dei codici a barre nelle fasi di ricevimento e spedizione della merce. Ciononostante, può essere un complemento assai utile per la verifica automatica di disallineamenti dello stock e soprattutto per garantire il regolare proseguimento delle attività del magazzino durante l’esecuzione dell’inventario annuale o periodico.

Svantaggi dell’uso dei droni in magazzino

Questa tecnologia è relativamente nuova, per cui si continua a lavorare per ottimizzarne le prestazioni al fine di offrire un’esperienza più soddisfacente al cliente e migliorare il rendimento. Questi sono alcuni degli inconvenienti che presenta:

  • Identificazione sempre visibile: la merce deve essere correttamente etichettata. Pertanto, le etichette devono essere posizionate sul lato esterno del pallet e devono essere abbastanza grandi perché il drone riesca a leggerla correttamente. 
  • Interruzione delle altre attività: è preferibile effettuare l’inventario in assenza di attività (di notte, durante i fine settimana ecc.) per non alterare la produttività dell’impianto e soprattutto per evitare incidenti con il drone.
  • Elevato costo iniziale: alcuni droni hanno un costo elevato, in particolare quelli che offrono le prestazioni più avanzate. È plausibile che, con il progredire di questa tecnologia, l’offerta di questi apparecchi aumenti e diminuisca il costo. 

L’identificazione delle etichette è probabilmente l’aspetto che ha più margine di miglioramento e su cui stanno lavorando di più le aziende per offrire prestazioni migliori.

Gli operatori non dovranno più utilizzare i terminali a radiofrequenza in modalità manuale per gestire l’inventario
Gli operatori non dovranno più utilizzare i terminali a radiofrequenza in modalità manuale per gestire l’inventario

Presente e futuro nella gestione dell’inventario

Ogni operatore o responsabile del magazzino è consapevole dello sforzo e delle risorse da mettere in campo per un perfetto controllo dell’inventario. L’utilizzo dei droni per questa attività apre la strada a nuove opportunità. Le modalità di utilizzo e le prestazioni sono in continuo miglioramento, rendendoli promettenti complementi dei software gestionali e dei terminali a radiofrequenza. 

Grazie alla tecnologia dei droni, il controllo dello stock potrebbe essere più facile, economico, rapido e soprattutto efficiente. Se punti alla tecnologia per digitalizzare i processi, non esitare a contattare Mecalux: ti aiuteremo a trovare la soluzione logistica più adatta alle tue esigenze.