I Big Data nel magazzino e nella logistica

Innovazione supply chain: 7 trend già in atto nella logistica

07 novembre 2018

Se operi nella logistica conosci bene l'importanza che riveste la tecnologia in questo settore. Le innovazioni tecnologiche trasformano la supply chain e la inseriscono in un processo evolutivo costante.

Le innovazioni tecnologiche passano da trend a realtà logistica in un gap temporale brevissimo. Avviene nel caso dei big data, dell'Internet of things (IoT) o dei sistemi di stoccaggio automatico. Esistono poi altre novità tecnologiche i cui studi di implementazione a livello logistico vengono realizzati prima ancora che vengano rilasciate ufficialmente (come ad esempio blockchain e 5G).

Conoscere i trend della tecnologia, studiarli ed essere pronti a integrare nuovi sistemi nel proprio magazzino è un fattore decisivo per guadagnare vantaggio competitivo. In questo articolo facciamo una panoramica dei 7 trend già in atto nella logistica e che dovresti conoscere assolutamente.

1) IoT - Internet of things e logistica

L'Internet delle cose è una tecnologia che permette agli oggetti di scambiare in maniera autonoma una serie di informazioni attraverso sensori, device mobili o rilevatori. Ogni input contribuisce a migliorare il rendimento del singolo oggetto in armonia con gli altri, e dello stesso oggetto in relazione con l'ambiente in cui si trova.

Internet of things e logistica trovano il loro punto di contatto nel sistema di trasmissione e raccolta delle informazioni. In un magazzino o in un hub logistico la tecnologia dell'IoT contribuisce alla pianificazione e al monitoraggio dei processi migliorando la tracciabilità dei prodotti e le attività del magazzino.

Secondo una ricerca di Gartner, si prevede che "nel 2020 ci sarà una quantità 30 volte superiore di oggetti collegati alla rete. Ciò comporterà un cambio significativo per quanto riguarda l'accesso alle informazioni".

Big data: un nuovo modello di analisi dei dati

I big data cambiano completamente la maniera di raccogliere e interpretare i dati. Con questo termine ci si riferisce all'insieme di tecnologie che consentono di analizzare quantità massive di informazioni. I report di Big Data Analytics sono ormai sulla scrivania dei manager della supply chain e sono diventati essenziali nella pianificazione o correzione della strategia aziendale.

La logistica può essere data driven: in un magazzino è possibile, ad esempio, analizzare l'enorme quantità di informazioni che restituisce un software WMS partendo dai dati che solo questo programma è capace di offrire (volume, velocità e valore).

Nella logistica, il software contribuisce a migliorare il controllo e la gestione del magazzino, però ha un'importanza a livello strategico, poiché permette di visualizzare l'andamento del mercato e di anticipare i competitor.

Disporre di Big Data consente di elaborare migliori strategie aziendali e di supportare i processi decisionali. Lavorare sulla base di numeri concreti permette inoltre di costruire un vantaggio competitivo. Ricorda però che per una lettura e interpretazione corretta dei Big Data è necessario contare su un Data Scientist.

Stoccaggio automatico

Sul mercato sono disponibili molteplici soluzioni di stoccaggio automatico che permettono di snellire il picking, la spedizione o il ricevimento. Tecnologie di questo tipo sono sempre più richieste perché rappresentano un investimento solido, incrementano la sicurezza delle operazioni di movimentazione, riducono gli errori e aumentano la soddisfazione del cliente.

I droni per il picking

Nei prossimi anni ci si aspetta un'implementazione totale del drone nel magazzino. Questa tecnologia serve alle aziende per l'intralogistica, poiché agevola le procedure di identificazione dei prodotti.

Un esempio concreto di applicazione dei droni è il magazzino manuale attrezzato con scaffalature. All'interno del magazzino i droni viaggiano tra le corsie e leggono i codici a barre dei prodotti disposti stoccati sui livelli più alti delle scaffalature. Questa tecnologia fa risparmiare tempo e significa anche un risparmio in termini di mezzi movimentazione, in quanto non c'è bisogno di carrelli o commissionatori per raggiungere gli articoli.

AR/VR: Realtà aumentata e realtà virtuale

La realtà aumentata ha tutte le carte in regola per trasformarsi in un motore dell'innovazione della supply chain. Usare immagini 3D o inviare istruzioni visive in tempo reale sveltisce le operazioni e migliora la formazione dei lavoratori. Attività più complesse o che richiedono una maggiore qualificazione risultano facili da abbordare grazie ai visori di realtà aumentata.

Immagina che un operatore debba risolvere un problema tecnico complesso come un malfunzionamento di una macchina o un problema con uno scanner laser, un visore potrebbe guidarlo passo dopo passo fino alla soluzione.

Realtà aumentata e virtuale cambiano il modo di "vedere" il magazzino. Simulazioni tridimensionali immersive e "ologrammi 3D" riproducono lo spazio in maniera talmente precisa, che consentono di progettare e "visualizzare" ogni centimetro dello stabilimento prima ancora di avviare le costruzioni.

Queste tecnologie sono ancora in fase di sviluppo, ma siamo certi che diventeranno presto una realtà nei centri logistici.

5G: una supply chain iperconnessa

Il 5G è un nuovo standard per la comunicazione mobile che aumenta notevolmente la velocità di download e upload. Tra i principali vantaggi che apporta il 5G, c'è la migliore capacità di dialogare con i dispositivi IoT.

Nell'ambito della logistica, questa tecnologia contribuisce a migliorare la tracciabilità dei prodotti. In un contesto in cui si parla di monitoraggio e controllo completo di ogni anello della supply chain, il 5G rappresenta un ulteriore passo in avanti per evitare perdite nei trasporti, nei carichi o inefficienze nei processi di picking.

Il 5G permetterà di registrare e condividere automaticamente i dati tra tutti gli attori della supply chain e spingerà l'automazione verso prestazioni ancora più elevate.

Manufacturing e retail abbracceranno il 5G per poter gestire le loro flotte di AGV e LGV, mentre lo stream di informazioni con gli outsourcer della logistica sarà più fluido. Bisogna ricordare che il 5G potenzierà anche tutte le soluzioni cloud e i big data di cui abbiamo parlato precedentemente.

La logistica diventa iperconnessa ed estremamente efficiente. Un caso italiano di applicazione del 5G è il porto di Livorno, dove le operazioni di carico e scarico avvengono in maniera intelligente. In questo caso i container, dotati di device, si mettono in comunicazione con la destinazione per avvisare del loro arrivo.

Blockchain: protezione dei dati logistici

I dati, che siano big o meno, sono fondamentali nel settore logistico e vanno protetti. Quando si parla di protezione dei dati, di informazioni che viaggiano sicure o di smart contract, si finisce spesso per parlare di blockchain.

La tecnologia blockchain ha acquisito notorietà grazie alle criptomonete, facendosi notare soprattutto per la sicurezza che offre nel conservare l'integrità dei dati.

Grazie alla tecnologia del blockchain, la logistica guadagna in termini di costi e tempi, soprattutto amministrativi, in quanto non si dipende più da un "terzo organismo o ente" per poter svolgere determinate operazioni. Ci si affida invece agli smart contract, una tecnologia nata negli anni 70, ma che solo ora sta iniziando ad applicarsi in maniera più decisa.

Ecco un esempio pratico: immagina di poter mettere un "timbro" virtuale alle merci che escono dal magazzino. Immagina che questo timbro sia un software che immagazzina tutti i termini di un contratto e che questo contratto sia disponibile online per tutti gli attori della supply chain.

Immagina ora di inviare i tuoi prodotti a un distributore e che questo "contratto-timbro-virtuale" venga letto automaticamente e senza bisogno di intermediari. Staresti risparmiando una quantità di scartoffie notevole.

Grazie al blockchain uno scambio di informazioni fra due o più aziende diventerà più sicuro, poiché i dati relativi alle condizioni di applicazione dello scambio stesso verranno certificati in tempo reale e senza intermediari.

Osserva i trend, prevedi gli scenari futuri

Questi sono solo alcuni dei trend in atto, ma ne esistono altri di cui ci occuperemo in futuro. Due tecnologie su tutte che meritano di essere considerate e che dovresti seguire con interesse sono l'Intelligenza Artificiale e il Machine Learning.

Come avrai potuto notare, da questo articolo sui trend della logistica emerge un'unica grande conclusione: le nuove tecnologie generano più valore se applicate congiuntamente. Uno dei requisiti essenziali del manager 4.0 è saper prevedere e interpretare queste tendenze in tempi rapidi per cavalcarne le opportunità.