Utilizziamo cookies propri e di terze parti per offrirle i nostri contenuti in base ai suoi interessi. Continuando a naviagare su questo sito Web, l'utente è consapevole di essere stato informato e di accettare l'installazione e l'utilizzo dei cookies. Per saperne di più, visita la nostra Cookie Policy. Accettare

Stoccaggio intensivo automatico

Le soluzioni compattabili automatiche a stoccaggio intensivo offrono tutti i vantaggi dei sistemi automatici e permettono di raggiungere una maggiore capacità di carico.

Il sistema Pallet Shuttle e le scaffalature dinamiche sono validi per funzionare in modalità automatica alimentata mediante trasloelevatori per pallet o navette.

Magazzino frigorifero per confezionamento e distribuzione di prodotti alimentari

Magazzino/cella frigorifera per il confezionamento e la distribuzione di prodotti ittici. Fonte: Mecalux.

Pallet Shuttle e trasloelevatore: lavoro combinato

Nelle soluzioni automatiche con Pallet Shuttle, il trasloelevatore o la navetta trasportano un carrello all’interno della culla. Quest’ultimo viene inserito nei livelli dei tunnel di stoccaggio e posiziona, automaticamente, ciascun pallet nel vano di alloggiamento più profondo che trova libero.

Vediamo alcuni aspetti delle ubicazioni in funzione del dispositivo di movimentazione:

  • Il trasloelevatore serve tutte le ubicazioni di uno stesso tunnel su tutta l’altezza.
  • Le navette servono ciascun livello del tunnel. In altre parole: a ogni livello corrisponde una navetta.
  • Gli elevatori per sollevare e abbassare la merce, per depositarla o prelevarla dalle navette si trovano alle estremità delle ubicazioni.
Simulazione del movimento combinato di un Pallet Shuttle e di una navetta

Simulazione di movimentazione combinata di un Pallet Shuttle e di una navetta

Il lavoro simultaneo di un Pallet Shuttle e di una navetta su ciascun livello consente di aumentare il numero dei cicli, dal momento che la navetta percorre i tunnel su un determinato livello, depositando i pallet sul Pallet Shuttle, quest’ultimo trasporta il pallet fino alla prima posizione libera lungo il tunnel di stoccaggio.

In tali casi, il limite di altezza è determinato dal regolamento edilizio vigente nel territorio, in ogni caso, se previsto dal progetto e dalla normativa locale, l’altezza dell’impianto può arrivare a superare i 40 m.

Sistema push-back con slitte

Sistema push-back con slitte.

Sistema push-back con rulli

Sistema push-back con rulli.

Nel caso delle scaffalature a gravità automatizzate si installa un trasloelevatore sul lato delle entrate (che alimenta la scaffalatura) e un altro su quello delle uscite (che la scarica). Una via di mezzo tra queste due soluzioni consiste nell’alimentare i tunnel a gravità in modo automatico e scaricarle con mezzi tradizionali, ad esempio i carrelli elevatori.

Other topics in this category