Utilizziamo cookie propri e di terzi per offrirti una migliore esperienza e un servizio migliore. Utilizzando questo sito, acconsenti all'utilizzo di cookie descritti nella nostra Cookie Policy. Accettare

Hispack 2018 scommette sulla logistica per dimostrare la relazione esistente tra il packaging e tutta la catena di distribuzione

12/02/2018

Hispack 2018Dall'8 all'11 maggio 2018, nell'ambito della Gran Vía della Fira de Barcelona si svolgerà Hispack 2018, il salone che aggiunge packaging, processo e logistica all'offerta commerciale. Tra i 700 espositori previsti, hanno confermato la loro presenza circa 50 aziende specializzate in intralogistica, movimentazione e stoccaggio. Inoltre, sono previste attività specifiche per i professionisti della logistica che comprenderanno conferenze, tavole rotonde, dibattiti ecc. Il direttore di Hispack, Xavier Pascual, ha ricevuto la redazione di Mecalux per spiegare le grandi direttrici che contraddistingueranno la diciassettesima edizione di questo evento fieristico di riferimento per il packaging nel mercato iberico.
 

Intervista a Xavier Pascual, direttore di Hispack 2018


Come si presenta la prossima edizione del salone Hispack 2018?

Le prospettive sono ottime, in linea con il buon andamento del settore del packaging e di una congiuntura economica più favorevole. Mancano sei mesi alla sua inaugurazione e Hispack ha già superato la superficie occupata nel 2015.

Hispack occuperà un'area di 35.000 m2 netti in tre padiglioni della Gran Via e riunirà 700 espositori diretti, con un incremento del 12% della superficie espositiva e un 15% di stand in più rispetto all'evento di tre anni fa. Hispack 2018 pone il packaging, i processi e la logistica. Vogliamo dimostrare che il packaging si rivela un elemento sempre più decisivo nella strategia globale di ogni azienda, non soltanto nella comunicazione dell'esperienza del brand, ma anche al momento di determinare le esigenze tecniche di produzione e conservazione dei prodotti, della catena di distribuzione e del punto vendita.

A cosa è dovuta la scommessa del salone sulla logistica?

Quest'anno ci spingeremo un passo in là con una scommessa più alta sulla logistica per mostrare il rapporto tra il packaging e tutta la catena della distribuzione, perché i contenitori e gli imballaggi sono elementi che si rivelano imprescindibili nella fase di distribuzione e commercializzazione dei prodotti.

Vogliamo quindi offrire una visione globale dalla prospettiva del packaging dei processi logistici e l'abbiamo trasformato in una delle quattro sfide che quest'anno Hispack affronterà insieme all'automazione e alla digitalizzazione, alla sostenibilità e all'esperienza d’uso. Grazie alle soluzioni di una cinquantina di aziende che operano nel settore della logistica, nonché a un programma di contenuti ad hoc, vogliamo attirare direttori e responsabili di logistica, produzione, manutenzione, automazione, operazioni, catena di distribuzione e acquisti delle principali aziende dei settori dell'industria, del consumo e della grande distribuzione.Ciclo del packaging

Qual è la relazione tra logistica e packaging?

Come dicevo, la confezione e l'imballaggio rivestono un'importanza vitale nei processi logistici dato che tutte le merci fisiche richiedono un contenitore o un imballaggio per essere trasportate dall'uscita della fabbrica al consumatore finale lungo tutta la catena di distribuzione. A questo punto, Hispack vuole affrontare e soprattutto integrare tre livelli su cui si svolge la relazione tra packaging e logistica: i processi intralogistici dei brand, l'ottimizzazione dei processi logistici dell'industria del packaging e, infine, il miglioramento delle operazioni nella catena di distribuzione dei vari settori industriali che interagiscono con merci confezionate e imballate. In questo senso, anche il packaging contribuisce all'automazione e alla digitalizzazione della logistica assicurando la tracciabilità del prodotto e offrendo informazioni in tempo reale nell'ambito dell'intero processo.

Quale livello di internazionalizzazione presenta Hispack e, più concretamente, il settore della logistica?

Quest'anno speriamo di crescere anche dal punto di vista internazionale, a conferma che il mercato spagnolo del packaging è di nuovo allettante per le aziende straniere. Prevediamo che un terzo degli espositori diretti presenti a Hispack saranno stranieri. Dopo la Spagna, il paese presente con più aziende è l'Italia, seguita da Turchia, Germania, Francia, Paesi Bassi, Portogallo e Cina.

Speriamo di poter contare sulla presenza di espositori internazionali anche nel settore della logistica.

Cosa cerca il professionista quando visita Hispack?

Hispack attira professionisti di diversi settori, tra cui, a titolo esemplificativo, quello alimentare, delle bevande, chimico, farmaceutico, cosmetico, della profumeria o dei prodotti per la casa e dei beni strumentali, ma anche rappresentanti della grande distribuzione.

Tutti sono concordi su un aspetto in particolare: cercano di scoprire nuove soluzioni di macchinari, tecnologie, processi, nuovi materiali e packaging che siano in grado di soddisfare le loro esigenze.

Settori più richiesti

Qual è il valore aggiunto di Hispack rispetto a quello di altre fiere del settore?

Hispack è la grande fiera del settore del confezionamento e dell'imballaggio iberico e si contraddistingue per la presenza di tutto il mondo del packaging con l'offerta e la domanda migliori. Ci impegniamo affinché nello stesso spazio si incontrino il massimo delle sinergie che espositori e visitatori possano sfruttare. E anche per riuscire a creare spazi di conoscenza e networking in relazione al packaging che siano di utilità ai professionisti dei vari settori.

Inoltre contribuiamo a promuovere l'internazionalizzazione del settore, poiché molte PMI riescono a esportare in paesi che non avevano neanche preso in considerazione grazie a contatti stabiliti in occasione della fiera o partecipando a incontri aziendali.
 

Xavier Pascual

Per Xavier Pascual, questa sarà la quinta partecipazione in Hispack. Originario di Barcellona, 55 anni, vanta un lungo percorso professionale collegato alla Fira de Barcelona, organismo a cui si è unito nel 1989 e in cui è stato direttore di oltre una decina di saloni nell'ambito di diversi settori. Esperto direttore fieristico con formazione imprenditoriale e di marketing, dal 2014 Pascual è al comando anche della divisione di Packaging, Printing & Retail della Fira de Barcelona dove si inquadrano, tra gli altri, i saloni Hispack e Graphispag, che condividono importanti sinergie. Pascual è professore associato nelle aree di marketing ed eventi in vari master dell'Universitat Abat Oliba - CEU e della Escuela Universitaria de Hotelería y Turismo CETT.